Di nuovo in campo per i playoff, in vista dell’esordio in campionato (trasferta di Crotone) di domenica. Torna l’Europa League, contro gli “altri” rossoneri dello Shkendija.

La squadra macedone, ma tifata dalla minoranza albanese del paese balcanico, è tra quelle con il coefficiente Uefa minore di tutta la competizione. Sorteggio sulla carta benevolo, sarà importante segnare molto a San Siro e non subire gol per chiudere subito il discorso qualificazione. Perfezionata la cessione di Bacca, il Milan parte con soli quattro attaccanti per questa “spedizione” europea, in realtà in casa. Assenti dai convocati Gomez, Paletta e Niang (in odor di cessione), oltre a Romagnoli, Calabria, Biglia e Sosa.

G. Donnarumma; Conti, Bonucci, Musacchio, Rodriguez; Kessié, Locatelli, Bonaventura; Suso, A. Silva, Calhanoglu il probabile undici di Montella. Nello Shkendija spiccano i nazionali Radeski, Hasani e Ibraimi in campo nello stesso girone dell’Italia nelle qualificazioni mondiali; tra le sfide di domani spiccano Ajax-Rosenborg, Everton-Hajduk e Panathinaikos-Athletic Bilbao, mentre l’anticipo Utrecht-Zenit è stato vinto dagli olandesi per 1-0. Fischio d’inizio alle 20.45, diretta in chiaro su Canale 5.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014