Solo due i precedenti, entrambi vincenti ma faticando oltre misura. Prevedibile che sarà così anche domani, quando allo Scida di Crotone il Milan andrà ad affrontare i rossoblu terzultimi.

Tanti gli assenti, che magari viste le prestazioni recenti non tolgono neanche più di tanto. Convocati due primavera per arrivare a un numero congruo (22) il Milan è privo di Abate, De Sciglio, Romagnoli, Antonelli, Sosa e Bonaventura tra difesa e centrocampo. Resta fuori dai convocati anche Poli, e con la conferma del 4-3-3 dovrebbe essere questo l’undici iniziale. Donnarumma; Calabria, Paletta, Zapata, Vangioni; Kucka, Locatelli, Fernandez; Suso, Lapadula, Deulofeu. Si rivedono Locatelli e Vangioni, fiducia confermata a Lapadula che aveva deciso la partita di andata segnando nel finale. Ben tre gli under a completare la panchina, con Cutrone, Zucchetti e Plizzari nati tra il 1998 e il 2000.

Risponde con il 4-4-2 il Crotone. Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Barberis, Crisetig, Stoian; Trotta, Falcinelli. Rossoblu al gran completo con l’ex meteora rossonera Mesbah in panchina. Triplo scontro diretto per le rivali in chiave europea, anche se ora la Fiorentina è tornata sotto; l’Atalanta ha già fermato sul 2-2 la Juve capolista, mentre Roma-Lazio e Inter-Napoli si tengono in momenti diversi della domenica. Impegno più facile per i viola contro il derelitto Palermo.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014