La ex bestia nera del Milan da quando si è presentata in serie A è stata “incornata” all’andata. Il Sassuolo che l’anno scorso soffiò in extremis la qualificazione europea ai rossoneri ora è ampiamente nella seconda parte della classifica e domani ospita proprio il Milan.

Il 4-3 in rimonta di San Siro – con anche parecchie rimostranze sugli arbitri di Squinzi – fu l’inizio di una lunga cavalcata fino al secondo posto, poi fermata tra dicembre e gennaio. Il Milan esce dalla vera e propria emergenza infortuni; è rientrato in gruppo Mattia De Sciglio. Mentre scrivo non c’è ancora l’elenco ufficiale dei convocati, ma senza squalifiche restano 4 gli assenti. 4-3-3 confermato chiaramente con: Donnarumma; Abate, Paletta, Zapata, Vangioni; Kucka, Sosa, Bertolacci (Pasalic); Suso, Bacca, Deulofeu. Ancora titolari Zapata e Bacca, si accomodano quindi in panchina Gomez e Locatelli oltre a Lapadula.

Modulo speculare per il Sassuolo con: Consigli; Gazzola, Acerbi, Peluso, Dell’Orco; Pellegrini, Aquilani, Duncan; Berardi, Defrel (Matri), Politano. Niente scusa della rosa a guardare gli undici in campo; tre gli ex, tutti nel Sassuolo, e sono Acerbi, Aquilani e Matri. Dopo gli anticipi che sabato sera hanno visto in campo Juventus e Napoli (e Atalanta), le partite più importanti della domenica oltre alla nostra sono Lazio-Udinese e in serata il big match Inter-Roma.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014