Si replica dopo soli quattro giorni. Obbligatorio – ma difficile – vincere per mantenere il ritmo tenuto da Lazio e Napoli (e Inter che sta rinvenendo).

L’avversaria è di nuovo il Torino, sconfitto in Coppa Italia giovedì scorso in rimonta. Cambia il campo, che diventa l’Olimpico, e anche l’importanza; per mantenere il passo della zona Europa occorrono punti subito. Tra i convocati di Montella oltre ai lungodegenti Montolivo e Fernandez mancano Antonelli, De Sciglio e Poli. Viene confermato l’attaccante della primavera Cutrone, forse il prossimo prospetto in rampa di lancio. 4-3-3 probabile quindi con: Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Calabria; Kucka, Locatelli, Bertolacci; Suso, Bacca, Bonaventura.

In panchina quindi Niang e Pasalic, rispetto a giovedì si rivede anche Romagnoli che era malato. Modulo speculare per il Torino: Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Barreca; Benassi, Valdifiori, Obi; Iturbe, Belotti, Ljajic. In attesa di tre settimane difficilissime, tra il Napoli sabato, la Juve in Coppa Italia (per la prima volta in stagione allo Stadium) e Udine domenica 29, la partita di questa sera serve come detto a mantenere il ritmo delle due rivali per l’Europa che conta – almeno finché la Lazio potrà contare sulle reti di Immobile – e arrivare in una posizione di vantaggio allo scontro diretto di sabato.

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

2 Comments

  1. Purtroppo ‘l’incubo Tagliavento’ mi spaventa moto di più della reale forza e consistenza del Toro. Già nel derby ‘questo signore’ ha avuto modi di danneggiarci favorendo il primo pareggio dei ‘derivati’. Ora mi direte che sono il solito piangina…ma…visto quel che ha combinato ieri sera Banti(io lo avevo definito più adatto a fare il secondino, che non l’arbitro di Genoa Milan) ora ci ritocca l’uomo protagonista del ‘caso Muntari’. Ma al Milan un arbitro normale quando lo manderanno? Lasciando perdere queste miserie, il Milan contro il Toro ha già vinto in Tim Cup nonostante Russo. Tra sabato e ieri nulla ha sorriso al Milan se non l’inaspettata battuta d’arresto della ‘banda degli allegri’. In una gara ben diretta penso che il Milan potrebbe mantenere la sua media punti. Ma l’incognita Tagliavento mi preoccupa…sperem ben…..

    1. Al di là che Tagliavento è quello che è, mi dici quali arbitri non ti preoccupano?
      Non si può mica andare avanti sempre così. Smettiamo di giocare, che è meglio.

      PS: Ho sempre pensato che sul gol di Muntari il più infamone in assoluto è stato il guardialinee. Non può non avere visto.

Comments are closed.