Giovedì 24 marzo, ore 20.45, Stadio Friuli. Seconda sfida del post-Confederations tra Italia e Spagna, la seconda squadra più titolata dopo il Brasile contro la nazionale che ha dominato la scena a cavallo tra anni 2000 e 2010.

Probabilmente il più importante dei test pre-Europeo, che Isis permettendo si svolgerà tra giugno e luglio in Francia: gli spagnoli rispetto al quadriennio 2008-2012 hanno perso i vari Puyol, Xavi, Iniesta e Villa, e di fatto anche l’asse portante del Barcellona (tra i convocati Piqué, Bartra, Alba, Pedro e alcuni ex blaugrana, ma 4 su 25 non sono molti). Entrambe le squadre sono approdate agli Europei come prime nel proprio girone, la Spagna divertendo di più, l’Italia da imbattuta, a colpi di vittorie con 1, massimo 2 gol di scarto. I precedenti dal 2010 sono chiaramente a favore delle Furie Rosse: dopo la sconfitta ai rigori di Euro 2008, solo una vittoria azzurra nella famosa amichevole del 2011, poi un pari nel girone e la sconfitta per 4-0 in finale in Polonia, poi un’altra sconfitta ai rigori in Confederations e un 1-0 per gli spagnoli in amichevole, due anni fa.

Passaggio al 3-4-3 per Conte, previste tante riserve in campo, dal rientro di Thiago Motta alla possibile partenza dal 1′ di Acerbi. Buffon; Darmian, Bonucci, Acerbi; Florenzi, T. Motta, Parolo, Giaccherini; Candreva, Pellè, Eder. In panchina i tre rossoneri convocati. 4-3-3 per la Spagna, con: Casillas; Juanfran, Piqué, Ramos, Azpilicueta; T. Alcantara, San José, Fabregas; Mata, Aduriz, Morata. Tra le altre amichevoli internazionali, Turchia-Svezia, Repubblica Ceca-Scozia, il big match di domani Olanda-Francia e quello di dopodomani Germania-Inghilterra. Per ora si giocano tutte regolarmente, mentre Belgio-Portogallo subirà un cambio di campo (Leiria invece di Bruxelles). In campo anche l’Under 21, con Romagnoli titolare e Donnarumma in ballottaggio con Cragno per la porta.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014