Domenica 6 marzo, ore 15, Mapei Stadium-Città del Tricolore. Settima contro sesta, nell’ultimo tentativo possibile per il Sassuolo di agganciarsi al treno per un posto in Europa.

Reggio è un campo in cui il Milan ha sempre perso in A: solo due i precedenti, il celebre 4-3 che costò il posto ad Allegri (con il Milan 12°) e un 3-2 lo scorso anno, per un totale di tre vittorie -tutte in casa- e 3 sconfitte tra campionato e Coppa Italia. Importante spezzare questo andazzo, vista l’importanza della partita: non bisogna regalare punti davanti né dietro, dato che in caso di vittoria il Sassuolo arriverebbe a -3 pareggiando o vincendo anche il conto degli scontri diretti, e davanti la Fiorentina ha perso contro la Roma (e in generale sta buttando via tutti gli scontri diretti).

Per il Sassuolo resta probabile il 4-3-3, senza assenti a parte Laribi. Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Defrel, Sansone. 4-4-2 per il Milan, con: Donnarumma; De Sciglio, Alex, Zapata, Antonelli; Honda, Kucka, Bertolacci, Bonaventura; Bacca, Balotelli. Resterebbero fuori Romagnoli, Montolivo e Menez oltre allo squalificato Abate e all’infortunato Niang. Un undici che non mi convince del tutto, ma sarò ben felice di tre punti che mi smentiscano. Nel resto della giornata, a parte il 4-1 con cui la Roma si è liberata della Fiorentina e lo 0-3 del Napoli sul Chievo, in arrivo Atalanta-Juventus alle 15 e Inter-Palermo in serata: vedremo se la stanchezza di 120′ fatti a tutta inciderà sulle due grandi rivali.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014