nap milSabato 8 febbraio, ore 20.45, San Paolo. Quarto turno di ritorno del campionato di Serie A, e il Milan è atteso da una trasferta pericolosissima a Napoli.

Nonostante il pesante crollo con l’Atalanta, infatti, il Napoli rimane una delle squadre più forti del campionato (prima del mercato, potenzialmente meglio della Roma). Capace però, come dimostrato la scorsa domenica, di rovesci clamorosi come anche di grandi partite -vedi il 2-0 con l’Arsenal- un po’ in stile Zeman. Rafa Benitez non ha dato la svolta che ci si aspettava alla squadra, dato che con una rosa più forte di quella del 2012-13 è una posizione dietro al Napoli di Mazzarri, e insidiato dalla Fiorentina per il terzo posto; ma anche il Milan è molto indietro rispetto alle posizioni dell’anno passato. L’1-2 dell’andata inoltre non depone a favore dei rossoneri, visto che in quell’occasione si giocava a San Siro.

Ma questo è tutt’altro Milan, almeno sul piano del gioco. Le incoraggianti prime tre partite di campionato di Seedorf potrebbero proseguire con una serie positiva, visto che dovrebbe arrivare nuova linfa dal ritorno di Balotelli davanti e dall’esordio di Adel Taarabt, lanciato dall’assenza di Kakà. Il 4-2-3-1 di Seedorf dovrebbe essere formato da: Abbiati; De Sciglio, Rami, Mexes, Emanuelson; Montolivo, De Jong; Robinho, Honda, Taarabt; Balotelli. Il giapponese Honda dovrebbe finalmente partire da trequartista centrale, il suo vero ruolo (non è un’ala, e probabilmente -per corsa e qualità fisiche- non lo sarà mai). In panchina Poli, Essien e Pazzini, insieme a quelli che restano della difesa e ai giovani Saponara e Petagna. Modulo speculare per il Napoli, con: Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Ghoulam; Inler, Jorginho; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain. Dal “quartetto” avanzato resta fuori l’altalenante Insigne.

Dando un’occhiata al resto della giornata, a colpire sono soprattutto il derby della Capitale Lazio-Roma e un’altra sfida affascinante come Verona-Juventus, entrambe domenica alle 15. Sky ha scelto ovviamente il derby per il posto d’onore, ma entrambe le gare lo avrebbero meritato. Per il resto, Fiorentina-Atalanta è una gara di cartello, che vede opposte stasera alle 18 la quarta in classifica contro la squadra galvanizzata dal successo con il Napoli della scorsa settimana. Poco altro; a chiudere Inter-Sassuolo domani sera. Torino, Genoa, Parma, Verona e Lazio hanno ottime opportunità di essere fermate dalle rispettive avversarie; ma toccherà al Milan portare a casa almeno un punto da un campo sempre difficile, contro una squadra imprevedibile come il Napoli. Ma se partiamo dal presupposto che il gioco è alla base di quasi tutto, se non altro il Milan di Seedorf ha buone probabilità di non sfigurare.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014