ita espGiovedì 27 giugno, ore 21 (16 locali), Castelao, Fortaleza. Prima semifinale di Confederations Cup della storia per la Nazionale italiana, all’ennesimo faccia a faccia della storia recente con la Spagna.

La storia “vera” degli scontri con la Spagna pigliatutto è di questi ultimi anni, anche se gli incontri finora sono stati 31; prima del 2008 la formazione iberica aveva vinto un solo trofeo internazionale, l’Europeo del 1964. Nel 2008 Luis Aragonés, all’ultimo anno da allenatore (seguirono alcuni mesi al Fenerbahce) portò al secondo successo la Spagna, inaugurando il ciclo di successi proprio con l’eliminazione ai rigori degli azzurri, ai quarti di quell’Europeo. Del 2011 l’amichevole, ancora oggi ricordata come la prima “vera” partita della squadra di Prandelli, vinta per 2-1. Risalgono invece all’anno scorso i due scontri di Polonia e Ucraina 2012, 1-1 nella fase a gironi e 0-4 in finale. Su quelle due partite ci sarebbe molto da dire, specie perché il ct Prandelli ha fatto giocare sempre gli stessi 15-16 (sostituzioni comprese) salvo arrivare in finale sfiancati dal punto di vista fisico. Ma questo nulla toglie ai meriti della squadra di Del Bosque, riuscito ad amalgamare una squadra unica nonostante la reciproca antipatia tra il blocco merengue e quello del Barcellona.

Sui campioni delle Furie Rosse c’è poco da dire, forse solo Arbeloa non è strettamente considerabile un “top player” fra i titolari. Formazione tipo per la Spagna, mentre tra gli azzurri tornano Pirlo e De Rossi ma mancano Abate, Montolivo e Balotelli. 4-3-3 classico per gli iberici, con: Casillas; Sergio Ramos, Arbeloa, Piqué, Jordi Alba; Xavi, Iniesta, Busquets; Villa, Pedro, Torres. Gli azzurri potrebbero invece passare al 3-5-2, per l’assenza di Balotelli davanti e anche per facilitare il lavoro di Maggio, scelta obbligata a destra dopo l’infortunio del rossonero Abate. Trio juventino in difesa. La formazione probabile: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Maggio, De Rossi, Pirlo, Marchisio, Giaccherini; Diamanti, Gilardino.

Ancora spazio a Giaccherini, sorpresa positiva di questa Confederations in mezzo a tanti giocatori spompati o più semplicemente in vacanza (perché nonostante il passaggio del turno, contro Giappone e Brasile si è visto veramente poco) mentre la scelta in attacco è obbligatoria per Gilardino, unica punta vera del contingente azzurro oltre a Balotelli. Con una difficile, ma non impossibile vittoria incontreremmo di nuovo il Brasile in finale, a mezzanotte di domenica, in caso contrario sarà finale per il terzo posto -alle 18 di domenica- contro l’Uruguay, appena sconfitto per 1-2 dai verdeoro. In ogni caso, personalmente credo che qualunque risultato darà la finale –anche contrario alla cabala– la Spagna abbia terminato il ciclo vincente e che se anche dovesse portare a casa la Confederations, difficilmente si ripeterà al mondiale. 3 trofei consecutivi si possono vincere, successe anche agli azzurri prima della guerra; 4 è un tantino più difficile.

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

17 Comments

  1. Vinciamo 2-1.

    OT: Poli? Vediamo, se resta Flamini siamo stra-coperti in quella zona di campo. […] : Vergara al posto Yepes, Cristante per Ambrosini e Saponara sostituirà Bojan.

    Le prossime dichiarazioni saranno:

    – esce Flamini, al suo posto prendiamo Flamini.
    – il nuovo acquisto del centrocampo é De Jong.
    – Nocerino sostituirà Nocerino che l’anno scorso é stato sfortunato.
    – Emanuelson sostituisce Boateng che torna a centrocampo e quindi è un nuovo acquisto.
    – Balotelli è un nuovo acquisto perchè l’anno scorso per metà stagione non c’è stato.

  2. -Robinho sostituisce Tevez.

    Avrebbe il coraggio di dirle tutte queste cose.

  3. Balotelli è un nuovo acquisto perchè l’anno scorso per metà stagione non c’è stato.

    il nuovo acquisto del centrocampo é De Jong.

    le ha già detto, purtroppo.

  4. Vergara al posto Yepes, Cristante per Ambrosini e Saponara sostituirà Bojan.

    e sta minchia chi la sostituisce????

    la Curva non fa nessun comunicato ora??? nessun striscione???

    tipo un GALLIANI GOBBO MALEDETTO CON TEVEZ VINCI UN ALTRO SCUDETTO

  5. Dio che babbeo.. questo se gli cambi una banconota da 10 con due da 5 pensa di averci guadagnato..

    Io aspetto il giorno che dirà:

    Uno esce uno entra. In difesa é uscito Daniele Bombonera per scadenza ed è arrivato a parametro zero Bombonera Daniele, che è un bravissimo difensore, che ha giocato in grandi squadre come il Milan.

    Quando lo dirà – e manca poco – vado a cagargli sul tavolino da Giannino.

  6. Come Mister X che doveva essere biondo e con gli occhi azzurri, è arrivato Aquilani .. un altro po’ e lo prendeva negro, cazzo occhi azzurri e biondo?

  7. Mi sembrate gianni e pinotto …. però avete ragione, potrebbe fare qualche rapina, Galliani per comprare dei giocatori! Certamente sbaglia perché pretende di guadagnare troppo dalle vendite e per questo non riesce a piazzare nessuno. Ma il perché, ve lo sarete domandato?

  8. Ma il perché, ve lo sarete domandato?

    Dipende dai casi, può essere perchè nessuno si accollerebbe mai l’ingaggio di un Traorè (io voglio sapere quanto era ubriaco quel giorno Galliani quando sparò 1 milione e 2) o di un Nini che era scarso da giovane e ora nemmeno è più giovane. Idem per Zaccardo.

    Boamerd è un bluff smascherato, andava venduto come suggerivo io l’estate dello scudetto. Robinho non capisco, credo questioni di ammortamento e cose del genere ma non può non essere ceduto quest’estate!

    Secondo me il tesoretto, piccolo, si può fare con Taiwo, Ema, Vilà, Nocerino e vendendo all’estero. Ma Galliani non ha rapporti con l’estero, conosce quei tre-quattro procuratori (Raiola, quelli dei francesi Niang e Traorè e Alessandro Moggi) e fa con loro.

    Poi mi chiedete perchè venderei El Shaarawy.. se non vendi lui manco chiudiamo per Poli..! Meglio vendere lui e aggrapparsi a Mario e comprare un paio di centrocampisti piuttosto che dover pregare perchè Montolivo giochi 50 partite l’anno (Montolivo, avessi detto Zidane..)

  9. ah pochi cazzi. se in 5 mesi non riesci a vendere almeno robinho, boateng, emanuelson, taiwo, didac vilà( io venderei anche antonini, zaccardo e nocerino) vuol dire che hai fallito il tuo obiettivo. poche scuse.

  10. francesi Niang e Traorè

    Traorè francese nel senso di provenienza. Intendo Damiani e l’altro procuratore con gli occhialini da scemo che era sempre a sky prima di incularci con questo cesso di giocatore.

    Poi, va detto, i problemi a vendere ce li hanno tutti. Tutti. Alla Juve giravano (girano?) ancora Ziegler, Iaquinta, l’inter voglio vedere dove piazzerà Schelotto, Mudingayi, Gargano, ha dovuto rescindere a tutti gli eroi del triplete chiudendo male, la Roma son tre anni che presta Borriellone e così via.

    Però che si muovi cazzo. Se non altro per mantenere la storia dei 22 giocatori + 3 portieri. Dall’imperatore del mercato (cit.) mi aspetto i giorni del condor (cit.) pure in uscita.

    Più passa il tempo, più gente come Nocerino e Taiwo e Vilà si deprezza.

  11. Che ci pensi il proprietario in persona allora, a vendere e comprare. Oppure licenzi l’ad e ne assuma uno in grado di far le cose che deve. Invece di sbattersene i coglioni nei periodi che non gli serve più visibilità!

    1. Dai però basta con questa storia.. il mercato lo fanno Marotta e Branca, Sabatini e Bigon, no Agnelli e Moratti e Pallotta e De Laurentiis.. mica vanno a trattare la cessione di Taiwo su..

  12. mi scuso con piterdabrescia per essere andato OT ma sono più preoccupato dalle mosse(non mosse) di galliani che dalla spagna….

  13. Allora lo licenzi! È inutile tenerlo li se è un incapace. Perché non lo licenzia? Chi se ne fotte di Galliani, lui o un altro fa lo stesso. Basta che lavorino decentemente per il Milan!
    Resta il fatto che vi lamentereste comunque, pur di ………!

    1. Se paghi te la liquidazione telefono a Sandro Bondi e dico di avvisare il Presidente di preparare il licenziamento.

    2. e tu difendi tutti pur di ….

  14. Io? Perché mai? Siete voi che vi lamentate! Vi lamentate di tutti tranne del galeotto. A me sta benissimo l’antennista e capisco che ha fatto molte minchiate, ma anche tanti miracoli con le bucce che aveva a disposizione! Però se lo licenziano e prendono un altro, mi accontento. Se invece resta a causa della liquidaziome che giustamente dovrebbe ricevere in caso di fine rapporto, basta, non è sua la colpa. Smettetela di lamentarvi!

    Pinotto, si, in qualche maniera dovete essere contrastati!

Comments are closed.