Era la partita più difficile da qui alla fine del girone di ritorno e ne usciamo comunque a testa altissima. Per la prima volta non concediamo praticamente nulla, dominando il primo tempo e soffrendo ma senza crollare nella seconda parte di ripresa. Il gol a dire la verità l’avremmo anche segnato ma non si sa per qual motivo l’assistente del sig. Mazzoleni ha preferito annullare, probabilmente anche lui stupefatto della possibilità che Clarence Seedorf potesse aver saltato un difensore avversario ritrovandosi solo davanti a Boruc.

Seedorf è stato comunque una delle note dolenti della serata. E’ ovvio che non si poteva fare altrimenti – non do la colpa ad Allegri di averlo schierato – ma ha rallenato una manovra che questa sera è sembrata leziosa oltre ogni modo proprio come quella del Barcellona al Camp Nou contro di noi. Non siamo ancora pronti per segnare a difese schierate: dobbiamo fare della velocità il nostro punto di forza, velocità che stasera si è vista veramente poco. Abbiamo sfruttato molto le fasce ma quasi sempre a vuoto dato che molto spesso nessuno al centro seguiva l’azione dei terzini. Ibrahimovic non ha corso come sempre aspettando che la palla gli finisse addosso invece di cercarsela come già fatto con Catania e Roma. Nonostante questo oltre al gol annullato portiamo a casa un tiro a fil di palo di Nocerino e un palo netto preso da Pato.

Valuto l’inserimento del ragazzo positivo anche se ha a volte ostacolato la manovra. Avrei comunque preferito vederlo in campo nel finale con Robinho e Ibrahimovic a giocare lontano dalle punte come nella gara contro il Catania ma martedì c’è quell’altra partita e forse era meglio non rischiare. Al Barça ci penseremo da domani, stasera il campionato dice che perdiamo la ghiotta occasione di sopravanzare la Lazio e rischiamo il controsorpasso Juventino (con la gara di Napoli da recuperare). Resto tutto sommato ottimista – se questa era la gara più difficile da qui alla fine del girone di ritorno ne usciamo comunque bene e possiamo cominciare a rosicchiare punti alle inseguitrici dalla prossima in poi (a proposito i prescritti hanno recuperato due punti, ma poco me ne importa).

Dalla prossima gara infatti il nostro destino in Champions League sarà deciso, potremo concentrarci solamente sul torneo italiano e, fattore da non dimenticare, rientrerà Kevin Prince Boateng. Insomma il pari di oggi mi rende più ottimista di una eventuale vittoria rocambolesca come Roma o Lecce proprio per il ritorno della solidità difensiva là dietro. Ricette per il futuro: lasciar attaccare di più gli avversari per punirli in velocità sfruttando gli spazi, meno leziosità e più concretezza nella manovra, corsa e inserimenti sui cross. Per quanto riguarda la società invece è ora di farsi sentire: va bene non parlare di arbitri, ma a tutto c’è un limite.

FIORENTINA-MILAN 0-0
FIORENTINA (4-3-1-2): Boruc; De Silvestri, Gamberini, Nastasic, Pasqual; Behrami, Montolivo, Munari (Kharja dal ’18’ s.t.); Lazzari; Cerci (Silva dal ’1’ s.t.), Gilardino. (Neto, Romulo, Camporese, Salifu, Babacar). All: Rossi.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Aquilani, Ambrosini, Nocerino; Seedorf (Emanuelson dal ’28’ s.t.); Ibrahimovic, Robinho (Pato dal ’25’ s.t.). (Roma, Bonera, Yepes, Van Bommel, Inzaghi). All: Allegri.
ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.
NOTE – Spettatori 20.271, incasso 654.705,20; abbonati 13.024, quota abbonati 228.889,49. Ammoniti Aquilani e Behrami per gioco scorretto. Angoli 2-3. Recuperi: 0’ p.t.; ’4’ s.t.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

16 Comments

  1. Delio Rossi: “L’arbitro non ha influito”.
    Ma va a cagare va….

  2. partita rubata dall’ arbitro. Comunque Abbiamo pareggiato per colpa di Allegri. Voler mettere Seedorf trequartista ha significato cacare sopra alle cose buone fatte nelle ultime partite dal punto di vista tattico. Siamo tornati in dietro di 3-4 settimane.

    Robinho doveva giocare a sinistra ed essere lui il fulcro del gioco al posto di Seedorf. Pato doveva entrare molto prima. Ritorna il problema del dualismo Pato Ibra. Poco compatibili. Pato poi doveva entrare largo a sinistra e cercare la profondità da quella posizione. Altrimenti doveva buttare dentro Inzaghi. Scandaloso non vedere nemmeno in panchina il piccolo faraone. Insomma pareggio consegnato a Guido a Rossi

    1. A me sembra di aver visto molte cose come il Palermo lo scorso anno.
      Urge un’altra rivista al video di Buffa.
      Dovrebbe vederlo sempre col rosario in mano Allegri ripetendo e scusandosi di non capirne come lui

  3. ottimo post come sempre Diavolino

    buona prestazione della squadra che mi è piaciuta per nove undicesimi
    nel primo tempo non abbiamo concesso niente alla Fiorentina

    chi non è andato bene sono stati Robinho ieri sera molto impreciso nei passaggi ed Ibra fermo e troppo arretrato

    ottimi anche in cambi arrivati al momento giusto e ottima la prestazione di Pato

    disastrosa la terna arbitrale sopratutto uno dei due guardalinee
    che li fermino per almeno 2/3 settimane .
    la società si deve far sentire perchè quest’anno abbiamo avuto contro diverse decisioni arbitrali

  4. La copertina della gazzetta dedicata alle merde. Cosa avevo detto ieri?

  5. premessa.non ho visto la partita
    ma che colpe può avere anche ieri allegri?
    seedorf giocava perchè boa è squalificato.l’alternativa era emanuelson.e non dovrei aggiugnere altro.
    il faraone (anche io ero incredulo della sua non-convocazione) è tornato acciaccato dalla nazionale. se vogliamo fare dietrologie OK, ma se ci fidiamo delle notizie ufficiali, era fuori x infortunio.quindi non convocabile (purtroppo).
    non voglio difenderlo a oltranza, ma le critiche a prescindere mi sembrano insensate….

    dal poco che ho letto, un gol l’avevamo fatto, uno potevamo farlo su rigore (se ce lo davano), uno-due li ha salvati boruc con paratissime (migliore in campo gazzetta della fiorentina.e quando il migliroe in campo è il portiere vuol dire che la squadra ha subito abbastanza…)

    @ boldi

    su de rossi: fare come mexes, con un ingaggio + alto in virtù della spesa 0 x il cartellino ci sta.però 7 mln sono tanti.9 sono troppi..anche per la politica che vede gli stipendi in riduzione x tutti…

    1. Infatti non l’ho criticato per aver messo Seedorf.
      L’unica critica è aver tolto Robinho invece di rischiare le tre punte dopo.

      1. non era x te diavolino, era x questa frase: “Comunque Abbiamo pareggiato per colpa di Allegri.”
        mi sembra un po’ partito preso quello 🙂

  6. domanda tattica x la cantera.
    eri tu che dicevi che potevamo giocare con ibra dietro a getire il gioco senza una punta centrale.è ancora fattibile visto ieri?o ci servirebbe un ariete in stile drogba/borriello/maxi lopez?

  7. rickidevil

    da quello che filtra da via Turati
    sono più propensi a pagare un ingaggio alto per un giocatore che nel suo ruolo è in nazionale che un cartellino elevato , infatti appena il cartellino di un giocatore seguito dal Milan supera i 15/20 Mil il Milan automaticamente si ritira dalle trattative

    che sia giusto questo modo di fare non credo ma alla fine è così che la società Milan sta agendo
    con questo modo di fare il monte ingaggi stipendi non sta più scendendo anzi quì si rischia l’anno prossimo che ricominci a salire con le conseguenze negative che tutti sappiamo

    restano cmq assurdi l’ingaggio concessi a Mexes e Taiwo , sono il lato negativo dell’ ultima campagna acquisti

    1. eh questi ingaggi così alti sono figli di quella campagna li..
      nel breve periodo ci sta, però poi nel lungo si rischiano altri flamini eh..

  8. sinceramente credo che a parte Inzaghi non abbiamo una vera prima punta e che quindi sarebbe meglio non giocarci.

    Ieri abbiamo fatto un buon possesso palla per 45 minuti. Poi nel secondo tempo nemmeno quello. Ha ragione diavolo. Dovevamo passare prima al tridente e allargare molto prima Robinho a sinistra.

    E’ inutile che passa l’ intera partita a dire ai suoi di allargarsi se il modulo porta all’ accentramento.

    Ma poi questo povero Emanuelson trequartista ha rotto il cazzo. Va messo a sinistra nel suo ruolo. Ibra benino. Per me non è compatibile con un trequartista alla Seedorf e a dirla tutta non credo sia compatibile con nessun trequartista visto che i suoi movimenti si accavallano spesso a quelli del 10.

    Ibra in questa fase di carriera è un rifinitore puro. Non ha ne la reattività, ne la ricerca della profondità per fare la prima punta e ieri sera con il trequartista abbiamo giocato con lui prima punta e Robinho seconda punta.

    Insomma altri punti buttati perché il nostro allenatore va a singhiozzo. Gli ci vorrebbe veramente una silurata di Buffa una volta al mese da vedere con il rosario in mano. Rosario e silicio per l’ auto flagellazione per sviare ai peccati tattici.

    1. cilicio dna,non silicio……. a meno che Allegri non sia un semiconduttore! :mrgreen:

      Scommetto un euro (mi voglio rovinare) che col Barcellona gioca Seedorf.

  9. Quella col Barcellona può essere una partita interessante e spettacolare.

    Nessuna squadra è imbattibile e il Milan ha i mezzi per vincere;deve convincersi che può vincere.

    Ne parleremo Mercoledì sul piano tattico,ma credo che la chiave tattica possa essere a sx: sfruttando l’assenza di Dani Alves che non solo spinge molto,ma consente di allargare il gioco con lo scarico sull’esterno,il Milan deve attaccare da quella parte allargando Ibra,per far spazio agli inserimenti dei centrocampisti,e sfruttando le sovrapposizioni. Abate,sia che giochi Maxwell o Abidal,deve spingere.

    Visto che presumibilmente il centrocampo sarà roba blaugrana,la partita potrà essere molto interessante sugli esterni.

  10. cilicio sorry 🙂

Comments are closed.