Un noto pozzo avvelenato in settimana invocava l’esclusione di “malaventura” e Montolivo dalla roba, attribuendone vigliaccamente la colpa dei risultati attuali invocando in campo Biglia e Calhanoglu. Il risultato è che per fortuna Gattuso (a differenza del resto della società) dà a questi incompetenti la considerazione che meritano: nessuna. Il Milan che batte il Bologna è un Milan che torna indietro nel tempo, ad Agosto o – più precisamente – alla scorsa stagione. Si rivede il 4-3-3 con Bonaventura e Suso in campo, si conferma Montolivo davanti alla difesa. Non è un caso che oggi Bonaventura e Montolivo escano come i migliori in campo ed il Milan alla fine la porti a casa.

E’ stata una restaurazione. Gattuso ha riportato il modulo al 4-3-3 perché la difesa a tre non è nel DNA del Milan e non lo sarà mai. Non si può snaturarsi in quel modo e non si può snaturarsi in quel modo per una bandiera della Juventus. Iniziamo a rimettere la storia sulla carreggiata, il resto verrà da se. Cacciato Montella finalmente la squadra può giocare senza guardare in faccia a nessuno, nuovo o vecchio acquisto, indipendentemente dal prezzo. E’ così che Biglia rimane in panchina, Calhanoglu lo segue e la squadra ne beneficia. Il sistema di gioco che ne esce è un sistema che taglia fuori molti acquisti e che adatta qualche giocatore ma è il sistema che mette nelle migliori condizioni i migliori giocatori della rosa là davanti che non sono dei nuovi acquisti ma Suso e Bonaventura.

Da sistemare rimane la difesa perché il Milan sembra poter prendere gol ogni azione. Aiuterà l’inserimento di Zapata o Romagnoli al posto del solito, insufficiente, scandaloso Musacchio. Preferirei Zapata, marcatore, in coppia con Bonucci viste le caratteristiche complementari. Purtroppo toccherà continuare ad adattare Rodriguez dietro perché questa rosa in estate non è stata costruita su un 4-3-3 visto che si è cercata l’inutile rivoluzione invece del miglioramento. La rivoluzione è naufragata e per provare a fare punti si è tornati indietro, si è tornati alla restaurazione.

Punti che contano, ma fino ad un certo punto – personalmente, infatti, a Gattuso più che i punti chiedo due cose. 1) Costruire un progetto di gioco che abbia come base la meritocrazia e non il costo di un giocatore né tantomeno se sia stato preso dal direttore sportivo attuale. 2) Unire uno spogliatoio che è stato diviso su stelle calate ed imposte dall’alto e maldigerite dal gruppo che stelle non si sono poi rivelate (il più grande errore del direttore sportivo) possibilmente trasmettendo l’attaccamento per questa maglia che a molti manca.

La classifica al momento non la guardo e non mi importa. Faccio però notare solamente una cosa: coi sei punti in più tra Genoa, Torino e Benevento – quindi non partite impossibili – il Milan sarebbe stato a 30 punti, a 5 punti dalla Roma, in piena lotta per la Champions seppure in posizione di svantaggio e seppure con questa scusa della preparazione fisica (non è solo quest’anno che il Milan cala l’ultimo quarto d’ora, ricordatevi sotto Inzaghi e sotto Seedorf, ne abbiamo parlato molto spesso). 2-1 per noi, e la doppietta di Bonaventura rende il tutto ancora più bello visto come e quanto è stato ingiustamente insultato dai soliti nei giorni scorsi. Ora due partite agevoli col Verona, importante prendere i quarti di Coppa Italia per il derby casalingo post-natale.

MILAN-BOLOGNA 2-1 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: Bonaventura (M) al 10’, Verdi (B) al 23’ p.t.; Bonaventura (M) al 31’ s.t.
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Abate (dal 14’ s.t. Cutrone), Musacchio, Bonucci, Rodriguez; Kessie, Montolivo, Bonaventura; Suso, Kalinic (dal 23’ s.t. André Silva), Borini (dal 37’ s.t. Calabria). (A. Donnarumma, Guarnone, Paletta, Zapata, Antonelli, Gomez, Locatelli, Zanellato, Gabbia). All. Gattuso
BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis, Gonzalez, Helander, Masina (dal 38’ s.t. Petkovic); Nagy (dal 19’ s.t. Taider), Pulgar, Donsah; Verdi, Destro, Palacio (dal 28’ s.t. Okwonkwo). (Da Costa, Ravaglia, Krafth, De Maio, Crisetig, Mbaye, Maietta, Falletti, Krejci). All. Donadoni.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.