Chi se lo sarebbe mai aspettato? Non certo noi. Una settimana fa eravamo praticamente fuori da tutto, poi i risultati totalmente imprevedibili di Inter e dell’Atalanta hanno riaperto prospettive ormai insperati. E’ stato uno di quei pomeriggi quasi perfetti complice il fatto che il Palermo è una squadra da bassa serie B e che Suso l’ha sbloccata subito aiutandoci a giocare come volevamo – ovvero negli spazi. Aggiungiamoci che stavolta Sosa è in giornata come è sempre stato nel 2017 tolto Pescara e che a centrocampo gioca Kucka tra i migliori oggi. Paradossalmente diventa più difficile difendere il 3-0 che arrivarci soprattutto visti i precedenti notevoli rossoneri con questo risultato nel primo tempo.

Tolto questo non ci sono particolari riferimenti tecnici per una partita in cui ci siamo mangiati altri gol e che è praticamente finita dopo 45 minuti. A livello fisico e psicologico è stata invece molto importante la reazione dopo la scoppola di Pescara. Peccato, avessimo giocato così avremmo due punti in più e avremmo affrontato il derby con tranquillità relativa. Ora arriviamo con due risultati su tre e sapendo che una vittoria potrebbe riportarci sopra l’Atalanta impegnato contro la Roma. A questo punto arrivare davanti ai cugini – che devono affrontare Lazio e Fiorentina – è più che tassativo.

Da qua a sabato si pensa solo al derby – non ad altro. Non commento nemmeno le vicende societarie, dopo Marzo mi preoccuperò della cosa solo a firme avvenute e non prima. L’obiettivo settimanale deve essere solamente quello di battere la potenza di Suning reduce da un pompaggio mediatico esagerato e da un punto nelle ultime tre. A livello statistico abbiamo gli stessi punti con cui abbiamo concluso l’ultimo campionato ma in un torneo dove molte han smesso di giocare (il Genoa sta facendo il mercato estivo). Continuo a credere che 70 punti bastino, quindi ne mancano solamente 13 per avere un punto di partenza su cui ricostruire.

MILAN-PALERMO 4-0 (primo tempo 3-0)
MARCATORI: Suso (M) al 6′ p.t., Pasalic (M) al 19′ p.t., Bacca (M) al 37′ p.t., Deulofeu (M) al 25′ s.t..
MILAN(4-3-3): Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Sosa (dal 14′ s.t. Locatelli), Pasalic; Suso (dal 27′ s.t. Antonelli), Bacca, Deulofeu (dal 30′ s.t. Lapadula). (Storari, Plizzari, Honda, Ocampos, M. Fernandez, G. Gomez, Poli, Vangioni, Paletta). All. Montella.
PALERMO (3-5-2): Fulignati; Andelkovic (dal 27′ s.t. Cionek), Gonzalez, Goldaniga (dal 22′ s.t. Trajkovski); Rispoli, Bruno Henrique (dal 9′ s.t. Sallai), Jajalo, Chochev, Pezzella; Diamanti, Nestorovski. (Posavec, Marson, Vitiello, Aleesami, Balogh, Sunjic, Ruggiero, Morganella, Lo Faso). All. Diego Lopez.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi.
NOTE: espulso Gonzalez (P) al 42′ s.t. per doppia ammonizione; ammoniti Goldaniga (P), Pasalic (M) e Cionek (P) per gioco scorretto.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.