Italia qualificata dopo due partite e probabilmente prima del girone a meno che l’Irlanda non batta il Belgio domani alle ore 15.00. Si riassume in questa frase il primo, fondamentale, passaggio del turno con una giornata d’anticipo – una cosa che non capitava nelle grandi manifestazioni da Euro 2000 (ad eccezione della Confederations 2013). Comunque vada l’Italia che era data per spacciata al primo turno ha già messo una fetta importante d’Europeo in tasca.  E’ una partita molto strana perché all’Italia un pareggio va benissimo ma è la Svezia (che all’ultima incontrerà il Belgio) a chiudersi meglio non arrivando a tirare quasi mai in porta e non riuscendo quasi mai ad essere pericolosa. L’Italia fa sostanzialmente la propria partita e riesce a trovare il bonus con un’azione individuale di Eder, ben servito da Zaza, che era entrato in campo per uno spento Pellè.

Sostanzialmente la partita si riassume qua perché il resto è quasi un palleggio, una partita a scacchi con una Svezia che non può essere messa in difficoltà sul piano fisico come accaduto col Belgio visto che è la squadra più “grossa” del mondiale. Si ripete sostanzialmente il copione di lunedì scorso – ovvero “intanto non prendiamo gol, poi uno prima o poi ne facciamo“. Buffon oggi esce dal campo coi guanti assolutamente puliti e l’unica occasione per la Svezia è quella di Ibra che spara altissimo, comunque in fuorigioco.

L’italia si porta quindi cerca un punto e ne porta a casa tre. Passa e probabilmente come prima – il che vuol dire incontrare una tra Spagna e Croazia. Il grosso vantaggio sarà quindi quello di una partita, la prossima, in cui poter “rifiatare” il grande dispendio energetico che queste prestazioni comportano. Non so se l’Italia vincerà l’Europeo, ma a differenza degli anni scorsi dà comunque l’idea di una squadra che rema dalla stessa parte come spesso le squadre di Conte sanno fare. Il futuro è tutto da scrivere e potrebbe riservare gradite sorprese.

ITALIA-SVEZIA 1-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: Eder al 43′ s.t.
ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi (dal 29′ s.t. Motta), Giaccherini, Florenzi (dal 39′ s.t. Sturaro); Pellè (dal 15′ s.t. Zaza), Eder. (Sirigu, Marchetti, Ogbonna, De Sciglio, Darmian, El Shaarawy, Bernardeschi, Insigne, Immobile). All. Conte.
SVEZIA (4-4-2): Isaksson; Johansson, Lindelof, Granqvist, Olsson; Larsson, Ekdal (dal 34′ s.t. Lewicki), Kallstrom, Forsberg (dal 34′ s.t. Durmaz); Guidetti (dal 40′ s.t. Berg), Ibrahimovic. (Olsen, Carlgren, Augustinsson,Wernbloom, Jansson, Zengin, Kujovic, Lustig, Hiljemark). All. Hamren.
ARBITRO: Kassai (Ung).
NOTE: Ammoniti Olsson (S) e De Rossi (I) per gioco scorretto, Buffon (I) per c.n.r.. Recupero: 0’ p.t., 5’ s.t.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.