Se con il Verona la sconfitta ce la siamo meritata tutta al netto del rigore non concesso oggi col Frosinone c’è da recriminare e tanto. Il Milan esce da San Siro con la miglior partita degli ultimi mesi: 3 gol, un rigore sbagliato e due traverse ma ne esce male per colpa di tre errori individuali (due di Donnarumma, uno di Alex) dei migliori in questa stagione che permettono al Frosinone di strappare un punto immeritato checché ne dicano i nostri amici talebani. Onestamente non si può dire che il Milan meritasse la vittoria ma come abbiamo visto in settimana ultimamente di onestà ce n’è poca.

Il campo dice che abbiamo fatto 7 punti nelle ultime 9 partite. Inaccettabile con qualsiasi gestione tecnica. La sensazione era che si sia staccata la spina per volersi giocare tutto nella finale contro la Juventus ma la rimonta di oggi dà segnali abbastanza diversi perché una squadra che molla non arriva a quella rimonta quasi concretizzata con la traversa di Balotelli. Il risultato finale è purtroppo figlio del primo tempo in cui concediamo due gol su due tiri in porta dominando la seconda parte della ripresa ma non riuscendo a trovare la rete. Proprio il dover rimontare ci costringe ad alzarsi, da qua l’errore di Alex che porta al loro terzo gol.

In fase offensiva non ho nulla da rimproverare alla squadra oggi a differenza delle altre partite. Si conferma il buon impatto di Mauri sul campionato italiano anche se il suo cambio è stato insensato: per Menez avrebbe dovuto uscire un Montolivo che era visibilmente stanco (a proposito, totalmente vergognosi i fischi appena prendeva palla in un momento di rimonta – si fischia dopo il 90esimo). Per il resto Balotelli, rigore sbagliato a parte, è vivo e coinvolto nell’azione – sta giocando bene ma non segna ed è ancora presto per capire se meriti o meno la riconferma. Bacca stavolta ha segnato al quinto tiro in porta – si sapeva che non poteva fare sempre gol al primo.

La classifica è deficitaria: ci ha superato il Sassuolo e probabilmente causa scansata Inter alla 38esima arriveremo fuori dalla zona EL, quindi sarà un altro fallimento tecnico. Tecnico perché portiamo a casa tra andata e ritorno la miseria di 7 punti su 18 con Carpi, Frosinone e Verona: con gli altri 11 eri nella zona di competenza di questa rosa. Il problema è che ancora una volta troveremo alibi a questi giocatori dando le colpe ad altri. In questo senso per la prossima stagione (visto che ormai Brocchi per il 2016-17 ce lo siamo evitato – e potrebbe non essere un male) non vedrei male Marcello Lippi abituato in queste situazioni di campo e capace di navigare nella merda.

Ora ci aspetta un’altra settimana durissima di teatrini anche se difficilmente saranno peggiori di quelli accaduti questa settimana. E’ chiaro poi se che il clima che viene creato fuori dal campo esime dal risultato sportivo, che nel calcio è l’unica cosa che conta, chi va in campo poi fa questo con fasi in cui si alternano cose buone a cose meno buone. La squadra che va in campo purtroppo è figlia non solo delle scelte di allenatore e dirigenza, ma anche quelle di un tifo meno compatto a differenza di quello interista che in partite così fa la differenza. Se c’è chi preferisce guardare il Leicester o chi non aspetta altro che un gol subito per dire “ahahahah colpa di Sinisa” è questo ciò che ci meritiamo. Rimangono ora tre partite: Bologna, Roma e Juventus – quella che conterà veramente, a questo punto della stagione, sarà però solamente l’ultima.

MILAN – FROSINONE 3-3
MILAN: Donnarumma; Abate (73′ Antonelli), Alex, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Jose Mauri (78′ Menez); Honda; Bacca, Balotelli (64′ Luiz Adriano). A disposizione: Abbiati, Lopez, Calabria, Mexes, Simic, Zapata, Locatelli, Poli, Boateng. Allenatore: Cristian Brocchi
FROSINONE: Bardi; M.Ciofani, Russo, Ajeti, Crivello (67′ Pryyma); Paganini, Gori, Sammarco, Kragl (80′ Rosi); D.Ciofani, Dionisi (73′ Gucher). A disposizione: Zappino, Blanchard, Pavlovic, Frara, Carlini, Longo, Tonev. Allenatore: Roberto Stellone
Reti: 2′ Paganini, 44′ Kragl, 50′ Bacca, 55′ Dionisi, 74′ Antonelli, 90’+1′ Menez (Rig)
Ammoniti: Sammarco, Gori, Balotelli, Kucka, Kragl, Russo, Dionisi

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.