Oggi a San Siro si è finalmente visto un allenatore vero. Purtroppo per noi, sull’altra panchina. Il Bologna di Donadoni dopo aver battuto il Napoli batte anche il Milan e lo fa grazie ad una buona dose di fortuna, molti errori dei nostri sottoporta e quella cattiveria giusta per un finale arrembante. E’ un copione che troppe, troppe volte continua a presentarsi nelle gare del Milan per essere casuale ed è un copione di cui il Sig. Mihajlovic dovrebbe rispondere. In particolare

  • Perché De Sciglio e non Antonelli?
  • Perché Luiz Adriano mai dall’inizio?
  • Perché inserire Cerci per un Honda che aveva alternato cose pessime a cose buone ma aveva comunque creato occasioni?

Questo Milan continua ad assomigliare troppe volte a quello della scorsa stagione – ed è una colpa ingiustificabile visti i 90 milioni spesi sul mercato. Tirare in ballo l’organico in partite come queste è malafede – specie perché un anno fa, con organico nettamente inferiore, sul banco degli imputati finiva, a ragione, Inzaghi, ed il suo “non si può dominare il Bologna a San Siro”.

Mi spiace ma Mihajlovic continua a non essere adatto all’ambiente Milan. Non ha mai fatto nulla in carriera che faccia esclamare “questo è un grande allenatore” collezionando fallimenti in successione. Non ha fatto rendere l’organico del Milan come si deve e non può essere una scusante che sia il quarto allenatore consecutivo quando uno di questi ha fatto più punti con rosa peggiore ed un’altro è stato – giustamente – cacciato.

Tirare in ballo la rosa in partite così vuol dire essere due volte prezzolati, due volte camerieri, due volte servi, due volte in malafede. Due volte. La prima perché un anno fa era colpa di Inzaghi, la seconda è perché siamo di fronte all’ennesima partita in cui veniamo messi sotto da una squadra con rosa inferiore ed è ingiustificabile per colpa dei 90 milioni spesi.

E’ ingiusto che lui paghi per tutti. E’ sicuramente ingiusto. Magari con altri 90 milioni possiamo prendere Verratti o Iniesta o Xabi Alonso per riuscire a dominare il Bologna a San Siro. Magari nel frattempo impareremo a giudicare un allenatore in base a come mette la squadra in campo e non per quello che dice nelle conferenze stampa. Magari impareremo a giudicare i giocatori per quello che giocano e non cercheremo di raccontare la partita dando le colpe a quelli che non ci piacciono e salvando gli idoli (a proposito di questi – oggi molti errori di Bacca e partita con troppa sufficienza di Jack).

Ma tanto – d’altronde – chi glielo fa fare all’allenatore di mettere bene la squadra in campo e ai giocatori di dare il meglio quando c’è il parafulmine societario che deve pagare per tutti, per la masturbazione mentale dei tifosi che continuano a negare l’evidente. Dando, alla fine, ragione ad Inzaghi e al suo “non si può dominare il Bologna a San Siro”. Speriamo che Berlusconi faccia quello che deve, così non si può andare avanti.

MILAN – BOLOGNA 0-1
MILAN: Donnarumma; Abate, Mexes, Alex, De Sciglio; Honda (65′ Cerci), Montolivo (83′ Kucka), Bertolacci, Bonaventura; Niang (79′ Luiz Adriano), Bacca. A disposizione: Abbiati, Livieri, Antonelli, Calabria, Zapata, Ely, De Jong, Poli, Kucka, J.Mauri, Cerci, Luiz Adriano. Allenatore: Sinisa Mihajlovic
BOLOGNA: Mirante; Rossettini (70′ Ferrari), Maietta (45′ Oikonomou), Gastaldello, Masina; Taider, Diawara (78′ Pulgar), Brighi; Mounier, Destro, Giaccherini. A disposizione: Da Costa, Stojanovic, Ferrari, Morleo, Oikonomou, Mbaye, Donsah, Pulgar, Zuculini, Acquafresca, Falco, Mancosu. Allenatore: Roberto Donadoni
GOL: 82′ Giaccherini
Ammoniti: Montolivo, De Sciglio, Abate, Mexes, Kucka, Luiz Adriano (M); Mounier, Diawara, Masina, Brighi, Destro (B)

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.