Questi due punti persi sono tutti vostri. Voi, che dopo Carpi avete preferito stare zitti e non fare casino sul rigore di Luiz Adriano perché “ce lo meritiamo”, e “giochiamo di merda” dato che non siamo il Barcellona. E’ inaccettabile l’ennesimo furto arbitrale che abbiamo dovuto subire oggi in una partita in cui sono stati annullati due – ripeto due – gol regolari nel primo tempo, si è visto un rosso decisamente generoso a De Jong (Romagnoli è lì a pochi metri) e un rigore nettissimo su Bonaventura non fischiato nel finale. E’ inaccettabile dover giocare ogni partita contro arbitro e tifosi (che vogliono che non si vinca per accusare Galliani e la squadra) ed il risultato è una classifica che ci meritiamo ed in particolare si merita chi oggi ha ricoperto di fischi Montolivo (che è stato pietoso – alla prima partita sbagliata della stagione, ma non ha procurato lui il rigore che ci ha lasciato in 10).

Il Milan, anche oggi, meritava di vincere. E meritava perché l’unico tiro in porta del Verona è stato proprio il calcio di rigore. Le parole di Mihajlovic esprimono perfettamente la situazione in cui ci troviamo oggi. “Io non sono abituato a parlare degli arbitri ma non si può continuare così. 3 gol regolari annullati e un rigore non fischiato. Nel primo tempo 3 occasioni nitide e 2 gol regolari annullati. Sono squadre di Serie A, questo è incomprensibile, non si può andare avanti. Abbiamo preso un gol da polli era rigore ma non si può prendere un gol così. In difficoltà? Abbiamo fatto 18 tiri“.

D’altronde ce lo meritiamo, stiamo qua a parlare di rosa come se la nostra rosa fosse peggiore di Toni o Zaccardo, Pazzini o Borriello. Stiamo qua a fare finta di niente, a turarci gli occhi di prosciutto quando con 12 nazionali non riusciamo a battere Carpi e Verona. Facciamo di Montolivo un capro espiatorio che deve pagare gli errori di tutti e poi diamo la colpa alla società: ma con tifosi così, il Milan, dove va? Io mi vergogno del clima che si respira su twitter con i soliti 3-4 giocatori bullizzati per le colpe di tutti, con gli insulti al primo passaggio sbagliato o l’avversario che magicamente merita al primo ed unico tiro in porta della partita. E se la pensi diversamente dal pecorame sei servo o suddito – d’altronde la verità è scomoda e non porta like o retweet.

Che fare ora? Ormai la stagione è più che compromessa grazie a punti che dovevano arrivare e non sono arrivati. Giovedì ci giochiamo la coppa Italia, spero diversamente dall’ultima apparizione col Crotone, e poi vediamo come viene. Ad oggi è difficile fare proclami o progetti e con questi tifosi che hanno ormai irreversibilmente danneggiato l’ambiente e minato l’autostima dei giocatori che rendono al 50% del proprio potenziale il Milan non va lontano. Grazie Valeri, per aver impedito che le forze del male di Darth Adriano potessero ottenere i tre punti, sei l’idolo dei “veri” milanisti.

Milan-Verona 1-1 (primo tempo 0-0)
Marcatori: 52′ Bacca (M), 57′ Toni (V-Rigore).
Milan (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, De Sciglio; Niang (dall’82’ Cerci), de Jong, Montolivo (dal 78′ Bertolacci), Bonaventura; Luiz Adriano (dal 62′ Kucka), Bacca. All. Mihajlovic.
Verona (4-2-3-1): Gollini; Sala, Marquez, Moras, Pisano; Viviani, Greco (dall’81 Gomez); Wszolek (dal 79′ Bianchetti), Ionita, Siligardi (dal 78′ Jankovic); Toni. All. Del Neri.
Arbitro: Paolo Valeri di Roma.
Ammoniti: 60′ Moras (V), 68′ Pisano (V), 72′ Wszolek (V), 72′ Bonaventura (M), 73′ Abate (M), 82′ Marquez (V), 84′ Gollini (V), 86′ Kucka (M).
Espulsi: 56′ de Jong (M).

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.