E ora basta. Mi sono rotto le palle. Mi sono rotto le palle di questa classe arbitrale e mi sono rotto le palle dei tifosi che pur di spalare merda contro il Milan si mettono le fette di prosciutto davanti agli occhi. Oggi il Milan a Carpi è stato derubato ancora una volta – l’ennesima volta in questo campionato tra espulsioni troppo severe (vedi Firenze e Genova) e rigori non concessi (tra tutti Torino, due settimane fa). Ci siamo sentiti dire che il Milan deve essere più forte dell’arbitro: un insulto per chi conosce la nostra storia e i vari Lo Bello di turno. I fatti dicono che era una partita insidiosa: il Napoli qua ha pareggiato, l’Inter ha vinto con un rigore a poco dalla fine: quel rigore su Luiz Adriano che a noi stasera non è stato dato. 

Datemi i due rigori ed i 3 punti e poi parliamone della prestazione. E’ il momento di smetterla di tacere, di smetterla con questa omertà che continua da anni a toglierci punti in classifica. Tifosi conniventi nel volere il male del Milan in cerca di rivoluzioni societarie che ignorano anche le più basilari regole del gioco del Calcio pur di godere di partite come queste. No, uscite dalle vostre fantasie: il Milan ha concluso con 8 tiri in porta contro 3 del Carpi e il 63% del possesso palla. 15 minuti (i primi – gli unici in cui il Carpi ha giocato a tutta per intimidirci) non giustificano il pari odierno. Non è necessario giocare come il Barcellona di Guardiola per meritare una partita nella vostra assurda logica per cui basta che l’avversario tiri una volta in porta e si demerita.

In un campionato dove viene esaltato chi vince in maniera episodica non si può turarsi gli occhi di fronte al non-fischio di stasera (e quelli scandalosi sarebbero stati due se Jack avesse finalizzato nel primo tempo dopo aver ricevuto assist da Bacca in fuorigioco inesistente) fanno pensare che il Milan debba restare sempre a distanza e non possa avvicinarsi al gruppone. E’ da inizio campionato che tira questa aria (con la Fiorentina ricevemmo il primo avvertimento) ed è da inizio campionato che i nostri sedicenti “tifosi” continuano a far finta di niente, quasi sguazzando nelle nostre non vittorie.

Oggi il Milan meritava di vincere. Capita. Capita di creare 4-5 palle gol nette nella ripresa e vederle sparire dalla memoria storica della partita. Sono stufo della disonestà intellettuale verso questo Milan che deve solo subire e non meritare mai nulla mentre chi esce da Carpi con Handanovic che fa 4 parate decisive vincendo con un rigore a 5′ dalla fine viene esaltato. Ci chiediamo dove sarebbe il Milan se avesse il metro arbitrale di altre contendenti al titolo invece di dover sempre essere più forte del regolamento del calcio.

Breve capitolo giocatori: promossi Jack, Montolivo e Luiz Adriano che deve giocare con Bacca dal primo minuto. Malissimo Cerci che si divora anche oggi un gol già fatto come a Torino contro la Juventus. In classifica il campionato è probabilmente compromesso – per la gioia di tutti quei tifosi che non aspettavano altro. Sinisa (a cui oggi non rimprovero nulla, perché il Milan meritava di vincere) la smetta di far battute su Berlusconi negli spogliatoi, abbassi la cresta e riprenda a lavorare a testa bassa per risalire e non dare soddisfazioni a quei tifosetti che dopo sabato scorso, purtroppo, hanno ripreso vigore. Purtoppo ci aspetta una durissima settimana di sermoni, vomitoriali e strumentalizzazioni delle parole di ex-calciatori rossoneri in interviste TV mirate da parte di chi stasera ha sofferto e goduto per l’ennesima non vittoria del Milan. Tenete duro. Nonostante tutto, stasera ho fiducia.

CARPI-MILAN 0-0
CARPI (4-4-1-1): Belec; Zaccardo, S. Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Pasciuti, Cofie, Lollo, Martinho (dall’8′ s.t. Di Gaudio); Lasagna (dal 27′ s.t. Mbakogu); Borriello (dal 43′ s.t. G.Silva). (Brkic, Spolli, Lazzari, Marrone, Matos). All. Castori.
MILAN (4-4-2): Donnarumma; Abate, Alex, A. Romagnoli, De Sciglio; Cerci (dal 23′ s.t. Luiz Adriano), Kucka, Montolivo, Bonaventura; Bacca, Niang. (Abbiati, Livieri, Calabria, Rodrigo Ely, Mexes, Zapata, De Jong, Josè Mauri, Poli, Suso, Honda). All. Mihajlovic.
ARBITRO: Irrati di Pistoia.
NOTE: Ammoniti Alex, A. Romagnoli.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.