Partita non eccezionale, ma primi tre punti in cassaforte. Si può sintetizzare così il risultato di questo Milan-Empoli, l’esordio casalingo che ha consegnato al campionato la coppia titolare dell’attacco del Milan: Bacca e Luiz Adriano. Sono loro due ad uscire a testa alta dal 2-1 all’Empoli, un Empoli che seppur non si può pensare di dominare a San Siro si può pensare di battere rispetto alla scorsa stagione. Il Milan parte male nel primo tempo per colpa di una formazione sostanzialmente sbagliata: su tutti gli inserimenti di Suso e Nocerino nell’11 titolare hanno fatto più danni della grandine. Il risultato è stato quello di peggiorare le prestazioni di Bertolacci che non riusciva sostanzialmente a passarla mai (seppur provando qualche giocata) e con il solito De Jong che costituisce un problema davanti alla difesa (inguardabile nel primo tempo, specie sul gol di Saponara).

Riusciamo con l’unico tiro in porta ad innescare Bacca che comincia a dimostrare perché è un top player. Al di là del gol, che richiede resistenza e fisicità, il colombiano era sempre e comunque pronto tra le linee con alcuni movimenti da prima punta molto buoni e ha spesso dato la sensazione di poter diventare pericoloso con pochissimo. Luiz Adriano ha finalizzato invece un corner ma era sempre e comunque presente nell’azione rossonera. La musica cambia quando esce Suso per Bonaventura che dopo un pre-campionato da mezzala viene finalmente schierato nel suo ruolo: il Milan crea qualcosa di più anche se non riesce a tirare in porta mentre l’Empoli non riesce più a creare occasioni. Da una di queste nasce il corner dove Luiz Adriano insacca il gol del 2-1: ci va bene, ma ce lo meritiamo.

A livello di gioco in difesa se Romagnoli e Zapata hanno giocato bene, soprattutto il primo, resta ancora una volta vivo il problema di De Sciglio – inadatto sia alla fascia destra che a quella sinistra: perché non gioca Abate? Il centrocampo merita un discorso a parte: non mi stancherò mai di ribadire che nessun centrocampo a 3 è vincente con De Jong davanti alla difesa. Con questa siamo alla seconda partita orribile dell’olandese – con lui ne risente poi anche tutto il resto del reparto che non ha un raccordo adatto con le linee difensive che possa impostare. Finché si continuerà su questa via ogni acquisto è inutile: De Jong va affiancato da un CC dai piedi buoni (4-2-qualcosa) o utilizzato alla Gattuso. Quando scrissi questo post nel novembre 2014 presi prevalentemente insulti – come sempre, invece, sono stato più lungimirante degli altri. La sensazione, invece, è che si voglia provare a far impostare l’azione a Romagnoli come fa la Juve con Bonucci – una sensazione che non promette nulla di buono.

Chiudo con un saluto ai “tifosi” della Curva Sud che si sono trovati a dover esultare per due gol di giocatori di cui poco prima hanno contestato l’acquisto. Una situazione vergognosa invece sono i fischi a Suso (gravi, essendo un giovane, ma avrebbero aspettato Darmian e Aubameyang, si sa…) e a Bertolacci che sembra già eletto come nuovo capro espiatorio e simbolo dell’eventuale fallimento. L’atteggiamento nei confronti dell’ex-Genoa è vergognoso – tipico di chi vuol sparare sentenze al 29 di Agosto pur di potersi vantare di avere ragione. In questo momento abbiamo bisogno di tifosi e questo ancora manca, abbiamo bisogno di vedere esaltati gli aspetti positivi e minimizzati quelli negativi. Qualcosa rispetto all’anno scorso comincia a cambiare, la strada è ancora lunga ma è una strada che va percorsa. Ci sono le potenzialità per farlo, basta non partire con Suso e Nocerino titolari.

Milan-Empoli 2-1 (primo tempo 1-1)
Marcatori: 16′ Bacca (M); 19′ Saponara (E); 69′ Luiz Adriano (M).
Milan (4-3-1-2): D. Lopez; De Sciglio, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Bertolacci (dall’83’ Poli), de Jong, Nocerino (dal 46′ Kucka); Suso (dal 55′ Bonaventura); Bacca, L.Adriano. All. Mihajlovic.
Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui; Diousse (dal 77′ Maiello), Croce, Zielinski; Saponara; Maccarone (dal 62′ Mchedlidze), Pucciarelli. All. Giampaolo.
Arbitro: Giacomelli.
Ammoniti: 27′ Tonelli (E); 41′ Maccarone (E).
Espulsi: –

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

14 Comments

  1. Post talmente bello e condivisibile a cui si può solo rendere omaggio.
    Se altri blog avessero 1 diavolo al posto di qualche ben pensante già il Milan sarebbe un ambiente migliore ma tanto è. In curva si lamentano del mercato e forse hanno ragione. Noi ci lamentiamo della dei curvaioli e sicuramente abbiamo ragione.

    Sulla partita. Bonaventura e Cucka sono meglio di Suso e Nocerino. De Jong con questo modulo non è solo inutile ma è anche dannoso.

    A questo Milan serve un centrocampo a 4. Non mi stancherò mai di ripeterlo.Oppure mettete chiunque ma non de Jong se proprio si vuole giocare a 3.
    Ora una parola su De Sciglio che è si in adeguato ad essere titolare che però ha chiuso bene sulle diagonali difensive.

    Per inciso con Tassotti in panchina stasera ne avremo presi 2 in più, perché con lui i terzini le diagonali fatte bene non l’ hanno mai fatte.

    Sull’ attacco nulla da dire. Luiz Adriano è meno appariscente di Bacca ma è veramente un grande centravanti. Bacca se gli lasci campo è molto forte. Un pò meno forte di quello che mi aspettavo sullo stretto e in fase di costruzione.

    Godiamoci questi 3 punti. Almeno serviranno a far riflettere quelli della curva

  2. Borgofosco

    Una partita deludente che ha fatto soffrire oltremisura lo scarso pubblico presente a San Siro. Tuttavia il Milan timoroso ed eccessivamente impaurito, più dai cattivi ricordi e dalle paure di Firenze, che non dall’Empoli, ha balbettato calcio per quasi tutta la gara. Soltanto negli ultimi dieci minuti con l’ingresso in campo di Poli, subentrato a Bertolacci, che faceva seguito all’ottimo esordio, nella ripresa, di Kucka, il Milan ha quasi assunto una dimensione di squadra e se non fosse stato per gli errori di una vecchia conoscenza negativa, Di Fiore, i due offside inesistenti sbandierati avrebbero potuto sortire due reti in più per il Milan! Continua però l’agonia di De Jong che in questa squadra, così impostata, sembra un pesce fuor d’acqua! Tornando alla cronaca dico che se il Milan avesse vinto con un risultato più rotondo sarebbe stata un’ingiustizia perché l’Empoli non meritava di perdere e figuriamoci se meritava d’essere sommerso di gol con un 4-1. Tuttavia il calcio è questo e quando una squadra possiede tre bocche da fuoco fantastiche, due in campo questa sera, può succedere che possa vincere grazie ai suoi due grandi attaccanti scesi in campo. Così è stato ed il Milan ha vinto. Al momento si può affermare che il merito di questa vittoria è di chi ha portato al Milan questi due fenomeni che rispondono ai nomi di Carlos Bacca e Luiz Adriano.

  3. lo pensa anche Miha. Abbimo vinto solo grazie ai centravanti

  4. Riascoltate le parole di Sinisa e sgombratevi la testa da pugnette mentali e cazzate precostituite.
    Questa squadra è da ricostruire nella testa prima di tutto. Questi sono stati imbambolati da un anno di nulla. E quando dico nulla intendo della mancanza di qualcuno che non solo facesse l’allenatore, ma almeno facesse l’uomo.
    Dopo una partita come questa il fenomeno si sarebbe presentato in televisione con la sua bella faccetta sorridente ed entusiasta. Mihajlovic si e presentato con una faccia da giustiziere della notte dicendo che è come aver perso e che non è cambiato niente dall’anno scorso.
    Ci vuole pazienza a detto, ma manca il tempo.

    1. Diavolo1990

      Quello che si dice in Tv conta poco, io sono per la protezione del gruppo. I cazziatoni si fanno in privato

  5. Si è vero l’ atteghiamento di Mihailovic è quello giusto, ma non ti viene il dubbio che l’ ambiente ostile influisca tanto negativamente nella testa dei giocatori (vedere la differenza di Saponara qua e all’ Empoli).

    Riflettici su. Abbiamo parte di tifoseria che contesta il mercato e che fa ostruzionismo fin dall’ estate.

  6. Prendiamoci i tre punti un bel cazzo … io valuterei l’ipotesi di restituirli in quanto totalmente immeritati. Ci sono sconfitte a testa alta, quella di ieri è una vittoria a testa bassissima.

    Mihajlovic mezzo allenatore come dico da giugno,ha il solo pregio di non aver schierato nè Abate nè Merdolivo, quindi per il momento non ne chiedo l’esonero. Ma tempo un mese e si piegherà alle logiche GIALLE, a quel punto avrò chiuso totalmente con lui.

  7. Papin III

    Sulla partita c’è poco da dire, ho molto apprezzato la schiettezza di Mihajlovich spero però che sia realista e si renda conto che Bertolacci ora come ora non può giocare titolare e che questo Milan per ora ha solo l’opzione del 4 4 2 con il gioco sulle fasce, almeno finchè non torna Menez . Per il resto forse Moutinho avrebbe potuto prendere il posto di Pirlo e comunque mi auguro che Leonardo torni a fare il DS.

    1. Mihajlovic paraculo, ha capito come parlare a voialtri e vi sta abbindolando tutti … ha già iniziato a fare lo scaricabarile su chi l’ha preceduto …

      Parli di meno e veda di mettere su una squadra che calci in porta un po’ più di due volte in due partite, altrimenti la porta è quella..

      Con me non attacca il suo atteggiamento da bulletto, per chi mi ha preso …

  8. Mihailovic sbaglia a non dire apertamente che se la squadra si allena bene, ma in partita gioca male è perché la squadra subisce pressioni interne ed esterne fuori dal comune. Vedi i curvaioli che fannno quelle iniziative idiote e fallimentari contro il mercato.

    Saponara al Milan era considerato poco più di una pippa dagli stessi coglioni che ora lo acclamano. Il male non e’ Galliani che compra giocatori come Saponara, ma i celebrolesi che certi giocatori non li supportano quando li hanno e poi li rimpiangono quando non ci sono.

    Non si vince con questi tifosi. È il terzo allenatore che ci sbatte il naso. E poi qualcuno si scandalizza quando parlo di cordelle e cordelline di mignotte e d’ iscrivere la squadra altrove. Avessimo la tifoseria della Juve saremmo gia’ tornati competitivi anche con Galliani

    1. Ti sbagli e lo vedrai . Con Galliani non torneremo mai competitivi .

  9. Borgofosco

    Allora vediamo di chiarire subito due cose. Un beato ciuffolo restituire tre punti immeritati! Il Milan i tre punti se li è sudati quindi li ha meritati. Il ‘Renatino’ in campo avrebbe dovuto espellere Zelinski per fallaccio su Antonelli, non lo ha neanche ammonito guardandosi bene dall’ammonire uno dei due empolesi già sanzionati. A Firenze abbiamo giocato 10 contro 17, lo volete capire o no!!! Ieri sera non ci è stato regalato nulla… anzi sono state interrotte, artificiosamente, azioni che avrebbero portato il Milan a vincere largamente! Veniamo a ‘Milanovic’ che comincia a farmi innervosire! Ha impiegato quasi due partite per capire che De Jong andava messo in marcatura sull’uomo che si inseriva . Ilicic e Saponara, con le scellerate mancate coperture non disposte da Sinisa, sono apparsi come due fenomeni! Io stravedo ancora per Riccardo e maledico chi non lo ha messo in condizione, nel Milan, di essere il buon giocatore che è! Tanto che ci sono ricordo a qualche saccente che Francesco Acerbi è in nazionale! Ora basta… il Milan ha vinto e Mihajlovic deve ancora capire cos’è il Milan!

  10. Vero un paio di accellerazioni di Bacca sul filo del fuorigioco sono state fermate. Queste cose pesano se hai un attaccante con quelle caratteristiche

  11. Con l’Inter si debbono tirare fuori le palle . Vedremo chi le possiede e chi no.

Comments are closed.