NEWS_1379538774_180965968Un Milan in piena emergenza (tra l’altro problemi anche per Constant e, pare, per Birsa, dopo l’uscita dal campo) è riuscito nonostante tutto a sconfiggere per 2-0 il Celtic nella prima giornata del girone di Champions. Il risultato era quello che serviva, contro una squadra, quale quella di Lennon, che ha dimostrato nella maggior parte delle occasioni (traversa di Stokes a parte) di essere ben poca cosa: ma Samaras e compagni sono riusciti quantomeno a tenere il baricentro alto, spingendo indietro il Milan per buona parte del primo tempo pur senza risultare davvero pericolosi per Abbiati. Il maggior brivido per il portiere rossonero è stata la punizione a due in area dopo aver ripreso con la mano un pallone già messo in gioco: c’è un’ambiguità del regolamento, ma sicuramente un’ingenuità del genere non può essere perdonata ad un giocatore con la sua esperienza.

I momenti migliori del Milan sono stati i primi dieci minuti (nei quali positivo è stato l’inserimento negli schemi rossoneri di Valter Birsa, sostituto d’emergenza di Kakà), il recupero del primo tempo e l’ultima parte del secondo: ma a parte l’immediato inizio, quello che è mancato alla squadra di Allegri, il quale come al solito ha bellamente ignorato le criticità della squadra rimandando i cambi alla seconda metà della ripresa, è stato il collegamento tra i vari reparti. Matri e Balotelli sono rimasti soli davanti, e i tentativi da parte dell’allenatore di giostrare con le posizioni dell’attacco non ha sortito effetti, con l’ex Juve abulico e poco preciso e SuperMario mai incisivo tranne che nella splendida punizione da cui è scaturito il gol di Muntari.

A centrocampo Birsa ha fatto abbastanza bene, almeno nella prima parte (nella seconda si è smarrito con il resto della squadra), considerando che resta un giocatore non al livello del blasone del Milan, ma il migliore in campo è stato sicuramente Nigel De Jong, che ci ha messo una pezza anche quando la retroguardia si è fatta superare dall’attacco del Celtic, intervenendo con le sue provvidenziali scivolate. Ben peggiore la prestazione della difesa, con Zaccardo e Constant (in particolare il secondo) inguardabili e fuori forma e Zapata (azione del primo gol, tra l’altro derubricato ad autorete di Izaguirre, a parte) e Mexes spesso fuori posizione sugli attacchi scozzesi. Il francoguineano è stato senza alcun dubbio il peggiore in campo, risultando ininfluente sul versante offensivo e lasciando praterie agli attacchi di Lustig in fase di non possesso. Ed è da rimarcare come Allegri abbia inopinatamente deciso di non sostituirlo all’ingresso di Emanuelsson, ma di spedire fuori Birsa.

In sostanza, abbiamo portato a casa tre punti necessari, come lo saranno quelli da ottenere al Celtic Park ad avere speranze nel passaggio del turno (contro Ajax e Barça il discorso sarà ben più ostico). E lo abbiamo fatto in uno stato fisico pietoso, contro qualunque limite, in una sfida dove ad essere decisiva è stata la nostra forza d’animo, quella che solo la maglia rossonera può dare, che ci ha dato la possibilità di credere al risultato pieno fino alla fine, quando chiunque ci avrebbe dato per spacciato. E, sì, soprattutto una massiccia dose di fortuna. 

MILAN-CELTIC 2-0
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Zaccardo, Zapata, Mexes, Constant (75’ Robinho); Nocerino, De Jong, Muntari, Birsa (63’ Emanuelson); Balotelli, Matri (86’ Poli). Allenatore: Allegri.
CELTIC (4-4-2): Forster; Lustig, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre; Brown, Matthews (75’ Boerrigter), Mulgrew (89’ Buton), Commons (77’ Pukki); Samaras, Stokes. Allenatore: Lennon.
Arbitro: Stark (Germania)
Marcatori: 82’ aut. Izaguirre (M) 85’ Muntari (M).
Ammoniti: 66’Ambrose (C), 75’ Mulgrew (C), 85’ Brown (C).

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

28 Comments

  1. Turiamoci il naso e portiamo a casa. Con tutte ste riserve non si poteva fare altrimenti.

  2. Commento
    La partita pareva mettersi sotto cattivi auspici ma, la Dea Eupalla, dava una mano al Milan e soffiava forte, sul pallone calciato da Stokes, facendolo sbattere sulla traversa della porta difesa da un Abbiati battutissimo.
    Superata questa criticità i ragazzi ci mettevano l’anima ed ancora Lei spingeva il piede di Izaguirre facendogli deviare il pallone giusto nell’angolo alla sinistra del miglior uomo in campo del Celtic, il portiere Forster.
    Mi comunicavano gli amici, da San Siro, che erano increduli. Pensate…Zapata, proprio Cristiàn lo svagato…. il colombiano perennemente stressato dai lunghi viaggi(per giocare nella sua nazionale), propiziava la prima vittoria del Milan nei gironi di Champions League. Ma non era finita lì perché Sulley Muntari, lo ‘scarpone’, uno dei più contestati dai tifosi del Milan, segnava con un tap-in spingendo in rete il pallone fermato da una strepitosa respinta del portiere Forster che quasi si spiaccicava sul palo, alla sua sinistra, per respingere una magistrale punizione di SuperMario(per fortuna non c’erano Maggiani e Tagliavento… altrimenti non avrebbero visto la palla che aveva superato la linea di porta)
    Non si può che ringraziare il fato per questo risultato ed attendersi che contro i ‘pizza-pizza’ non venga designato, ancora una volta, il barbiere di Terni oppure Rocchi il ‘fiorentino’.it
    Diversamente prepariamoci a giocare, anche noi come il Boruussia Dortmund, in inferiorità numerica(è andata già bene che sabato non hanno squalificato Mario Balotelli).
    Ma godiamoci questa vittoria alla faccia di cornacchie e gufi che sproloquiano, anche sui canali Mediaset, almeno fino a quando non esproprieranno, al presidente, anche le sue televisioni, dopodiché certi opinionisti andranno a ‘scopare il mare’!

  3. Ho sentito Sadyq dire: “alla fine, sono sempre i negri che la mettono dentro e ti fanno godere”. Credo ci fosse un doppiosenso goloso.

    Ma che giocatore é il mio pupillo Insigne?

    El Shaarawy fai ciao ciao con la manina al Mondiale, io é dall’anno scorso che dico che Lorenzo il Magnifico giocherà titolare in Brasile.

    Fenomeno vero.

    1. Ti sei sbagliato con l’alluminio di tua sorella!

  4. In questi stati di certo non si può pretendere spettacoli e calcio champagne…
    Alla fin fine, il risultato è quello che conta. Abbiamo vinto quindi sono contento.

  5. erano importante solo il risultato

    ora basta vincere in Olanda e siamo quasi sicuri di essere qualificati

    ottima prova dei due centrali difensivi più uno straordinario De Jong che ci ha salvato in un paio di occasioni dalle incursioni avversarie , erano due reti sicure

    davanti l’attacco non funziona , Matri praticamente non ha fatto nulla e super mario pure , il ragazzo per il momento si prende delle grandi pause , Ibra era un’altra cosa purtroppo , trascinava la squadra da vero leader , mario ancora no

  6. come volevasi dimostrare:

    fabregas11

    18 settembre 2013 a 09:34 (UTC 2)

    2-0 giocando di merda

    pagelle:
    abbiati 4,5 non conosce nemmeno le regole e gioca da 20 anni

    constant 4,5
    zapata 6
    mexes 6.5
    zaccardo 5

    de jong 6.5
    muntari 5.5
    nocerino 4 quanto schifo ha fatto?!

    birsa 5

    matri 6
    balotelli 6.5

    1. ma come fai a dare 6 a Matri ? non ha fatto nulla

      1. provaci te a fare il terminale offensivo di una squadra che a centrocampo gioca con nocerino e muntari e che come terzini a zaccardo e constant.

        ha corso fino alla fine, ha creato l’occasione di birsa e nel primo tempo l’unica palla che ci è arrivata(cross di zaccardo) stava segnando.

  7. Ma non ci avevano detto che Balo (che non è una prima punta) aveva “bisogno” di Matri ?
    Bisogno per che cosa, per giocare a 30 metri dalla porta?

    1. Dagli tempo di conoscersi e giocare insieme. Nel frattempo che El Drogaawy fa gli spot della Ringo loro troveranno affiatamento.

  8. una campagna acquisti che più passa il tempo e più ti chiedi se non sia il caso di mandare via l’imperatore del mercato

    per Constant che abbiamo riscattato dal Genoa per un importo totale di 7 mil (FOLLIA PURA ) , come anche Zapata del resto altri 7 mil che sommati ai 12 di Matri e l’ingaggio di Silvestre e il rinnovo di Bonera ci portano a pensare che abbiamo buttato al vento oltre 30 mil lordi , per questi ultimi due si poteva portare in prima squadra qualche primavera e ottenevamo lo stesso risultato

    le uniche operazioni decenti Poli ma solo la metà del cartellino abbiamo acquistato invece di prendere tutto il cartellino , chissa cosa ci chiederà la Samp in futuro ,
    Saponara e Vergara e kakà che cmq con quel stipedio è una scommessa e ci può anche stare

    1. boldi aspetta almeno fino a gennaio prima di dar per scarso uno o di far per forte un altro.

      constant, zapata a matri non sono delle pippe come vogliono far credere in molti…

  9. e cmq constant è stato pagato con la cessione di strasser, uno che ora fa la panchina in serie b alla regina, altro che sette milioni.

  10. Eeeeh, mò l’abbiamo pagato più di Bale, a Constanzo.. :-/

    Io non l’avrei riscattato, mi sarei buttato a pesce su Martins Indi, che può fare sia terzino che centrale.. sai che bomba la coppia di terzini con lui e DeSci, entrambi adattabili al centro.

    Primo acquisto che avrei fatto.

    Poi scambio ElShaarawy/Insigne, ma è fantamercato. 🙁

    A centrocampo uno coi piedi non quadrati che Montolivo non ripete la stagione dell’anno passato. Tra l’altro nessuno durane il mercato si è mai cacato a Jack Bonaventura, boh.

    Zapata e Mexes sono più affidabili nelle partite complicate, poi contro il Torino di turno si rilassano e fanno i cazzoni.

  11. Comunque Mexes e MerDJong sono gli unici che hanno visto il videomessaggio, a giudicare dalla grinta.

    Nocerino e Zaccardo stavano giocando a briscola e se lo sono perdi.

    Allegri l’ha visto ma non l’ha capito, povero scemo.

  12. Nuovo post sulle altre di CL

  13. Forse mi sono perso qualcosa, ma chiamare El92 El Drogawi ha una base solida oppure è solo un voler denigrare a tutti i costi un ragazzo ?

  14. No, lui si deve solo distinguere mettendo in mostra la sua stronzaggine enorme!

  15. Nè l’una nè l’altra.

    Non sono il suo spacciatore, però penso sia evidente che qualcosa a livello caratteriale sia successo, se è finito ai margini del Milan e della Nazionale.

  16. In parte poi è un messaggio ai giovani che ci seguono.

    La droga fa male. Abbasso la droga.

    LaPauraFa80 per il sociale.

    LaPauraFa80 ogni mattina si alza e dice no alla droga.

    1. Però poi si droga lo stesso.

  17. Il problema non è la mattina evidentemente, ma la sera e tutto il resto della giornata!

  18. Qualcuno sa dirmi quanti dei rigori segnati da Balo sono stati fischiati per falli su ElSha?
    Perché ,giudicando il girone di ritorno del faraone non si bada mai alla prestazione ma solo
    Ai gol fatti?
    Vi sembrano normali le critiche cui è sottoposto o si sta cercando di preparare il terreno della
    sua cessione ?

  19. Cercare le scuse per poter dare la colpa a lui per la sua cessione, è la cosa più naturale per alcuni. Così non si può incolpare la proprietà alla quale invece, interessa far cassa!

  20. Avete evidentemente delle enormi lacune a livello di capacità manageriali, perchè non vi rendente conto che El Shaarawy si sta deprezzando giorno dopo giorno e questo non è nell’interesse della società che di questo passo addirittura rischia la minusvalenza.

    E Prandelli che c’entra? Fa parte anche lui del complotto per vendere il Faraone a prezzo dimezzato?

    Siete assolutamente fuori strada e contro ogni logica, as usual.

    1. Forse ti sfugge il passaggio che il deprezzamento di El Shaarawy è una diretta conseguenza della sua perenne e ingiustificata panchina. Voglio sapere nel nome di quale divinità gli viene preferito ROBINHO. Anche un El Shaarawy zoppo e fuori forma è meglio della media partita di Robinho.

Comments are closed.