Bojan_GC459001-e1352034930459

Decisivo il subentrato Bojan

Riprendiamo le fila del campionato con una vittoria contro il sempre più derelitto Siena, squadra che rimane all’ultimo posto con la zona salvezza che inizia ad allontanarsi. Noi, invece, ci troviamo ora a -5 da Fiorentina e Inter, appaiate nelle loro sconfitte al terzo posto in attesa del posticipo tra Roma e Napoli. Giornata che dunque arride a noi e alla Lazio, anche grazie alla contemporanea e sorprendente sconfitta della Juventus, in 11 contro 10, contro la Sampdoria: anche oggi hanno provato ad andare ad oltranza nel recupero, come già più volte sperimentato, ma nulla è valso a rimediare a una delle figure più barbine rimediate dalla squadra di Conte negli ultimi due anni.

Se il risultato della compagine rossonera, nella prima gara dopo anni senza Pato nella lista degli indisponibili, è stato ottimo, ciò non si può dire della prestazione. Siamo ovviamente stati condizionati dalle assenze in difesa: De Sciglio si è bene barcamenato in un ruolo non suo (cosa che, tra l’altro, fa da un anno, da quando cioè viene fatto forzatamente giocare a sinistra data la concorrenza di Abate), ma Acerbi si è ancora una volta dimostrato non da Milan, fornendo una prestazione scandalosa in quella che potrebbe essere una delle ultime occasioni, prima di venire calciorotato via da Milanello. Dovrebbe essere così, almeno, con una dirigenza decente.

Un altro rossonero che ha fornito una prestazione al di sotto delle aspettative è Nocerino, ancora una volta incapace di fornire buoni palloni ad un attacco rimasto nel primo tempo sterile (con l’eccezione di qualche sortita di El Shaarawy). Entrato Bojan al suo posto, infatti, tutto è cambiato. Non si capisce il perché non si riesca a valorizzare colui che mi sento di definire uno dei giocatori più tecnici e dalle migliori qualità della Serie A, se non forse d’Europa. Una perla nel deserto, nella nostra squadra. Ha subito finalizzato – in un’azione condita dalle veementi proteste dei senesi – e ha costruito gioco, anche grazie all’apporto di un positivo – almeno in quell’occasione, si intende – Boateng: la firma sull’incontro l’ha poi messa anche Pazzini, trasformando un rigore da lui stesso procurato.

Infilato il gol del 2-0, ci siamo spenti, come nostro solito. Riuscire a subire un gol da una squadra che schiera in attacco Reginaldo, Paolucci e Bogdani è una vergogna: lasciare solo il secondo dei tre in area, lo è ancora maggiormente. E vincere con un gol di scarto, con una prestazione per più di metà del tempo non da Milan, contro certa marmaglia è indecente. C’è però da segnalare un caso stranissimo: con Nocerino – Bojan, Allegri ha azzeccato – seppur come suo solito tardivamente – un cambio. Un momento atteso da tanti meteorologi: è così spiegato l’inatteso caldo di questi primi giorni di gennaio, a Milano. Può essere contento – e infatti ha già cantato vittoria in conferenza stampa: con questo capolavoro tattico, si è assicurato la panchina per vari mesi a venire.

MILAN-SIENA 2-1 (0-0)
MARCATORI: Bojan (M) al 22’, Pazzini (M) su rigore al 35’, Paolucci (S) al 42’ s.t.
MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, De Sciglio, Acerbi, Constant (dal 18’ s.t. Antonini); Montolivo, Ambrosini, Nocerino (dall’11’ s.t. Bojan); Boateng, Pazzini, El Shaarawy (Amelia, Gabriel, Cristante, Muntari, Emanuelson, Strasser, Flamini, Niang). All.: Allegri

 SIENA (3-5-2): Pegolo; Neto, Paci, Felipe; Angelo, Valiani (dal 35’ s.t. Paolucci), D’Agostino (dal 25’ s.t. Bolzoni), Vergassola, Del Grosso; Rosina (dal 13’ Reginaldo), Bogdani (Farelli, Coppola, Dellafiore, Verre, Belmonte, Rodriguez, Cotini, Rubin, Mannini). All.: Iachini
ARBITRO: Calvarese
Da oggi potete commentare la partita anche nel nostro forum.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

9 Comments

  1. Ennesimo vergognoso tentativo di sabotaggio da parte di Minimiliano.
    Boamerd trequartista NON DEVE giocarci e invece puntualmente l’incompetente ce lo ripropone. E vedere in panchina uno dei pochi giocatori che sa cosa significa giocare al calcio è MORTIFICANTE.

    Poi, sarebbe ora di far partire bordate di fischi verso i vari Nini, Abate e Boamerd per far capire quanto siano indesiderati e invogliarli a levarsi di torno.

    Abbiati 6,5 … decisivo con quella parata
    Abate 5 … vattene ti prego vattene
    De Sciglio 6,5
    Acerbi 5 … ma dove cazzo vai sul gol di Paolucci, infame!
    Constantino 6

    Montolivo 5
    Ambrosini 6
    Nocerino 5

    Boateng 5,5 … buuuu uh uh uh uh … ok, te ne vai?
    Pazzini 6
    ElShaarawy 6,5

    Bojan 7,5
    Nini 4 … per il primo cross appena entrato, una cosa inaccettabile.

    Allegri 4 … formazione sbagliata, primo tempo regalato. As usual, di certo non possiamo dirgli che non è costante: costantemente merda.

  2. @borgofosco
    Che ne dici della rigorella che ci hanno dato oggi? Quantomeno generosa, non trovi?
    E di Acerbi che ne pensi? Per me solo Nini quando tenta di rientrare sul destro per crossare è ugualmente goffo.. sono imbarazzanti!!

  3. speriamo che constant non abbia nulla di grave,ho paura di rivedere quella pippa di nini titolare

    abbiati 5…. 8 per la parata e 2 per quei piedi di merda che ha!!!
    constant 6
    acerbi 3.5 togliti quella gloriosa maglia porcaputtana!!
    de sciglio 7 per il solo fatto di aver giocato con abate e acerbi ai lati
    abate 4 ci pagano 10 milioni per questa mezza sega??? o.O
    ambrosini 6 ma sempre da rottamare!!
    nocerino 2 VERGOGNOSO! e si incazza pure quando lo sotituiscono!!!!
    montolivo 5 è in letargo!!
    boamerd 4 ma solo pe ril cross se no 1,5….
    el shaarawy 6.5 la pausa gli ha fatto bene
    pazzini 6.5 zitto zitto ha fatto gli stessi gol in campionato del principe milito e in totale ne ha fatto persino uno in più giocando la metà dei minuti.

    bojan 8 se avesse la costanza di gioco sarebbe al barca a fare 100 gol a stagione come messi… ma purtroppo è cosi, e ora come ora per noi è oro colato
    nini 0.5 con quei capelli sembra ancora più pippa di prima.

    allegri 5 stava riuscendo nell’impresa di perder punti anche oggi.

  4. No ma c’è chi rimpiange Pato, eh

    1. Minchia, ma capisci sempre come pare a te!

  5. L’anno zero comincia bene?
    Il Milan inizia blandamente. Sembra non aver smaltito sia le distrazioni causate dalle vacanze natalizie che le voci di avvicendamento, a mezzo di cessioni ed acquisti, nella rosa della prima squadra. La squadra sembra risentire anche della vicenda KP Boateng il quale appare ancora frastornato dalla vicenda relativa ai cori razzisti, urlati contro i giocatori dalla pelle scura, da un gruppo di ‘imbecilli’ presunti tifosi bustocchi.
    Il pubblico è scarso, ma paziente, forse a causa dell’ultima giornata di festività.
    I tifosi rossoneri si alterano un poco soltanto verso la fine del primo tempo e cominciano a rumoreggiare. Non ci sono buuuuu razzisti ma fischi di dissenso per quanto visto in campo sino a quel momento.
    Nella ripresa Allegri gioca la carta Bojan Krkic che sostituisce un impalpabile Nocerino. Cambia anche il modulo e si passa ad un 4-2-4 con KP Boateng largo sulla corsia destra. Il ghanese sembra svegliarsi dal letargo e comincia ad imperversare sulla fascia destra. Il piccolo catalano sembra abbia l’argento vivo in corpo. Persino il ‘Faraone’, migliora la sua performance che da discreta diventa buona. Constant accusa un infortunio e questo è un vero problema per l’incontro di Coppa Italia a Torino contro i bianconeri.
    Ma il Milan sembra una squadra di calcio vera e nonostante le manchevolezze difensive della coppia di terzini, Abate ed Antonini, riesce a confezionare una splendida azione che Bojan conclude stupendamente, di testa, in rete. Tutti abbracciano il KPB10 ritornato, in questa azione, il KPB27 del primo anno!
    Il resto è la solita pressione del Milan. Finalmente un arbitro vede un sacrosanto rigore a favore dei rossoneri. Non poteva mancare la solita ‘pirlata’ causata da un errato disimpegno di Luca Antonini che perde la palla a centrocampo e lascia la sua fascia sguarnita. Angelo, non lo scopriamo oggi, effettua un perfetto cross che supera Acerbi e trova impreparato De Sciglio che non contrasta Paolucci. Abbiati non può nulla. Allegri è inviperito ma ha commesso gli errori di sempre(primo tempo non giocato)ed ha utilizzato uomini che sono desolatamente fuori condizione(Abate e Nocerino)immettendo anche uno svagato Antonini che, nell’ultimo scorcio di gara, non ha mai praticato una fase difensiva decente.
    Ma tutto è bene quel che finisce bene. Forse è ominciato così l’anno zero della ricostruzione?

  6. partita dai due volti oggi

    nel primo tempo brutti lenti e svogliati con i soli De Sciglio ed il Faraone a correre

    nel secondo tempo con l’ingresso di Bojan ed il cambio di modulo con Boateng a destra, siamo diventati finalmente pericolosi e se Pazzini ed il faraone non si mangiavano un paio di occasioni la pratica la si poteva chiudere prima e senza affanni

    in difesa la solita disattenzione di Acerbi nella rete del Siena , completamente fuori posizione con il povero De Sciglio in mezzo con le due punte del Siena, Acerbi ha bisogno di giocare in prestito un anno al Genoa

    nota di merito per la paratona salva risultato di Abbiati

    certo che Abate e Antonini sono inguardabili , non si potrebbe prendere al loro posto Santon e sbolognarli ?

    1. Guarda Marco che l’errore difensivo è tutto di Antonini. Ti spiego: Luca, fuori posizione, tenta un improbabile contrasto, a centrocampo, lasciando completamente sguarnita la sua fascia di competenza. Angelo, uno dei migliori ‘crossatori’ del campionato italiano, si allarga sulla destra costringendo ‘Ambro’ a scalare. Così fa anche Acerbi che lascia la marcatura di Paolucci. Mattia si trova in mezzo a due senesi. Comunque in un caso o nell’altro se la palla passava, con uno bravo a crossare, era gol perché la disattenzione di Antonini ha lasciato la superiorità numerica al Siena. Angelo ha fatto un cross perfetto e Paolucci ha fatto gol.
      Così è se vi pare (rivolto ai critici di Acerbi). Poi anche io penso che Francesco debba farsi le ossa a Genova(sempreché il Milan faccia un campionato per arrivare all’agognato terzo posto) Diversamente tanto vale tenere Francesco e farlo giocare.
      Scusa….ma l’anno scorso Barzagli, Bonucci e Chiellini non erano per caso considerati dei pipponi?(ovviamente se confrontati a Nesta e Thiago Silva).

  7. dimenticavo il rigore è regalato ,

    per una volta ci è andata bene

    Pazzini è arrivato al’ ottava rete di campionato non male per una riserva

Comments are closed.