A testa bassissima

Basterebbe soltanto il titolo del post per commentare la partita di ieri sera a Torino, probabilmente la partita più disastrosa della gestione Allegri. Siamo stati mangiati vivi, distrutti a tutto campo da un avversario che ha viaggiato a un ritmo doppio (ma anche triplo) del nostro. Avessimo mantenuto il pareggio, sarebbe stato una sorta di remake del Camp Nou, tuttavia questa volta l’avrei accolto sì con malcelata vergogna. D’altronde il non riuscrie a mettere insieme anche solo una parvenza di trama e non tirare una singola volta in porta in novanta minuti (l’unica parata di Buffon è su un cross di Boateng) contro un avversario forte, ma non imbattibile, è qualcosa di umiliante.

Barcellona a parte, ma lì si trattava di una squadra di un altro pianeta, non ricordo una partita così sofferta dai nostri, se qualcuno ne ricorda mi venga in soccorso. Per analogia la mia memoria torna al derby del 3-0, con noi nella parte dell’inter e la Juve nelle nostre vesti: direi che ciò è sufficiente ad esprimere quello che ho provato durante i novanta minuti.
Da un punto di vista tattico, Conte azzecca la mossa di inserire un centrocampista in più, Vidal, rinunciando a una punta. Superiorità numerica che va ad aggiungersi a quella fisica e il gioco è fatto. Gli inserimenti dello stesso Vidal e di un imprendibile Marchisio, imbeccati da un Vucinic scatenato, ci tengono costantemente in apprensione, per nostra fortuna la partita si sblocca tardi, altrimenti avrebbero anche potuto dilagare. La nostra manovra è nulla, come detto sopra. Non esistono passaggi, non esistono idee, Cassano, Seedorf e Boateng sono scherzati da Lichtsteiner e Chiellini. Alla fine non è nemmeno tanto la partita di Pirlo, che non gioca male, tuttavia non è l’unica luce bianconera come erroneamente si riteneva nel prepartita.

Le cause di questo tracollo? Fisiche e psicologiche. Fisiche perchè, è evidente, la mancanza del doppio impegno e soprattutto la possibilità di fare turn-over ha pagato. Psicologiche perchè per loro era la partita della vita, il primo big match nel nuovo stadio, con una spinta dagli spalti da finale di Champions, per noi era una gara da sfangare in qualche modo prima della sosta. Benedetta sosta, verrebbe da dire. Speriamo che le nazionali non ci rapiscano troppi giocatori, perchè questi 15 giorni sono fondamentali. Bisogna ritrovare giocatori, forma fisica, ricostruire una fase difensiva efficace (di questo passo, Nesta e Thiago arrivano a maggio con l’esaurimento nervoso), trovare soluzioni che ci permettano di non affondare quando si incontra un avversario che tiene un ritmo più alto (il problema non è per forza andare a 1000 all’ora, si può andare più piano degli avversari, ma senza essere distrutti) e magari anche un po’ sul carattere e la grinta, le vittorie bisogna andarsele a prendere, non cadono dal cielo.

Pagellone: Abbiati 6.5, Bonera 5.5, Nesta 6, Thiago Silva 7, Zambrotta 5, Nocerino 4.5, Van Bommel 6, Seedorf 4, Boateng 4, Cassano 4, Ibrahimovic 5.5, Emanuelson 4, Antonini 5, Ambrosini S.V.

JUVENTUS – MILAN 2-0
Juventus: Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Krasic (Dal 9° st, Giaccherini), Marchisio, Pirlo, Vidal (Dal 49° st, Pazienza), Pepe, Vucinic (Dal 42° st, Matri) All.: Conte
Milan: Abbiati, Bonera, Nesta (Dal 26° st, Antonini), Thiago Silva, Zambrotta, Nocerino (Dal 38° st, Ambrosini), Van Bommel, Seedorf, Cassano (Dal 16° st, Emanuelson) Ibrahimovic All.: Allegri
Arbitro: Rizzoli; Assistenti: Niccolai, Copelli, 4° Tagliavento
Reti: 42° e 48° st Marchisio
Recupero: 1′, 5′
Ammoniti: Pirlo (Juventus); Boateng, Nesta (Milan). Espulsi: Boateng (Milan)
Spettatori: 41.000

Posted by LaPauraFa80

46 Comments

  1. Niente da salvare! tranne Thiago!
    Che fare?

  2. Che fare?

    Lavorare con grande applicazione. L’allenatore pensi a mettere in discussione alcune sue certezze e dopo la sosta voglio vedere una squadra cazzuta e cattiva. Con 3-4 vittorie di fila, la classifica si accorcerà e potremmo risalire come l’anno scorso nello stesso periodo.

    Nel post mi sono dimenticato di dare dell’idiota a Boateng che ha continuato a cercarsi il rosso.

    E mi chiedo cosa veda Allegri in Emanuelson per schierarlo con continuità come centrocampista. Sia col Viktoria che ieri c’era Aquilani disponibile. Che non è Iniesta, ma almeno ha un piede più decente di quello di Ema.

  3. Diavolo1990

    Guardiamo il lato positivo: se non si rompe nesta facciamo 0-0. La Juve crea ma segna su errori individuali. E’ evidente che manca un gioco e un attacco degno di tale nome che non riesce più a supportare il peso della squadra come faceva lo scorso anno dove riuscivamo a vincere correndo di meno e creando meno.

  4. Comunque sappiate che, eventualmente, esonero di Allegri = ritorno di Ancelotti. Al 90%.

    Che non vorrei leggere Diavolino e DNA implorare la cacciata e dopo un giorno insultare pure Ancelotti. Mettetevi il cuore in pace che se mai dovesse succedere, la soluzione più probabile sarebbe il ritorno di Carletto. Poi scegliete che direzione prendere.

  5. che fare e c’ è bisogno di chiederlo?

    Cacciare l’ allenatore e assicurarsi che non si avvicini a milanello per un raggio di 1000 jm. Oltre tutto ho il sospetto che tutti questi infortuni siano il risultato dell’ ennesima preparazione fallimentare che sarebbe già la terza su tre. Lo scorso anno partimmo da cani, a gennaio ripartimmo da cani e quest’ anno ripartiamo da cani.

    ma noi andiamo avanti cosi che andiamo bene

  6. esonerato Allegri e dentro Ancelotti?

    ma scherziamo veramente? E dove sta scritta questa cazzata?

    Ancelotti per carita di Dio il secondo peggior male della storia milanista dopo Allegri

  7. mi viene il vomito al solo pensiero di Carletto in panchina.

  8. Ancelotti è uno di noi, non abbiamo dirigenti particolarmente avvezzi alle novità clamorose, quindi secondo l’eventuale successore di Allegri sarebbe Ancelotti, finchè resta su piazza.

    Scordati che vadano a prendere un Van Gaal, per dire.

  9. Ancelotti è uno di noi quando vado al bagno e ho bisogno di stimoli…

    confido sempre in un colpo di coda di Silvio…..meglio finire sotto un tir che rivedere Ancelotti in panchina.

  10. una dirigenza seria metterebbe in panchina Van basten….uno di polso che da la scossa…altro che commentatori di sky

  11. fabregas11_Robinhood 3 Ottobre 2011 at 14:17

    van basten??? uno che ovunque è andato ha fatto ridere?????

  12. Io non so chi potrebbe sostituire Allegri, ma non penso che Ancelotti , almeno l’ultimo visto al Milan, saprebbe fare meglio. Se poi è una questione dello spogliatoio che non vuole più Allegri si sta freschi. I soliti galli nel pollaio che solo un Capello saprebbe tenere a bada.

    dna: purtroppo penso che SB non abbia molto tempo e voglia di pensare al Milan, visto com’è messo con l’Italia e con gli italiani!
    Però se volesse dare una sterzata a tutto l’ambiente sarebbe apprezzatissimo!

  13. Diavolo1990

    Capello, Hiddink, Lippi.
    Finalmente vedere un campo una squadra che gioca in maniera normale.
    Allegri resta perché è lo zerbino del presidente

  14. fabregas11_Robinhood 3 Ottobre 2011 at 14:51

    vai a cagare te e lippi!!

  15. magari lo fosse solo del presidente. Ho idea che la trafila sia molto lunga. A Fantozzi volevano bene tutti. Dal mega presidente al geometra Calboni dell’ ufficio sinistri.

  16. Lippi da di stomaco anche a me, ma fra lui e Ancelotti lui tutta la vita.

  17. Diavolo1990

    Se Camisa fosse in lettura sarei curioso di sapere un suo giudizio sulla partita di ieri, sull’allenatore e la mentalità di giocare per il pari e se come io penso abbiamo mandato a puttane un titolo che potevamo vincere facile

  18. pure io… 🙄

  19. abbiamo mandato a puttane un titolo che potevamo vincere facile

    Come l’anno scorso… chissà ci prendi di nuovo.

  20. Diavolo1990

    L’anno scorso? La situazione dello scorso anno era un fiorellino in confronto a questa…. tre punti in più e gli scontri diretti ancora da giocare

  21. parliamo dello scorso anno in cui vinciamo uno scudettino senza troppe rotture causa superiorità schiacciante della rosa e suicidio di massa delle avversarie…

    fermo cagarsi addosso non appena il povero Leo prende in mano una defunta Inter…

    in questa stagione dove le avversarie mettono pressioni fin da subito e la nostra rosa è un tantino meno superiore delle altre anche per gli infortuni crollo di massa….

    la squadra tira fuori la sua vera identità figlia della poca personalità davanti agli ostacoli, del non gioco e della programmazione sbagliata…

    è bastato un minimo di difficoltà per far saltare tutti i numerosi scheletri che lo scorso anno grazie al buon rendimenti di alcuni singoli abbiamo nascosto

  22. Tutti discorsi inutili.
    Il Milan vincerà il campionato per il semplice fatto che ha Ibra il quale,ad un certo punto,si incazzerà e risolverà le cose da solo così come ha sempre fatto in Italia.
    Mi fa ridere leggere di uno Scudetto perso alla quinta d’andata,ameno che il vento pro Napoli che ha soffiato maestoso Sabato sera non sia qualcosa di già prestabilito,ma non voglio crederlo.

    Spero almeno che la partita di ieri risollevi il dibattito sull’importanza dell’atletismo e dell’intensità nel calcio di oggi,aspetto questo che segna un gap immenso con le altre big d’Europa,e soprattutto spero anche che gli allegriani si convincano finalmente di aver vinto uno scudetto solo ed esclusivamente grazie a Ibra e a quanto messo in cascina nel girone d’andata a scapito del gioco,cosa questa che rende questo Milan il peggiore degli ultimi dieci anni.
    Non vedo in giro come ci possa essere gente che ancora lo nega magari dando addosso a gente come dna che non fa altro che dire la sacrosanta verità.

  23. Diavolo1990

    Matto a parte il vento pro napoli ci sono due big match persi contro due mezze squadre che potevano essere affossate sul piano psicologico e abbiamo fatto rinascere.
    Come sarebbe finito lo scorso anno se il Milan avesse perso a Napoli e nel derby?
    Inter campione e Napoli secondo.

  24. baresi6persempre 3 Ottobre 2011 at 18:24

    Ma è un blog sul Milan o il muro del pianto??

    Punto primo Allegri non se ne va perchè non siamo l’inter e perchè non sono due sconfitte con napoli e juve che pregiudicano una stagione. Punto secondo questo non è il vero Milan causa infortuni vari.
    Siamo alla quinta partita giocata e sembra che dobbiamo sperare in una salvezza risicata.
    Personalmente non apprezzo Allegri per le sue scelte ma bisogna anche dire che diversi giocatori appaiono molto sottotono.
    Van Bommel è l’ombra di se stesso, ha sbagliato più passaggi in 5 partite che in una carriera, Boateng è appena rientrato da un infortunio, Robinho e Pato sono tutt’ora infortunati, Nesta è a mezzo servizio, Abbiati in periodo no.
    Se a tutto ciò ci aggiungiamo che Allegri è in confusione totale, tanto da schierare tre emerite chiaviche quali Bonera, Zambrotta e Nocerino, è normale essere dove siamo.
    Aspettiamo le partite dopo la sosta e ne riparliamo…

  25. Anche l’anno scorso il Milan ha perso con la Juve,perlopiù in casa.
    Il derby di ritorno fu decisivo e il Milan lo vinse dopo che a Palermo sembrava essersi celebrato il de profundis (ribadisco quello che dissi al tempo e cioè che il video di Buffa fu autentica ridicolaggine addirittura definita LECTIO MAGISTRALIS……Mio Dio….) quando poi la sosta rigenerò il Milan mentre l’Inter,già stremata,collassò (derby e Schalke).

    Il Napoli,che ha schifosamente rubato la partita Sabato sera all’Inter,pur essendo un’ottima squadra,la prima volta che ha provato a fare un minimo di turnover ha perso con il Chievo,non dimenticatelo.

    Alla quinta di andata non ha senso parlare di scudetto perso.

    Io parlo per l’Inter e voi per il Milan:quello che è preoccupante è una condizione atletica pressochè inesistente (l’Inter viaggia a due all’ora,il Milan a tre all’ora) e il totale non gioco delle due squadre (senza Sneijder l’Inter non crea nulla,senza Ibra il Milan non fa paura a nessuno).

    Torniamo a riflettere su queste cose.

  26. Diavolo1990

    Matto il Milan vinse il derby proprio perché giocò come indicato da Buffa.

  27. Diavolo1990

    Ma è un blog sul Milan o il muro del pianto??

    Penso che se vai da elbonito su MBC o su diabolicomilan da Zioalduccio di pianti ne trovi anche peggiori.
    Per non parlare del night

  28. Matto, riflettiamo pure ma che ci possiamo fare, ora a ottobre, se le squadre sono queste?
    Dell’Inter non parlo, ma del Milan dico che ieri sera è stato il punto più basso da anni a questa parte.
    Non concordo quasi mai con dna, ma il fatto che Allegri non abbia tolto Seedorf è da processo!

  29. Al netto di qualche decisione arbitrale un po’ dubbia,il Milan vinse il derby perchè giocò ad un ritmo che un’Inter ai minimi termini sul piano fisico dopo una lunga rincorsa non fu in grado di contrastare.
    Quel derby è sembrato la partita di ieri sera.

    Riguarda la partita,riascolta il video di Buffa e ti accorgerai che le due cose non c’entrano nulla l’una con l’altra.
    Semplicemente il Milan giocò con un’intensità che il ridicolo 4-2-4 dell’Inter non fu in grado di sostenere.

    Poi chissà,il calcio è fatto di episodi:nel momento in cui Chivu fu espulso la partita finì e chissà quante altre volte Eto’o sbaglierà un gol del pareggio da 30 cm. Ma questi sono episodi che fanno parte del gioco,si sospira e amen.

    Se si parla di calcio invece,quel derby assomiglia molto alla partita di ieri sera: una squadra che andava a mille arrivando prima su ogni pallone contro una squadra che se anche avesse voluto reagire tecnicamente o tatticamente,non aveva i mezzi fisici per farlo.

  30. A fine anno vorrei il Mancio.

  31. A fine anno vorrei il Mancio.

    Piuttosto la morte!

  32. @yom

    Ne parlavamo ieri sera: è inutile fare discorsi di natura tecnica e tattica,ognuno la pensi come vuole.

    Io mi limito,da spettatore del Milan, a fare le stesse considerazioni che mi vengono in mente quando guardo la mia Inter: C’È UN ABISSO DI NATURA FISICO/ATLETICA CON QUASI TUTTE LE ALTRE SQUADRE CHE INCONTRIAMO.

    Dopodichè voi potete stare a qui a scornarvi tra fan di El Shaarawy contro fan di Seedorf,mentre su Bauscia si scannano tra fan di Obi e fan di Zanetti; l’unica cosa che resta è che fisicamente,atleticamente e sul piano dell’intensità Milan ed Inter sono due squadre che viaggiano alla metà della velocità di qualunque avversario.
    Se poi il discorso lo sposti sul piano del gioco,ripeto quello che ho detto prima: l’Inter senza Sneijder non crea nulla,il Milan senza Ibra non fa paura a nessuno.

    Squadre come il Napoli e la Juventus hanno invece un’idea di gioco,la Roma se lo sta costruendo.

    Noi no. È un fatto.

  33. La Morte non lo conosco, ma il Mancio mi piace.

  34. il milan ha la rosa da scudetto per i motivi che dici te matto quindi il vincerlo o meno non sposta di una virgola il mio giudizio sull’ allenatore.

    Lo scudetto è il compitino visto che che il napoli non ha riserve .

    Visto che è in discussione pure il compitino è bene suonare a morto.

    Sposta molto invece il come vengono pianificate alcune partite e dei crolli della squadra di fronte alle difficoltà.

    Gli infortuni pesano ma una squadra che si può permettere di mettere Ibra e Cassano in avanti e di mandare in tribuna un campionicino come El92 è una rosa in grado di tenere testa a questo tipo di Juve.

    Tutto vero quello che dice matto. Sempre molto fine nei ragionamenti. Il Milan non ha gioco. Una squadra senza gioco può andare avanti fin quando i solisti fanno il loro. Non ha nemmeno senso di squadra o carattere visto che sa solo piangere di fronte alle difficoltà. Il Milan necessita di una scossa. Tattica e caratteriale..

    e basta con questa vaccata che la nostra identità è il 4-3-1-2…come se noi ci potessimo permettere di dire che abbiamo un identità

  35. Al netto di qualche decisione arbitrale un po’ dubbia

    Matto, che ti succede? Sei colto dopo sei mesi da un attacco di pianginite?Non l’avrei mai detto.

  36. e basta con questa vaccata che la nostra identità è il 4-3-1-2…come se noi ci potessimo permettere di dire che abbiamo un identità

    Si è quel magico 4-4-2 che hai proposto te.

  37. Assolutamente no juan,però anche in quella partita ci fu qualche decisione un po’ così…..ma appunto perchè non mi sono ancora ammalato di pianginite di certo a sei mesi di distanza non mi metto a fare polemiche sul nulla! :mrgreen:

    E cmq,my friend,non è che quando il Milan vince è sempre sempre sempre sempre limpidissima la cosa! 😉 Visto che mi viene sempre fatta la moviola contro,anch’io rivendico il diritto quantomeno di discutere su certi episodi!!!

    Anche se mi sembra chiaro da queste prime giornate da che parti soffi “il vento della vendetta”….

  38. E apprezza juan il mio politicamente corretto modo di esprimermi usando l’aggettivo dubbia!

    Mentre per quello che ho visto Sabato sera concedimi,senza darmi del piangina,di dire che mi hanno fottuto la partita!!! 🙄

  39. Diavolo1990

    il Milan senza Ibra non fa paura a nessuno.

    Il Milan senza Ibra ha vinto lo scudetto nel finale di stagione lo scorso anno contro un inter con Snejider!

  40. Ma per “episodio dubbio” intendi il fallo di mano di Maicon?

    No perchè sai com’è, visto che su BC non fanno che piancgere e gridare al complotto da due giorni, addirittura andando a ripescare una moviola del famoso juve inter del 98′, non vorrei che ti abbiano contagiato.

  41. Si Matto, è stato un furto a mano armata. E non sto usando un tono ironico.

  42. Diavolo… Ora non ho tempo (ho visto solo adesso che mi hai chiamato in causa).

    Se riesco passo domani… In ogni caso credo che mercoledì spenderò qualche riga tattica in merito alla partita di ieri.

    Rispondo, però, quickly alla tua domanda: “[…] giudizio sulla partita di ieri, sull’allenatore e la mentalità di giocare per il pari e se come io penso abbiamo mandato a puttane un titolo che potevamo vincere facile”.

    1. Quella di ieri è stata la peggiore partita della gestione di Allegri, insieme a Palermo – Milan.
    2. L’allenatore ieri sera ha sbagliato tutto, ciò non toglie che (a mio parere) rimane il miglior allenatore del campionato insieme a Guidolin.
    3. Ieri si è giocato per il pari perchè tutti dall’AD ai giocatori sapevano che non potevano fare di più. Non è stata una questione di mentalità, ma fisica. E’ andata bene per 86 minuti, poi un rimpallo ci ha giustamente castigati.
    4. Non abbiamo mandato a puttane nulla.

  43. No no no juan,io sono immune a certe cose.

    @Diavolo90

    Non devi concentrarti su poche partite,devi guardare la visione d’insieme nel complesso: il peso specifico di Ibra è determinante,l’Ibra-dipendenza si manifesta anche in questa forma.

    Lo scorso anno,una volta vinto il derby,il Milan condusse il campionato in porto in scioltezza,ma una sola partita,per quanto ottima,non fa testo.

    Guarda le cose nel loro complesso,non estrapolare l’episodio anche perchè basterebbe pensare a quanto accumulato nel girone d’anadata quando Ibra c’era mentre l’Inter giocava con Natalino per trovare un esempio che faccia da contraltare.

  44. ANCELOTTI TUTTA LA VITA, A PATTO CHE SI ELIMINI QUEL NEGRO DI MERDA

  45. il 4-4-2 andava utilizzato ieri non ho detto che ne farei un marchio di fabbrica. Anche perché non vedo questo Milan nelle condizioni di avere marchi di fabbrica particolari.

    Comunque mi viene il dubbio che ci sia un’ imposizione dall’ alto. Usci Galliani con questa precisazione prima della partita di Barcellona.

    Come se noi fossimo il Barcellona e dovessimo giocare sempre allo stesso modo fregandosene delle avversarie.

    Su Allegri. Sinceramente non capisco cosa possa piacere di lui ad alcuni. Sinceramente a parte un buon catenaccio (quando ha voglia di farlo) mi sembra abbia carenze in tutto. Una volta almeno era l’ allenatore che non guardava in faccia a nessuno ora mi sembra quello che guarda molto ai senatori. Bo ognuno ha i suoi gusti.

    Una delle cose che mi fa impazzire di lui è il suo modo di affrontare il dopo partita.
    Perché ogni volta che come ieri sera sbaglia tutto dice: “Abbiamo sbagliato tutto”. Perché abbiamo?

    Hai sbagliato tutto. Mica l’ ho fatta io la formazione o qualcuno dei giocatori.
    Mai una volta che ammetta le cazzate fatte. Se qualcosa è andato storto:

    abbiamo avuto gli infortuni, giocano sempre gli stessi, sono tranquillo, non penso alla classifica.
    Ma se giocano sempre gli stessi di chi è la colpa? Ma è lui che fa le formazioni o se la prende con chi se ne occupa?

    Poi perché sui giocatori che non gli piacciono fa tiritele tecniche di 20 minuti e su quelli che gli piacciono non dice mai nulla?

    Investì mezza intervista a spiegare tutto quello che non gli era piaciuto di taiwo (solo lui aveva dato importanza a una serie di cose irrilevanti) che per me aveva toppato solo un posizionamento su cross e non dice nulla quando sbagliano Seedorf, Zambrotta, Gattuso, Bonera e via dicendo.

    Seedorf avrà perso 20 palloni, ha giocato da fermo, ha sempre perso l’ uomo gli avesse fatto un appunto. Zambrotta si è fatto trebbiare e recuperare palla tutte le volete che superava il centrocampo…niente buio completo nemmeno un rimproverino piccino piccino.

    I calci d’ angolo. Perché vengono battuti corti con i centrali in area?

  46. mancavano questi post post partita 😉

Comments are closed.