Diego Lopez 6,5: sul gol poteva fare di più; va così a macchiare una prestazione superlativa. Ci dà più sicurezza lui che nostra madre.

De Sciglio 6,5: dopo un avvio di stagione da denuncia penale, si riscatta e gioca un buonissimo derby. Resta da capire se è un lampo temporaneo o un primo segnale di ripresa.

Mexes 7: imperioso. Non sbaglia nulla, anche se va detto che il diretto avversario è l’imbarazzante Icardi.

Zapata 5,5: non fa neanche male dati i suoi standard, poi un errore che vale mezzo gol preso.

Rami 6,5: da terzino fa meglio di Abate. Sempre in campo il nostro Adil.

Essien 6: la sua miglior partita da quando è al Milan. Che equivale ad un risicatissimo 6.

Muntari 5,5: pronti-via e già manda in porta Icardi. Buona l’apertura che porta all’assist di El Shaarawy, poi cambia di nuovo maglia e torna a giocare per l’Inter.

Bonaventura 7: qualità, ordine, grinta, duttilità. Tutte grandi doti, se fosse in un sistema di gioco più rodato sarebbe il giocatore che spacca gli equilibri. Acquisto del siglo.

Menez 6,5: un gran gol, qualche buona giocata. Pecca di continuità ma ormai lo conosciamo: prendere o lasciare. E al momento lo prendi eccome.

El Shaarawy 5: una buona partita condita dall’assist per il temporaneo vantaggio. Ma la traversa da zero metri gli vale almeno un voto in meno. Svegliati Stephan.

Torres 5: fino a quando dovremo aspettarlo?

Inzaghi 6: perfetta l’intuizione di Rami terzino destro e buono l’approccio nel primo tempo. Se El Shaarawy avesse centrato il bersaglio grosso anzichè la traversa, saremmo qui a decantarne le lodi. I cambi però sono tardivi.

Mattia Urbinati

Posted by Mattia Urbinati

Prima c’era il gioco del calcio, poi è arrivato il Milan. Da quel momento tutto è cambiato. (L'Equipe)