Come si può parlare di tattica quando, prima di tutto, alla nostra squadra manca carattere e voglia di portare a casa la vittoria. E’ in momenti come questi che va criticata aspramente la prestazione, perchè riuscire a creare solo nel finale delle palle goal limpide contro la penultima in classifica è veramente troppo poco, per chi punta alle zone alte della classifica.

I punti cardine della deludente prestazione sono sostanzialmente due: l’atteggiamento delirante di Sinisa che schiera in linea con gli attaccanti sia Cerci che Bonaventura e la sensazione – non segna da più di un mese – che Bacca non riesca a dare il meglio di se in coppia. Ma partiamo dalla scelta avventata di schierare quattro giocatori in linea, compromettendo la stabilità e gestione della palla in mezzo al campo. Questo porta ad avere quattro giocatori sul fronte d’attacco che attendono il pallone tra i piedi, perchè nessuno di loro riesce e/o prova ad attaccare la profondità con successo; unica eccezione è Jack, il quale cerca nell’arco della gara di accentrarsi e portare squilibrio nelle maglie avversarie. Ma le analogie con la prestazione in coppa contro il Crotone sono evidenti e scommetto che Castori abbia visto la gara, replicandone la prestazione del Crotone e risaltando ancora una volta i nostri limiti.

Infine, come detto in precedenza, le prestazioni di Bacca con un compagno di reparto sono nettamente inferiori rispetto a quando viene utilizzato come unica punta. Quello che si nota è chiaro: con una seconda punta alle sue spalle – in generale che gli giri a torno – entra in contatto con un numero inferiore di palloni, che è già esiguo visto il gioco scadente visto ieri sera. Questo dunque è un problema da risolvere, infatti anche dopo l’entrata in campo di Luiz Adriano si ha la medesima situazione; anche in questo caso è quest’ultimo a farsi carico dei palloni nella trequarti avversaria.

Si è parlato del calendario facile che avrebbe affrontato il Milan da qui alla sosta, che secondo molti avrebbe permesso di scalare posizioni e invece quello che si evince dal match di ieri sera è una squadra che merita di “bazzicare” in quelle posizioni.

Mauro Fede

Posted by Mauro Fede

Appassionato fin da bambino del gioco del calcio, merito di mio padre e di Paolo Maldini se sono rossonero. Il mio punto forte? Analizzare dal punto di vista tattico qualunque partita, andando al di là delle semplici statistiche. Non solo di questo mi interesso, ho un ottimo feeling con l'informatica che mi porterà ad avere nei prossimi mesi una laurea in questo campo.