Hanno mandato Di Paolo al VAR e Di Paolo ha fatto quello che doveva fare. Il VAR non lo ha usato. Non lo ha usato quando Ibrahimovic in area viene fermato da Medel con una testata. Non lo ha usato nel rigore ancora più evidente su Giroud perfettamente cinturato in area di rigore – ma come insegna il derby di Coppa Italia per il Milan non è mai rigore in questo caso. D’altronde una decisione perfettamente in linea con la farsa di domenica sera che ci ha già detto chi deve vincere il campionato per evitare il fallimento.

Il Milan ha giocato male e non meritava di vincere? Questo lo diranno i soliti coglioni del twitter che vorranno apparire sportivi. Il Bologna ha messo antisportivamente il solito bus, abbiamo avuto tre palle gol nettissime e due rigori non dati. Non si può vedere in Serie A squadre così – o meglio non si possono vedere squadre così finire in undici e non venire mai sanzionate dal solito arbitro esordiente a San Siro.

Per l’ennesima volta la partita è stata preparata male e l’allenatore non ha saputo trovare alternative diverse. Da sottolineare con la matita rossa i gravi errori di Messias deludente che continua a giocare titolare e la sostituzione di Giroud invece di provare le due punte contro chi ha messo il bus (Ibra ha fatto peggio e Bennacer era il migliore in campo).

La squadra era Leao dipendente e Leao è calato in maniera vistosa ritornando quello goffo e indolente dello scorso anno. Questo non è stato risolto in fase di mercato e non è stato risolto in fase tecnica. Parlare di scudetto risulta, purtroppo, oltremodo ridicolo sia per il risultato di stasera sia per la farsa di questo campionato che ci vede mancare 5-6 punti e ne vede altrettanti regalati alla nostra avversaria.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria (30’st Florenzi), Kalulu, Tomori, T. Hernandez; Tonali, Bennacer (25’st Kessie); Messias (1’st Rebic), B. Diaz, Leao; Giroud (25’st Ibrahimovic). A disp.: Tatarusanu, Mirante, Ballo-Touré, Castillejo, Krunic, Bakayoko, Gabbia, Saelemaekers. Allenatore: Pioli.

BOLOGNA (3-4-1-2): Skorupski; Soumaoro, Medel (38’st Bonifazi), Theate; Hickey (26’st Kasius), Schouten, Svanberg (26’st Soriano), Dijks (38’st Mbaye); Aebischer; Barrow (15’st Orsolini), Arnautovic. A disp.: Bardi, Binks, Sansone, Viola, Mbaye, Santander, Vignato, Falcinelli. Allenatore: Mihajlovic (in panchina Tanjga).

ARBITRO: Marinelli di Tivoli.

NOTE: Ammoniti: Dijks, Orsolini (B). Recupero: 0’pt, 8’st

 

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.