Va subito detto che probabilmente questa partita un anno fa non l’avremmo vinta e che il risultato maturato sul campo è comunque meritato in virtù dei due pali presi oltre al gol e di, comunque, un numero nettamente migliore di occasioni. L’abbiamo vinta lo stesso e vale la pena, comunque, di considerare una cosa positiva il portare tre punti a casa nonostante l’orribile prestazione odierna. Il Pescara ci ha messo in difficoltà perché non ci ha aspettato e ci ha colpito dove siamo deboli: nell’uscita di palla nei primi 30 metri – noi abbiamo fatto lo stesso con loro ed infatti, per l’ennesima volta, il gol del Milan non arriva su azione, non arriva come frutto di un preciso gioco che porta a servire gli attaccanti, ma arriva su calcio piazzato e su prodezza individuale. E’ un gioco speculativo, a volte decisamente simile a quello che Allegri fa con la Juventus: non puntiamo a costruire ma puntiamo a sfruttare l’errore per fare gol e questo, secondo me, non è ammissibile a San Siro contro una neopromossa che quest’anno l’unica partita vinta lo ha fatto a tavolino.

E’ evidente che c’è stato un calo nel gioco di questo Milan dopo la sosta: andando a vedere gli ultimi gol abbiamo, rispettivamente, col Sassuolo due tiri da fuori, un rigore, un colpo di testa su corner, a Verona due tiri da fuori ed una carambola, con la Juve un altro tiro da fuori, oggi una punizione sotto la barriera – dopo una fase in cui avevamo, invece, incredibilmente accentrato il gioco su Bacca – tanto è vero che prima del Sassuolo ci si accusava di non fare gol coi centrocampisti. Qualcosa là davanti non va e probabilmente è Carlos Bacca perennemente marcato ed annullato dai difensori avversari – Bacca è l’uomo in meno del Milan nelle ultime partite in cui si sente maledettamente la mancanza di un centravanti che faccia quel gioco sporco per i compagni che è poi quello che ha fatto Lapadula nel primo tempo col Chievo. Su questo – lo ribadisco – il Milan deve recuperare Luiz Adriano che è l’ideale per questo tipo di gare altrimenti sei costretto a farti attaccare dal Pescara per ottenere spazi con un risultato perlomeno disdicevole.

Va migliorata l’uscita della palla. Ad esempio non può essere accettabile la sequenza di passaggi “portiere, difensore, portiere” su rimessa dal fondo: spazzala subito e fai salire la squadra. Non può essere accettabile che l’uomo in difficoltà invece di spazzarla avanti la dia indietro a compagni altrettanto pressati rischiando di fare la frittata (lo ha fatto Locatelli e lo ha fatto De Sciglio, oltre che Sosa e qualche volta anche Romagnoli). E capisco che Locatelli abbia il fan club personale visto che toglie il posto all’odiato capitano ma oggi ha fatto la seconda partita consecutiva insufficiente e con poca personalità – sarebbero state tre di fila se con la Juve non avesse trovato la prodezza. Non può essere titolare non perché sia scarso, semplicemente perché non è pronto – e in questo spero di recuperare al più presto uno tra Mati e Bertolacci (sì, credo ancora in lui, se molti sono migliorati rispetto ad un anno fa, perché lui no?) perché da uno che gioca lì mi aspetto di più. Va considerato, infatti, l’emergenza totale a centrocampo che ci costringe a schierarlo titolare.

Le note liete della giornata arrivano da Suso, Gustavo Gomez che dopo un primo tempo mediocre ha spazzato qualsiasi cosa nel secondo, Pasalic – vera sorpresa del giorno – mi auguro venga riproposto. Ha recuperato anche una condizione accettabile Abate, galvanizzato dalla fascia, dopo il pessimo inizio di campionato. Malissimo Sosa che ha forse sciupato l’ultima chance di giocare una gara con la maglia del Milan mentre il vero top è ormai Donnarumma che sinceramente mi ha stupito per la crescita pazzesca nell’ultimo anno: fa almeno una parata impossibile a partita e la fa sembrare facile. Alla fine, forse, la differenza rispetto all’anno scorso e proprio lui.

Da sottolineare, inoltre, tre aspetti fondamentali per il proseguo del campionato emersi nella giornata di oggi

  • Anche oggi manca un rigore al Milan per fallo su Bacca in occasione del palo di Niang. Non so se ci stiano facendo pagare il gol di Pjanic, fatto sta che questi episodi iniziano ad essere troppi ed ogni volta noi facciamo finta di nulla. E’ il momento di alzare la voce perché se oggi abbiamo vinto lo stesso, la prossima volta potrebbe non essere così
  • E’ vergognoso vedere squadre come il Pescara o l’Empoli (o l’Atalanta, o il Sassuolo) affrontare partite in maniera diversa a seconda dell’avversario. Il Genova ha dato tutto martedì per crollare oggi. La Sampdoria si è risparmiata allo Stadium per la partita di stasera e – in generale – la Juventus gode di una buona stampa che fa sì che molto spesso contro di lei gli avversari rinuncino in anticipo ad ogni velleità. Credo che questo fosse già stato evidente negli anni scorsi ma molti iniziano a notarlo solamente quest’anno quando i bianconeri sono più vulnerabili prendendo gol spesso e volentieri. Rimane comunque inaccettabile che la capolista giochi spesso delle amichevoli.
  • Quando la stessa Juventus vince partite così (vedi Palermo) si parla solamente di mentalità e Juve “cinica”

Tolto quanto sopra l’unico ed implacabile giudice resta il campo ed i punti in classifica. Punti in classifica che ammontano 22, a -5 dalla capolista, davanti al Napoli. Arriveremo al derby davanti all’Inter in classifica. Arriveremo probabilmente a Natale in lotta Champions League. Alla faccia di chi ha bollato troppo presto questa squadra come squadra da sesto posto finale e continua a seminare odio ingiustificato. Siamo terzi, alla faccia loro e alla faccia dei nerazzurri. 

MILAN – PESCARA 1-0 (primo tempo 0-0)
MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Gomez, Romagnoli, De Sciglio,; Sosa (68′ Kucka), Locatelli, Bonaventura; Suso, Bacca (84′ Luiz Adriano), Niang (61′ Pasalic). A disp.: Gabriel, Plizarri, Zapata, Ely, Poli, Honda, Cutrone, Lapadula. All.: Vincenzo Montella
PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Coda (74′ Biraghi), Fornasier, Crescenzi; Memushaj, Brugman, Aquilani (56′ Cristante); Mitrita (77′ Manaj), Benali; Caprari. A disp.: Fiorillo, Bruno, Pepe, Vitturini, Pettinari, Muric. All.: Massimo Oddo
Arbitro: Daniele Doveri (Roma)
Marcatore: 49′ Bonaventura (M)
Ammoniti: Abate (M), Brugman, Mitrita (P).

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

11 Comments

  1. Che dire di questa sofferta e tribolata partita?
    Soltanto che i gufi stavano pregustando un altro mezzo passo falso del Milan ma la gioia di questi anti-milanisti gli si è strozzata in gola.
    Contro il Pescara non si è visto il grande Milan che sogniamo.
    Oggi a San Siro si è vista una squadra che lottava e ‘sputava sangue’. Alcuni elementi, come Niang, hanno giocato in non perfette condizioni fisiche. Altri come Kucka hanno confermato il momentaneo appannamento fisico. Sosa non ha demeritato e Gomez ha dimostrato, quasi sempre, che nel Milan può starci benissimo.
    Un Milan convalescente cui è stato negato l’ennesimo penalty e l’ennesima superiorità numerica(se pensiamo a Genova ed all’espulsione di Paletta monta una rabbia infinita).
    Ma i ragazzi rossoneri ce l’hanno fatta ancora una volta.
    Hanno vinto meritatamente contro tutto e contro tutti.
    Avanti così splendidi rossoneri e non leggete i giornali e non ascoltate i commenti dei media prezzolati e di regime.
    A loro non sta bene che il Milan sia terzo in piena zona CL.
    Ma a noi veri tifosi del Milan non importa un fico secco di quel che pensano le testate di stampa che odiano Berlusconi ed il Milan!
    Avanti così ragazzi, siamo con voi anche e soprattutto ora dopo le critiche feroci dei ‘nemici’a seguito della deludente partita di Genova.
    Ma ora basta e ricordate, da subito, che anche a Palermo sarà durissima!

  2. Personalmente tutta questa teoria del complotto non la vedo, come non vedo tutti questi rossoneri che sperano e si augurano di veder perdere il Milan. E’ vero che molti tifavano contro per protesta dei confronti di Berlusconi e Galliani, ma oramai stanno arrivando i cinesi e, per adesso, tutto è cambiato.
    Abbiamo giocato da schifo, ma quando vinco non me ne frega niente.
    A Palermo sarà dura… ma perchè è sempre dura per noi quando i siciliani in casa le hanno perse tutte? Nell’ordine: Sassuolo, Napoli, Juventus, Torino, Udinese. Adesso arriviamo noi e improvvisamente diventeranno invincibili. Merito loro o merito nostro?
    Tra poco spero che l’allenamento svolto dalla Samp mercoledì a casa dei gobbi serva per fare il c..o alle merde.

    1. E’ vero che molti tifavano contro per protesta dei confronti di Berlusconi e Gallian

      E queste persone si devono solamente vergognare. E staremo ben attenti, perché hanno perso il diritto di tifare Milan.

      1. Molto più semplicemente e molto meno autoritariamente, chi tifa contro per un qualunque motivo non è un tifoso.

    2. Amico mio allora spiegami perché Carlos Bacca si è avvicinato all’arbitro di fondo campo aprendo il palmo della mano e dicendogli che era la quinta volta che nelle diverse partite gli veniva negato un plateale penalty commesso su di lui. Peraltro in due occasioni, come quella di ieri, ci sarebbe stata anche l’espulsione dell’ultimo difendente. Allora fammi giocare in superiorità numerica e magari sul 2-0(penalty realizzato) e dimmi poi se i giudizi sulla prestazione della squadra non vanno a farsi fottere. Carlos Bacca è quel giocatore lì… una macchina da gol che se viene bloccata, spessissima-mente in modo irregolare, allora diventa una macchina inutile …anzi ingombrante. Anch’io avevo perorato la causa Lapadula…ritengo che possa sostituire Carlos Bacca se il Milan, giustamente sul piano economico, recupererà l’investimento fatto. Poi Lapadula, ne sono quasi certo, non ci farà rimpiangere il colombiano. Montella ha detto che non ci pensa nemmeno lontanamente a cedere l’ex Pescara. Se il Milan. come io credo e spero, lotterà per vincere questo scudetto(Palazzo e ‘gentaglia’ come Banti permettendo) allora serviranno ai rossoneri sia Bacca che Lapadula. Ma smettiamo di dare, lo dico anche al mio amico Diavolo, argomenti che giustificano tutta la mer@a che spandono addosso al team Milan. Galliani da parte sua ha perfettamente ragione. Dopo aver onorevolmente fatto l’AD del Milan per trenta anni non può essere mandato a suonare i campanelli per pregare un giocatore di venire al Milan. Quindi chiedo per favore ai tifosi, che io definisco veri, che scrivono su questo blog, di stringersi attorno al Milan. Spero non sia una richiesta assurda!

      1. Se il Milan. come io credo e spero, lotterà per vincere questo scudetto…

        Senza offesa, ma o ti sei fumato qualcosa di buono o hai appena visto un film di fantascienza e ne sei rimasto completamente preso.
        Per carità , aspettiamo pure che rientrino tutti gli infortunati, ma attualmente se prende un raffreddore qualcuno o Montella fa qualche alzata d’ingegno, sono c…i amari. Anche al completo, senza almeno un paio di buoni acquisti a gennaio, la vedo molto dura lottare per il terzo posto.
        Non farti trarre in inganno che hai battuto i gobbi, loro a Natale, salvo impreviste follie, avranno già praticamente vinto il campionato.
        Però mi sta anche altamente sui co….ni che squadre come Samp o Sassuolo vadano da loro con il solo intento di farsi un semplice allenamento.
        Su Lapadula ho grossi dubbi e mi sembra che Montella me ne dia conferma. Però possibile che questo Adriano sia molto più utile?!
        Bacca è un finalizzatore, per il resto fatica a fare uno stop e una triangolazione. Forse a noi servirebbe qualcos’altro.

        1. In tema di rinforzi concordo perfettamente e spero che Mirabelli e Fassone siano andati a Londra per strappare il diritto di riscatto per Pasalic. Questo sarebbe già un ottimo rinforzo. Poi attenderei, per l’ultima volta, Bertolacci. Possibile che non sia più un giocatore fisicamente affidabile? Per il resto rimango della mia idea ritenendo gli esterni bassi del Milan tra i migliori in Italia(visto De Sciglio ieri?) Cmq forse pecco di ottimismo ma ricordo che quando tornò Josè Altafini, che era fuggito in Brasile per mera questione di pecunia, quel Milan, di Liedholm, perse uno scudetto già vinto. Le fantastiche punte erano Ciapina Ferrario e Fortunato! Se avessero continuato con loro, lasciando Josè in Brasile,(poi cedendolo in estate al Napoli come è avvenuto, avremmo uno scudetto in più!

  3. Massimo Oddo sostiene che Lapadula dovrebbe giocare sempre al posto di qualunque attaccante perche’ e’ piu’ forte. Anche se Montella e noi tifosi, volessimo verificare, la cosa e’ resa praticamente impossibile dalle reazioni di Bacca e Niang alle sostituzioni o esclusioni. Allora?

  4. Allora, caro Borgofosco, tifiamo Milan ora e sempre ma, per favore, non mettere la testa nella sabbia se qualcosa non va bene. Molte cose ieri non andavano bene. E stendo un velo pietoso su Bacca !

    1. Si Vittorio ho gli occhi per vedere(non ascolto durante la partita commenti di altri) e le orecchie per ascoltare. A fine partita sento i vari commenti e sorrido del contenuto demenziale che ascolto! Ribadisco che se l’arbitro avesse dato il sacrosanto penalty ed avesse espulso Coda, come da regolamento, il Milan avrebbe vinto di goleada. Probabilmente questo ennesimo episodio negativo ha ulteriormente innervosito alcuni giocatori(Carlos Bacca im primis). Poi io avevo perorato, in tema di pre-partita, che non venisse impiegato Bacca ma che si facesse giocare Lapadula. Temo che Vincenzino stia un po’ troppo alle gerarchie di spogliatoio! Questo potrebbe essere il suo vero limite. Temo che a Palermo stiano preparando trappoloni, nonostante ci sia Dejan De Zerbi un vecchio cuore rossonero, così come a Genova con il presunto prezioso amico. Bisogna sempre affrontare con molta umiltà la partita e non perché il Milan debba avere paura di chicchessia… ma per le trappole che il ‘Palazzo’ predisporrà… A proposito hai letto le dichiarazioni dello smemorato di Collegno? Pardon di Torino o della tabaccheria di Parma? Hanno una fottuta paura del Milan e già stanno scatenando le lamentele che con Conte li portò a rubarci lo scudetto Muntari! Facciamo attenzione e non facciamoci fregare un’altra volta! Ciao Vittorio…criticare è doveroso ma se fatto in modo costruttivo!

      1. Caro Borgofosco non metto in dubbio la efficienza dei tuoi occhi e delle tue orecchie. Tuttavia mi permetto di ricordarti che la squadra ha iniziato la partita con il Pescara in modo sconcio e ha suscitato in tutti noi una paura terribile della solita “maledizione ” o chissa’ che altro . Per un lungo interminabile lasso di tempo la cronaca di Mauro Suma , che per ottimismo ti supera addirittura, era intrisa di tristezza e paura. Lo stesso avveniva nel proseguo della partita. Il tutto seguiva la disfatta di Genova. Non e’ possibile per un tifoso capace di intendere e di volere far finta di niente. Non e’ possibile sperare nel riscatto di Pasalic o nella ripresa di Bertolacci per tornare grandi. Tu, amico mio, stravedi per chiunque faccia parte del nostro Milan e indossi una maglia rossonera o firmi assegni con una penna rossonera. Che fine facciano i baldi giovanotti dopo averli dovuto svenderli o regalarli, e che fine facciano i milioni del proprietario diventa secondario agli,occhi del tuo sincero amore. Non tutti siamo cosi’ amico mio, Milanforever e molti altri di noi scriviamo addolorati di doverlo fare , per cercare di incidere con misere inascoltate parole, sulle scelte future. Parlo piu’ chiaramente. Per me fino a Gennaio, carta bianca a Montella. Ma se fa minchiate lo scrivero’ sperando che mi legga ( figurati! ) . A gennaio spero che non si buttino piu’ milioni dalla finestra e si acquistino solo uno o massimo due grandi e giovani campioni. A giugno si tirano le somme e si vede di che pasta e’ la squadra ed i nuovi musi gialli. Purtroppo non riesco nemmeno nei sogni a sperare in un periodo come quello vissuto con Berlusconi. Se mi dici cosa fumi
        per sognare magari ti imito volentieri. Scherzo, Borgofosco . Apprezzo molto il tuo equilibrio, la fede rossonera e la memoria storica che hai.

Comments are closed.