E’ inutile aspettare la fine della stagione: la partita odierna segna ancora una volta il fallimento inesorabile e la fine dell’era Mihajlovic. Una squadra messa in campo in maniera indecente che non è riuscita nemmeno a fare la partita nella prima parte. Si è fatta rimontare. Ha subito per l’ennesima volta gol su calcio piazzato. E ha perso. Atalanta – Milan di oggi ricorda in maniera trasversale forse quel Torino – Milan di un anno fa. Si sapeva che l’esperienza di Mihajlovic sarebbe stata fallimentare e così sarà.

La partita di oggi è l’ennesimo scempio di una squadra messa sotto tatticamente come nemmeno un anno fa. Dopo essere partiti con la gara in mano siamo crollati per l’ennesima volta e lo abbiamo fatto senza mai colpo ferire. Ovviamente ora i soliti soloni ci diranno che la rosa non è all’altezza di Sassuolo ed Atalanta, che la società rema contro per non fare l’EL e andare in america (giuro – di tutte le stronzate questa vince per distacco) e che non si può cacciare il quarto allenatore di fila.

Peccato che Mihajlovic coi tre precedenti non c’entri assolutamente nulla. Ha avuto la fortuna di arrivare dopo lo scempio della gestione Inzaghi e di avere, quindi, sostanzialmente carta bianca. Ha avuto la fortuna di avere un mercato che Inzaghi non ha avuto. Ha avuto la fortuna di avere 6-7 titolari nuovi che Inzaghi non aveva. Questa è la squadra di Pippo Inzaghi con 90 milioni spesi. Nulla di più, nulla di meno. Ci vuole coraggio a dare ancora la colpa a chi gestisce se non hai Modric o Iniesta per dominare l’Atalanta.

Tanto è colpa di Bertolacci. O di Montolivo. Giocatori che dall’altra parte, per dire, sarebbero titolari fissi. Ma tanto ora si vede che c’è meritocrazia e vedrai come correranno in campo. Motivazioni inesistenti e condizione fisica precaria al 3 di Aprile. E un allenatore che ha fallito ovunque e si è limitato a fare il compitino. Giocatori come Suso, ad esempio, esclusi dal progetto tecnico da questo tecnico oggi hanno segnato una tripletta. Ma poi si continua a far passare con una malafede più assoluta e totale il messaggio che la rosa del Milan sia questa e di meglio non può fare.

Ad oggi l’unico motivo per difendere questa gestione fallimentare è un’acredine verso la società che però quest’anno il suo lo ha fatto. Certo, sembra che al Milan per poter competere ci voglia una rosa perfetta. Con tre cambi, tutti di livello, per ogni ruolo. Vietato adattare un giocatore, non sia mai. Imbarazzanti le prestazioni, imbarazzante chi continua a citare i quattro allenatori precedenti. Ogni stagione fa storia a se, ancora di più questa che ha avuto un mercato alle spalle. Di Francesco ci finirà davanti con una rosa nemmeno paragonabile alla nostra perché è riuscito a dare un gioco alla squadra. Noi vogliamo Iniesta e Modric per poter lottare per il quinto posto. E diamo la colpa alla società se con giocatori da nazionale non riusciamo a battere il Chievo. E’ chiaro che finché si troveranno capri espiatori come Bertolacci i risultati saranno questi – poi magari l’anno prossimo Bertolacci va al Genoa o alla Roma e comincia a segnare, e sarà colpa nostra, ovviamente, anche averlo venduto.

Per quanto mi riguarda l’unica possibilità di salvare la stagione è agire in fretta con l’esonero di un tecnico decisamente bravo ad abbindolare i tifosi a parole ma scarso in campo, come è sempre stato nella sua carriera. La coppa Italia può essere salvata e a questo punto Brocchi, per quanto inesperto, non so quanto possa essere peggio di un tecnico non da Milan, che non ha idea di cosa sia il Milan e che ha fallito su tutta la linea.

P.s. Bertolacci salta la Juve, settimana prossima è colpa di Poli.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

10 Comments

  1. Che il cazzone sia un proprio un cazzone lo dico da tempo ed e’ una delle poche cose che mi vedono assolutamente d’accordo con Diavolo. Che sia meglio esonerarlo subito e’ ovvio. Non vi sara’ alcuna scossa se resta ed arriveremo alla fine a pezzi e convinti di dovere fare l’ennesima epurazione degli ennesimi agnelli sacrificali. Ed invece l’unica cosa sensata e’ capire in queste partite che restano quali reali valori abbiamo. Per me Balotelli e Menez possono fare molto di piu’ di quanto creda il cazzone.E non solo loro. Oggi il cazzone ha schierato un centrocampo che avrebbe perso contro chiunque. Con Antonelli ed Abate possibilissimi esterni di centrocampo , mi fa giocare De Sciglio che io considero un centrale nato. Mi ricordo di Kucka esterno. Niente da fare , Diavolo : d’accordo, vada fuori dai coglioni. Ha sfasciato lo spogliatoio. Bonaventura ha parlato eufemisticamente di poca leggerezza, lo parlo di cafonaggine e bastasaggine.

    1. Non so che partita hai visto e se la hai vista… mai io lo avevo preannunciato e purtroppo lo dovuta subire. Me l’aspettavo e per questo non mi sono arrabbiato:

      Poco da dire in una partitata pilotata dall’alto con il solito show iniziale di Rocchi che consente a Doveri di concedere un penalty al Milan (stesso fallo non punito sul termine della gara d’andata a San Siro) ma alza il cartellino unicamente per intimidire i giocatori del Milan. Scandalosa l’ammonizione a De Sciglio, la non concessione di un secondo penalty commesso su Bertolacci dell’impunibile amico suo Diamanti. Quattordicesima sconfitta del Milan arbitrato dal ‘nostro di Firenze’. Impunità totale per gli atalantini ed una sola ammonizione, ai bergamini, a partita pressoché conclusa. Fatto il doveroso capello sull’arbitro che, ribadisco, io non vorrei arbitrasse neppure le amichevoli del Milan….veniamo a Mihajlovic che mi pare sia in pressoché totale confusione mentale. La decisione di portare la squadra in ritiro è figlia di una ingiustificata insicurezza e del fatto che i giocatori del Milan conoscevano Rocchi e sapevano cosa sarebbe potuto accadere se loro avessero messo grande agonismo. Non saprei dire se l’esperimento De Sciglio, un po come Rodrigo Ely a Firenze, sia totale demerito dell’allenatore piuttosto che dell’arbitro che pronti via, come a Torino nello scorso campionato, ha intimidito Mattia che proprio non è un cuor di leone.Gara vera conclusa con l’ammonzione dell’esterno alto milanista e poi lo show del ‘nostro di Firenze’ il quale concede un angolo inesistente, dal quale scaturisce il gol dell’Atalanta, e ammonisce Bertolacci, dopo ripetute scorrettezze di Diamanti sul romano mediano del Milan, che salterà la partita con la ‘sua giuve’. Questo qui oltre al danno prende sempre per il cu@o i tifosi del Milan regalandogli sconfitte a ripetizione e beffe infinite.

      Concludo dicendo che con arbitro Rocchi il Milan in 31 gare di campionato disputate ha conseguito ben 7 vittorie …ben 10 pareggi e ben 14 sconfitte. La giuve con quest’arbitro non ha mai perso neppure quando il Milan vinceva tutto e dappertutto. Sarà un caso oppure c’è una direzione occulta quando questo scampato a calciopoli viene designato ad arbitrare il Milan?

      1. Io ho visto l’ultima mezz’ora e ringraziodio che mi sono perso il resto. Ma basta e avanza per capire che hai ragione tu sugli arbritraggi e Diavolo ed io sull’allenatore.
        Per inciso: io ho visto bene Mario Balotelli.

  2. Milanforever 3 Aprile 2016 at 22:09

    Cazzo, è vero abbiamo Brocchi che scalpita facendo il pieno di successi e gioco con la primavera.
    Scusa, ma i vari Leonardo, Allegri (che è capra, ma alla fine non è poi così tanto male come sembrava), Seedorf, Inzaghi, Mihajlovic chi li ha scelti? Almeno in questo ci sarà una responsabilità della società?
    Potevano prendere Conte, Sarri, Di Francesco, Gasperini (visto che con lui Niang e Suso hanno e stanno facendo sfaceli. Cerci no. Pippa è e pippa resta), magari Spalletti.
    Il male non si sana cambiando allenatori o spendendo solo per spendere… altrimenti Moratti sarebbe stato il miglior presidente di tutti i tempi.

    PS: Per Vittorio. Guarda l’intervista a Mihajlovic di Condò su sky e senti cosa dice di Balotelli.

    1. Solito disco rotto. Come su Donnarumma quando si dan meriti a chi lo ha fatto giocare e non a chi lo ha preso

      1. Milanforever 4 Aprile 2016 at 01:35

        Disco rotto? Meriti? Non ho dato meriti a nessuno perchè in questa di accozzaglia di società e squadra nessuno merita niente.
        Ho dato una colpa, anzi una responsabilità, alla società (due persone, minchia!) per non saper scegliere un’allenatore che vada bene a loro e che si adatti alle splendide rose di giocatori che allestiscono.
        Però mi sono sbagliato quando ho detto che avrebbero potuto assumere allenatori bravi, perchè a quanto pare uno bravo non viene i questo casino (come ha detto questa settimana proprio quello che hai citato nel post).
        Lascia stare Donnarumma, Romagnoli o chi ti pare. Qui c’è gente senza le palle, altro che.

      2. Diavolo se non partissi dal presupposto che Galliani è un ottimo dirigente (a tuo dire il migliore) le tue analisi sarebbero veritiere…
        Mi permetto di ricordarti, che fino a poco tempo fa, se il Milan perdeva, per te e per altri che qui scrivono, la colpa era dovuta in buona parte al fatto che il Milan avesse i peggiori tifosi al mondo.

        Del resto Miha nelle interviste è abbastanza veritiero ma ciò non toglie che questa squadra seppur non da Milan, con un allenatore come Conte, in un campionato mediocre come quello italiano, sarebbe arrivata terza (questo non vuol dire che Miha sia il peggiore allenatore, semplicemente non è da Milan come non lo è la rosa… la colpa è in definitiva della società).

        Che i giocatori non fossero da Milan lo sapevamo tutti dal 31 di agosto, lo aveva detto a suo tempo anche Sacchi, Capello, Rivera e tutti gli allenatori intervistati ed in questo non è colpa dell’allenatore ma di chi costruisce la rosa.

        Ora se vogliamo farci due risate teniamoci pure Galliani ed i vari Montolivo, Honda, Suso, Bertolacci, Jose Mauri, Alex, Zapata, Mexes, Luiz Adriano, De Sciglio, Diego Lopez, e vendiamo anche quest’anno i più talentuosi: Menez,Bacca, Donnarumma .

        Magari richiamiamo pure Cerci, Matri (idee di e per Galliani).

        Per concludere mettiamo pure Brocchi alla guida e la frittata è fatta… una squadra scarsa + un allenatore alle prime armi.

        Al momento io affiderei la squadra a Tassotti e poi il prossimo anno punterei su Ranieri.

        1. Ora Luiz Adriano e Diego Lopez passano negli scarsi. Pure Alex. Pure Suso che al Genoa segna a ripetizione. Magari bocciamo Bertolacci, tra i migliori l’anno scorso, e rimpiangiamolo tra un anno quando farà bene altrove.

          La verità è che quest’anno non ha niente a che vedere coi tre precedenti.
          Mihajlovic sta rimanendo fuori dall’Europa con DONNARUMMA BACCA ROMAGNOLI BERTOLACCI KUCKA L. ADRIANO in più rispetto a Inzaghi. Miha male.

          Tanto chiunque arrivi partirà sempre come martire della società cattiva e prepotente, siano giocatori o allenatori.

      3. Non mi strappo i capelli per Saponara, per El Sharawi e nemmeno per Ramì (che seondo me ci sarebbe stato più utile dei primi due), però è chiaro che sono stati gestiti male e venduti peggio.

        Così come è chiaro che la società ha acquistato spesso e male da troppi anni,il bilancio ed i risultati sportivi degli ultimi anni parlano chiaro, questo Milan è gestito male.

        Non vedo tifosi che rimpiangono Matri o Cerci e non vedo perchè mai un milanista dovrebbe rimpiangere una eventuale cessione ad esempio di Bertolacci, Montolivo, Poli o Honda.

  3. Ecco i titoli di oggi:
    “Derby Lazio-Roma, le pagelle: El Shaarawy-Perotti travolgenti”
    Cosa dire?
    Che la coppia El Shaaravi – Balotelli e’ fortissima, che erano nostri , che dovranno giocare in Nazionale se vogliamo vincere qualcosa, che li abbiamo regalati, che……..?
    Basta dire che Galliani non capisce piu’ un cazzo di niente, Mihajlovic meno di niente, Berlusconi deve smettere mjjì

Comments are closed.