Se dopo Milan – Fiorentina 0-2 abbiamo titolato l’esatto contrario, oggi non possiamo notare una preoccupante involuzione della squadra che ha portato alla sconfitta, ovvia, che risulta essere la terza consecutiva al Mapei Stadium. Una sconfitta figlia forse di infortuni (pesanti le assenze di Abate e Montolivo) ma anche di scelte tattiche scellerate come quella di non schierare Romagnoli e di dare un’altra, l’ennesima, chance a Balotelli dal primo minuto. Tutto ciò ci costa una sconfitta pesante, il rischio Europa League e lo svanire del terzo posto che dopo i 7 punti su 9 con le nostre rivali era un dovere conquistare.

Ora torneranno i frustrati che per 9 partite hanno sofferto tanto. Torneranno a dirci che la rosa è da 24esimo posto. Torneranno, forse col riso tra i denti, così come il nostro ex (e sottolineo ex) capitano che si augurava un 3-0 del Sassuolo all’intervallo. Torneranno a dirci quanto siano superiori a noi squadre che abbiamo battuto, umiliato e stracciato per 2 o 3 a zero e quanto sia bella brava e onesta Barbara Berlusconi. Torneranno a dirci che loro non ci hanno mai creduto, magari facendone una medaglia da appuntare al petto.

La verità è forse diversa e dice che questa squadra deve giocare sempre e comunque con intensità. Finché lo abbiamo fatto abbiamo creato occasioni – al primo gol preso ci siamo sciolti. Una squadra che gioca su intensità e ripartenze, purtroppo, rimane destinata alla mediocrità. La sensazione è che Berlusconi su Mihajlovic abbia ragione: può aiutare la squadra a ritrovare fiducia (perché di questo si tratta quando continui ad andare a corrente alternata, a periodi di esaltazione e depressione) ma non costruirei mai su di lui una squadra che vuole puntare al top in Italia. In sintesi, questo

Rimane il dubbio: cosa facciamo da qua al 21 maggio? Per me sotto il quarto posto la stagione è fallimentare, indipendentemente dal risultato in Coppa Italia. Ho poi paura che l’Europa League sia decisamente più dannosa per una crescita della squadra rispetto ai reali benefici che porta. In una sola giornata abbiamo probabilmente buttato via l’intera stagione anche se, guardando a fondo, i reali punti persi sono e rimangono quelli dei due mesi persi per trovare la quadratura a questa squadra.

Non so più cosa dire: una partita così ti manda in depressione totale. E’ stato fare un po’, su scala stagionale, quello che ha fatto l’Inter in Coppa Italia. Fallire, rimontare, crederci e poi fallire nuovamente. I punti ora sono tanti, troppi, e siamo arrivati al paradosso di doverci guardare prima dietro per non rendere ancora più grave il terzo fallimento consecutivo.

P.s. scandaloso prendersela con Bertolacci che come tutti ha giocato bene 25 minuti e male i rimanenti. Ma è un giochino già visto con Montolivo.

P.p.s. attendo i fenomeni che mi hanno insultato venerdì su Facebook per aver detto che non avrei schierato Balo dal primo minuto. Li attendo al varco.

P.p.p.s. scandalosa la celebrazione di Sky del record di Buffon “nell’era dei tre punti”.

SASSUOLO – MILAN 2-0
SASSUOLO: Consigli; Vrsaljko, P.Cannavaro (55′ Antei), Acerbi, Peluso; Missiroli (63′ Biondini), Magnanelli, Duncan; Berardi (86′ Falcinelli), Defrel, Sansone. A disposizione: Pegolo, Pomini, Gazzola, Terranova, Longhi, Pellegrini, Politano, Trotta. Allenatore: Eusebio Di Francesco
MILAN: Donnarumma; De Sciglio, Alex, Zapata (68′ Romagnoli), Antonelli; Honda (82′ Boateng), Kucka, Bertolacci, Bonaventura; Bacca, Balotelli (55′ Menez). A disposizione: Abbiati, Diego Lopez, Calabria, Simic, Poli, J.Mauri, Locatelli. Allenatore: Sinisa Mihajlovic
RETI: 27′ Duncan, 72′ Sansone
Ammonizioni: Bonaventura, Bertolacci (M), Berardi, Defrel (S)
Espulsioni: Defrel

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

18 Comments

  1. Papin III

    Su con il morale, non avevamo niente e non abbiamo perso niente. Miha ha sbagliato formazione ma le nostre buone chance di rimonta le avevamo già sprecate prima. Ora ci resta la coppa Italia e se la vincessimo contro la Juve sarebbe un gran bel risultato nonostante tutto.
    Due paroline su Balotelli: in campo dovrebbe imparare ad avere lo stesso atteggiamento che Zaza ha dimostrato in coppa contro l’Inter. La squadra non si fida di Mario o non lo accetta e lui non toccando palloni si demotiva e perde energie, e comunque mi sembra che abbia poca resistenza , anche per questo dopo un pò di corsa si mette a camminare.
    Anche in coppa Italia Balottelli più volte era rimasto libero in mezzo all’aria di rigore (anche gli avversari lo avevano capito) ma puntualmente chi aveva la palla preferiva passarla ad altri sebbene marcati.

    Anche l’atteggiamento del gruppo dovrebbe crescere mettendo il bene del Milan prima delle simpatie o antipatie personali…
    Sacchi nelle sue interviste ha spesso detto che nel suo Milan (come pure nella sua Italia) non c’erano solo grandi giocatori ma alcuni di questi erano anche grandi uomini.

    1. Diavolo1990
      Diavolo1990 6 Marzo 2016 at 18:04

      Io ribadisco un concetto: Balotelli non si mette in campo da solo.

      Sembra che Mihajlovic voglia dimostrare qualcosa recuperandolo. Non so cosa.

  2. LaPauraFa80 6 Marzo 2016 at 18:23

    Allora, vi spiego:

    terzi non si arriva come da preannunciato a LUGLIO. Cara grazia tenere il sesto posto.
    Romagnoli non giuoca perchè già venduto in Premier League per 30 milioni, sia mai che si rompa, incrociamo le dita che ci portiamo a casa sti 30 sacchi.
    Bacca è una pippa galattica, finito il momento di culo non vede la palla da un mese.

    Io l’ho detto a luglio che si finiva sesti (in realtà pensavo ottavi, ma lasciateli lavorare), per l’ennesima volta ci ho preso più di chi diceva terzo posto. Al terzo anno consecutivo che io ho ragione ed essi torto, avrò il diritto di ricevere un premio?

  3. LaPauraFa80 6 Marzo 2016 at 18:25

    Donnarumma invece sarà il colpo in uscita dell’anno dopo ancora. 35 milioni.

  4. LaPauraFa80 6 Marzo 2016 at 18:27

    L’allenatore del prossimo anno invece sarà Gianpiero Gasperini.

  5. Purtroppo il seminatore nostro anziche’ seminare oro semina zizzania.
    Molti tifosi , ammesso che siano tali , seminano zizzania.
    Mettere sotto accusa gli attaccanti quando non arriva una palla e’ pura zizzania.
    Ci siamo ridotti con un esiguo gruppo di fedelissimi e molti epurati ed epurandi.
    Mi dispiace dirlo ma sono d’accordo con chi giudica Bacca il vero flop di queste ultime giornate. Se giocavano dal primo minuto Balotelli e Menez era meglio assai. Berlusconi aveva ragione e credo che suggerisse proprio questo. Prepariamoci al peggio perche’ questa sconfitta verra’ usata per seminare ulteriore zizzania.
    Mi dispiace per Borgofosco ma il suo seminatore ha fatto troppe vittime e non sara’ mai riconfermato dal Presidente. Sarebbe ora cambiare pure un altro.

  6. Purtroppo il seminatore nostro anziche’ seminare oro semina zizzania.
    Molti tifosi , ammesso che siano tali , seminano zizzania.
    Mettere sotto accusa gli attaccanti quando non arriva una palla e’ pura zizzania.
    Ci siamo ridotti con un esiguo gruppo di fedelissimi e molti epurati ed epurandi.
    Mi dispiace dirlo ma sono d’accordo con chi giudica Bacca il vero flop di queste ultime giornate. Se giocavano dal primo minuto Balotelli e Menez era meglio assai. Berlusconi aveva ragione e credo che suggerisse proprio questo. Prepariamoci al peggio perche’ questa sconfitta verra’ usata per seminare ulteriore zizzania.
    Mi dispiace per Borgofosco ma il suo seminatore ha fatto troppe vittime e non sara’ mai riconfermato dal Presidente. Sarebbe ora cambiare pure un altro.

  7. Milanforever 6 Marzo 2016 at 20:49

    Hai scritto due verità:
    “Non so più cosa dire: una partita così ti manda in depressione totale”
    “La verità è forse diversa e dice che questa squadra deve giocare sempre e comunque con intensità.”
    Soprattutto la prima, perché oggi ti saresti aspettato di tutto, ma non questo tipo di (non) prestazione.
    Oggi è la partita che ti lascia senza fiato, senza idee, senza niente.
    Le colpe? Come e dove le trovi? Balotelli? Ma se giocava Menez cambiava qualcosa? Stesso discorso per Zapata e Romagnoli. Le assenze di Abate e Montolivo si sono sentite eccome. Come, più di tutte, si è sentita e si sentirà eccome l’assenza di quel piede di legno di Niang. Bertolacci? Per quello che ho visto (mi sono perso un bel pezzettino di partita) anche Kucka non ha fatto meglio. Bonaventura ha perso già da tempo lo smalto dei tempi migliori e Honda non è un campione, se la squadra non gira lui si adegua all’andazzo.
    Non facciamone un dramma (mi sto toccando) perché potrebbe essere stata anche una partita sui generis. Ma senza Niang e con quei due in alternativa forse sarebbe il caso di ripensare modulo.

    PS: Sky è ormai da tempo Juventu channel e Buffon non è uno qualsiasi nei confronti della loro redazione sportiva. TUTTO CIO’ FA VERAMENTE SCHIFO!!!!

  8. Comunque l’ha persa Galliani ed il suo mercato. Il Milan doveva comprare un centrocampista migliore o almeno pari a Montolivo.
    Senza guida a centrocampo non si va da nessuna parte ed infatti con Montolivo fuori condizione si perdeva, con Montolivo in gran condizione si vinceva. Ora che manca Montolivo si perde di nuovo.
    Ma dimmi tu se in un ruolo cosi’ vitale ci deve essere un solo giocatore.Nessuno ha le caretteristiche per sostituirlo. Io , perso per perso , avrei messo Honda in quella posizione accanto a Kucka. Lo dicevo pure a Inzaghi.Magari mi sbaglio. Poi Bonaventura a destra e magari Bertolacci a sinistra. Ma ci sarebbe pure Poli. Comunque Bacca nullo da tre giornate e nessuno prova a spiegare il perche’.
    Su Balotelli vorrei essere una mosca e guardare la cartella clinica.
    Pato due? Kaka due? Ronaldo due? Ma questa operazione e’ riuscita? Nessuno si chiede nulla quando di mezzo vi e’ antipatia, odio, razzismo. El Shaaravi e’ guarito dai vizi che Milano gli aveva cucito addosso? Come? All’istante ? Quante domande senza risposte ed una sola certezza : Occorre un vero direttore sportivo.

    1. Diavolo1990
      Diavolo1990 6 Marzo 2016 at 22:42

      Che il Milan doveva comprare un altro CC a gennaio lo sapevamo tutti. Fininvest non ha messo un euro di Budget, è difficile farlo senza soldi.

      1. Poi mi spieghi perche’ Galliani ha speso i soldi secondo priorita’all’incontrario. Doveva cominciare dal regista e magari lasciar perdere Mauri e Bertolacci o che so io. Non lo voleva comprare per non creare alternative a Montolivo, ecco tutto.
        Ma se doveva riprendersi il posto Montolivo lo avrebbe ripreso lo stesso. Che scempiaggine !

        1. Diavolo1990
          Diavolo1990 7 Marzo 2016 at 00:25

          I soldi non sono fissati a priori ma approvati di volta in volta dalla presidenza e spesi secondo disponibilità di mercato. Semplice

      2. Semplice per niente. Se mi manca il cappotto non vado a comprare la sciarpa ed i guanti.

      3. Va bene, Diavolo. Credo sia meglio non parlare di certi argomenti.

  9. Papin III

    L’acquisto più azzeccato è quello di Kucka che poi è anche quello che è costato meno, perciò come è sempre stato non è solo una questione di soldi (che non sono mancati…) ma soprattutto di come li spendi.

    Comunque quello che si è visto nella partita della Juve contro l’Inter in coppa Italia è stato istruttivo, certe cose non sono calcolabili ma pesano più dei numeri; mi riferisco al momento in cui la Juve perdeva 3-0 e stava rischiando il quarto, poi con l’ingresso di Pogba tutto cambia. Apparentemente se guardiamo la sua prestazione con i numeri alla mano non sembra che faccia grandi cose, tuttavia porta una nuova mentalità sembrava dicesse OK state tranquilli adesso ci penso io a sistemare le cose(Buffon sul 3-0 aveva gli occhi rossi ed all’entrata di Pogba quella speranza gli si leggeva negli occhi).

    I giocatori della Juve da quel momento hanno cercato di dare il massimo per essere all’altezza di Pogba e la partita si è rovesciata, tant’è che la Juve dall’ingresso di Pogba ha avuto più palle gol che in tutta la partita ed ha costretto l’Inter a chiudersi in difesa.
    Con questo voglio dire che ci sono giocatori riconosciuti nel gruppo che motivano l’intero gruppo e che non si limitano a ricoprire il loro ruolo assegnato ma cercano sempre di dare qualcosa di speciale alla squadra ed ai tifosi.

    Di Napoleone si diceva che il suo cappello in battaglia valesse più di 50mila soldati.

    1. Perfettamente d’accordo.

  10. A chi si riferiva Mihajlovic quando ha esortato a giocare malgrado il dolore come fanno dalle sue parti?
    Chi deve giocare con il dolore?
    Indovina indovinello.

  11. Papin III

    Concordo anch’io con te su diverse cose, come hai già detto in sostanza anche tu se non arrivano palle giocabili, non è facile per gli attaccanti entrare in partita.
    Tuttavia per me Bacca è un ottimo giocatore un attaccante vero e non andrebbe messo in discussione,stessa cosa per Menez che ha già dimostrato il suo valore e dovrebbe essere sempre titolare se sta bene, invece Luiz Adriano non mi piace, è bravo di testa ma se non arrivano cross diventa quasi inutile, Honda dovrebbero venderlo ora che possono sarebbe un errore riconfermarlo.

Comments are closed.