Tanto per cambiare, oggi, voglio essere costruttivo e non fare il bastian contrario. In questo post, quindi, anziché calcare la mano su come il tifoso rossonero si stia umiliando in situazioni una più ridicola dell’altra dando ragione a loschi figuri che campano sulle spalle del Milan, voglio proporre le figure che inserirei nella nuova società e le motivazioni, auspicandomi una sensata discussione. Non sarà inserito l’amministratore delegato in quanto già scelto nella figura di Fassone.

Team Manager: Paolo Maldini

Team Manager

Team Manager

Premessa: mi tiro subito fuori dalla battaglia #vogliamomaldini e altri ridicoli hashtag di chi lo vuole in società non tanto perché capitano del Milan quanto perché in questi ultimi anni ha sparato a zero sull’attuale. Mi fa schifo usare il nome di Maldini per farmi pubblicità come fanno molti – per cui eviterò l’argomento in maniera più breve possibile.

Vedo Maldini come Team Manager, che è il ruolo che Nedved ha nella Juve. Ma deve essere Maldini a voler accettare quel ruolo cosa che, ad oggi, non sembra assolutamente disposto a fare. Sarebbe invece grave errore dargli un ruolo operativo: non solo non ne ha le competenze ma finirebbe per essere il nuovo capro espiatorio e questo non lo tollererei.

Maldini è l’uomo giusto, invece, per trasmettere a chi va in campo il valore ed il significato di indossare la maglia del Milan e per fare da raccordo tra società e spogliatoio. Sempre che voglia collaborare e non imporsi.

Direttore Sportivo: Manuel Rui Costa

RuiCosta

Direttore Sportivo

Non è il miglior direttore sportivo della storia del calcio e ha preso diverse cantonate, ma Rui Costa ha dimostrato – se non altro – di saperci fare e bene al Benfica. In un mercato che presumibilmente si dimostrerà di livello internazionale avendo comunque lavorato in una squadra che fa abitualmente la Champions League. 

Da capire come sarà il suo relazionarsi con le vecchie volpi del calcio Italiano, in particolare Pradé e Sabatini che hanno dalla loro soprattutto un’esperienza nel trattare. E’ sicuramente però l’uomo giusto per gestire e selezionare i talenti che stanno uscendo dall’ottimo settore giovanile svezzati da Brocchi e Bianchessi.

Valuterei, come unica alternativa presente, Oliver Bierhoff – da evitare come la peste Sabatini che non è mai riuscito a dare alla Roma quel quid in più per vincere. Anche qua sarà fondamentale non crocifiggerlo alla prima trattativa sbagliata. L’importante è tenere ben lontano da Milanello il signor Leonardo – anche fosse il migliore del mondo è necessario, in questo momento, non perdere la dignità.

Vicepresidente: Franco Baresi

Baresi

Vicepresidente

Il popolo del web sempre contro la società attuale si dimentica che il Milan ha due capitani storici ma ne osanna solamente uno facendo capire come, di fatto, la richiesta sia strumentale e non politica. A chi è stato il capitano del miglior Milan di sempre non si può negare un ruolo di rappresentanza, alla Zanetti.

Baresi può e deve essere la faccia del Milan nel mondo, molto più di ciò che accade oggi – ideale ponte tra la vecchia e la nuova società essendo già dentro l’organigramma a livello di uomo-marketing. Non deve necessariamente saper fare qualcosa, basta che presenzi, dichiari e difenda i colori da qualche giornalaio e qualche opinionista acido di troppo che troppo spesso infestano le trasmissioni televisive.

Responsabile Comunicazione: Mauro Suma

Suma

Comunicazione

C’è uno ed un solo Direttore ed in questi momenti a Milan TV dove è stato ridimensionato come ultimo capriccio Barbaresco. Mauro Suma è l’unica persona nell’ambiente rossonero a monitorare costantemente l’umore dei tifosi, a leggere tutto e sapere tutto nonostante sia slegato dalla società

E’ necessario un ruolo in una società che troppo spesso è stata limitata in questo lasciando al solo canale tematico troppe poche repliche col risultato che spesso ci hanno mangiato in testa. E’ necessario agire, in molti casi in maniera pesante, insieme all’ufficio legale affinché le facezie, le diffamazioni, le calunnie rimangano solo nella testa di chi insinua e non vengano scritte danneggiando la squadra.

Allenatore: Gennaro Ivan Gattuso

Gattuso

Panchina

Per tanti motivi sono convinto che sia l’uomo giusto per riportare in alto il Milan. Sono convinto che Montella non durerà a lungo per il semplice fatto che ad oggi non è rappresentanza della nuova società. E’ uomo che lotta ed ha vinto un campionato difficile come quello di Lega Pro portando il Pisa in serie B.

E’ l’ideale per avere un buon tattico che contemporaneamente sia anche motivatore e possa proteggere la squadra. Dovremo, però, aspettare un paio d’anni per poterlo vedere al meglio in quanto ancora acerbo – sono fermamente convinto, però, che se gli venisse data la possibilità sarà lui a riportare il Milan dove merita. Menzione da valutare anche Massimo Oddo.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.