Solita storia.
Due anni fa era colpa di Balotelli se il Milan andava male. L’anno scorso di Inzaghi, quest’anno di Montolivo.
Ogni anno c’è un giocatore che viene messo sotto la pressa e trattato come merda, insultato ad ogni minimo post e messo in croce per una stagione sbagliata, un passaggio, uno stop o addirittura per un infortunio.
Sì, avete ragione potrebbe non essere adatto come giocatore ad indossare questa maglia.
Sì, non merita la fascia del Milan dopo il passato glorioso che abbiamo avuto.
Sì, è lento e prevedibile ogni tanto e io non ne vado matta né come giocatore né come capitano.
Però è ora di dire basta a tutti questi insulti, a questo discriminare i giocatori nostri, che se fossero altrove ci lamenteremmo di non aver preso.
E’ ora di fare basta con queste polemiche, con i se e con i ma, con gli insulti nei confronti di una persona tanto grande.
Non le merita per l’uomo che si è sempre dimostrato (e non solo in campo o in panchina senza fiatare ma anche fuori con i giornalisti.

Quando arrivò al Milan eravamo tutti contenti perché è un giocatore che ha sempre abbinato un po’ di classe e di qualità di giocate alla visione di gioco ampia che ricordava vagamente Pirlo.
Si, vagamente perché Pirlo resta sempre Pirlo anche a 100 anni e con una gamba sola.
Però ha sempre mostrato qualità e visione di gioco che andavano solo adattati ai nostri moduli di gioco, ovvero centrale a centrocampo in modo che potesse impostare l’azione dal centrocampo all’attacco.
Mai giocato lì e quelle poche volte che con Allegri ci giocò, con De Jong infortunato, facemmo i migliori mesi dal punto di vista del risultato e sul piano del famoso “giuoco” voluto dal Presidente.
Non ne vado molto fiera di averlo come Capitano, più che altro per la personalità che non è sicuramente il massimo… Però è un ragazzo milanista ed è un bravissimo giocatore che si sta facendo passare per merda.
Non va bene!
Potete avere tutte le ragioni del mondo, resta comunque un nostro giocatore e come tale ho il dovere e la voglia di difenderlo da questi attacchi (mediatici e dei tifosi) che non si merita.

Ho sempre creduto che come Capitano andasse scelto il più “anziano”, ovvero il più presente con la nostra maglia addosso che nel nostro caso era Abbiati.
Nonostante ciò, l’ho sempre accettato, magari non amato, ma mai insultato.
E’ ora di finirla con questa storia dell’insulto gratuito nei confronti dei nostri giocatori: se Riccardo recupera la sua forma migliore ci può aiutare tantissimo a recuperare posizioni.
Magari non ci farà mai fare il salto di qualità (ed è per questo che tutti ci aspettavamo il colpo a centrocampo a fine agosto…), ma ci può dare una grossa mano essendo l’unico in grado di impostare un minimo di gioco.
La questione Matri per me è lampante: discriminare, aggredire verbalmente un giocatore della tua squadra ti si ritorce contro e non nel tempo, ma da subito… Non avere stimoli, non avere gente dalla tua parte, non avere fiducia a favore non fa altro che peggiorare una situazione che già di per sè è ridotta all’osso.
Ecco, è ora di crescere, anche a livello di tifo (se non soprattutto visto che come tifo dalla Fossa ad oggi siamo solo che caduti più che in basso) e ritornare ad essere ciò che un tempo eravamo: tifosi veri.
Tifosi che nonostante tutto c’erano e non andavano ad una manifestazione per contestare e basta.
Che non se la prendevano con un giocatore in particolare, che non si accanivano solo per il giusto di dire dopo una partita negativa “vedi? te l’avevo detto”.
Basta seguire la folla che se insulta Riccardo, allora lo fate anche voi.
Io ti supporto, come capitano e come giocatore, fino a che vesti la mia maglia e i miei colori.
Per l’uomo, per la fede e per il giocatore e perché tutti meritano una seconda chance nella vita e speriamo che al derby tu possa far ricredere quegli scettici che ora ti hanno voltato le spalle dopo un anno dietro le quinte per colpa di infortunio ma che ti hanno amato appena arrivato..
Forza Riccardo!

MargheritAxen

Posted by MargheritAxen