Eppur qualcosa si muove in quel di Milanello: si cercano soci, allenatore per il prossimo anno (o Conte per il 2016), giocatori in scadenza che non rinnovano, altri che rinnovano, giocatori per il campionato (e si spera l’Europa League)..
Insomma, si muove qualcosa.
Ho usato la celebre frase di Galileo con cui mi piaceva iniziare questo editoriale, soprattutto in vista di una partita chiave come Milan Sampdoria.
Una di quelle partite che in passato abbiamo sempre perso.
O pareggiato, che è comunque una delusione.
Una partita fondamentale che ci porterebbe a 5 punti dall’Europa League, ormai obiettivo dichiarato.
Le ultime prestazioni rossonere farebbero ben pensare, formazione corretta, in campo con un minimo di criterio e soprattutto con la fame negli occhi.
Palermo soprattutto.
Sopra di un gol, non l’abbiamo gestita bene e nonostante un rigore regalato abbiamo reagito e vinto.
Più o meno ciò che dovremo fare stasera!
Reagire, lottare, non mollare e vincere.
In fondo è quello che ci piacerebbe vedere, non abbiamo mai chiesto nulla di più visto il momento negativo rossonero.
Momento che dura da troppo, ma è un argomento che ho già approfondito negli scorsi editoriali.

Ma ricordo ancora che, qualche mese fa, con l’annuncio di Mancini all’Inter, la prossima partita che dovremo affrontare, insomma con l’annuncio di Mancini si strappò i capelli.
Mancini che attualmente ha una media punti inferiore ad Inzaghi.
Ragazzi, Inzaghi, che tanto fatica a vincerne due di fila…

Però è l’altra squadra di Milano, che affronteremo settimana prossima, ad avere un progetto migliore.
Ad avere un presidente migliore.
Ad avere un allenatore.
Ad avere giocatori forti.
Il tutto, scritto, riscritto per settimane, con la bellezza di 3 punti sopra del Milan.
Questo Milan, ridicolo e con le pezze al culo da ormai 3 lunghissimi anni.
Però son meglio loro, no?
Han speso milioni in due anni, li stanno spedendo ancora oggi,  e fanno 1 punto contro il Parma, squadra ormai retrocessa, fallita proprio.
Però son meglio loro.
Loro hanno un progetto e noi no, poi un giorno gli chiederò, se mai avrò la fortuna di incontrare colui che scrisse queste cose, quale progetto…
Che progetto?
Quello di fare meno punti di Pippo?
Era quasi meglio Stramaccioni di Mancini, non cito Mazzarri che era nettamente superiore.
Ci rendiamo conto, Stramaccioni.
Però son meglio loro.

E i giornali continuano a supportare Mancini e a dirne di ogni su Inzaghi, che sarebbe pure corretto se le cose fossero equilibrate.
Che Inzaghi non sia allenatore lo abbiamo capito.
Ma Mancini non è da meno…
Allora mi chiedo: come mai nessun giornale lo mette in prima pagina?
Non eravamo noi quelli protetti, quelli che con Berlusconi avevano i giornali dalla propria parte?

Ma torniamo a noi, che mi sembra veramente tempo sprecato parlare di quelli là…
Milan-Sampdoria…
Una di quelle partite, ora come ora, da dentro o fuori.
Se prima potevi in qualche modo recuperare, ora perdere vorrebbe dire altro anno senza Europa, anche senza quella che non conta nulla.
Vi cito qualche statistica:
3 – Il Milan cerca la terza vittoria consecutiva che non è mai arrivata in questo campionato;
– Il numero di vittorie, pareggi e sconfitte della Samp in trasferta (15 partite);
7 – Il numero di successi interni per il Diavolo, meglio hanno fatto solo Juventus, Lazio e Roma;
9 – Le marcature di Eder in campionato (miglior marcatore doriano).

Io punto ad una bella vittoria in ottica Europa League per i ragazzi, per Pippo, per noi…
Speriamo di non sbagliare questa volta!

#ForzaMilan

MargheritAxen

Posted by MargheritAxen