Caro Pippo ti scrivo..
Siamo vicini a Natale e di solito questo è il periodo delle letterine a Babbo Natale all’interno delle quali i bambini, con la loro calligrafia un po’ storta ma con un sogno nel cassetto piuttosto che un altro da chiedere.
Ecco, ho considerato tu come Babbo Natale e sono qui a scriverti queste righe di editoriale per chiederti un favore, un favore e non un sogno.
Quello è anche il tuo, è vedere il Milan in alto..
Ma piano piano ci torneremo insieme.

Il favore è di mettere Torres in campo.
Basta esperimenti, basta cambiamenti, basta ‘falso nueve’.
A Verona ti ha dimostrato che può essere, anzi, è indispensabile come giocatore.
Torres.
Ti crea spazi tra la difesa, porta via 2-3 difensori, aumenta il possesso palla in favore del Milan e può sbloccarsi.
Chi meglio di te può capirlo?
Chi meglio di te può aiutarlo a sbloccarsi?
Chi meglio di te può capire l’importanza del lavoro di una prima punta in un modulo e in un gioco come il nostro?
Ma non è dalla panchina che ci aiuterà di più e non è dalla panchina che risulterà decisivo, che segnerà o che tornerà il vero Nando.
In 4 partite con il ‘falso nueve’ abbiamo subito 8 gol.
Con Torres “solo” 3 in 4 partite.
Converrai con me che è molto meglio, che ci porta benefici e che serve anche a Torres, no?
Possiamo giocare con il 4-3-2-1 o con il 4-2-3-1, ma basta Menez prima punta che non porta a nulla.
Ti può portare un gol, ti può aiutare in fase difensiva, ma di più non fa.
E anzi, ci ritroviamo a lungo andare a giocare con un giocatore in meno dato che il povero Jérémy è distrutto dai metri macinati a partita in corso.
Ti prego, metti Torres Titolare.
Guarda Higuain, Pippo.
Si è sbloccato dopo 8 giornate.
Dai a Torres la stessa chance.
Fallo giocare, titolare e per 90 minuti di fila.
Vedrai che ne gioverà la squadra, tu e il Milan.

E con lui Diego Lopez e Bonaventura.
Tre giocatori che in altre squadre sarebbero titolari.
Non importa come, ma mettili.
Inutile nasconderci, Bonaventura rende meglio quando inizia da titolare e non a partita in corso, soprattutto se viene messo sull’1-1 o sull’1-0, che tanto (per come siamo fatti noi, caratterialmente) non è stabile per niente come risultato.
E Diego è venuto per fare il titolare, non per scaldare un sedile in panchina.
Adoro Abbiati, ma deve fare il secondo.
Non importa per quanto, non importa se Diego è gracile e se possiamo rischiare di perderlo.
Deve giocare.
Si sentono tutti più sicuri, e lo si è visto.

Te lo sto chiedendo come favore perché so che il tuo sogno nel cassetto è arrivare terzi a Natale.
E’ il tuo sogno, è il nostro sogno.
E’ il sogno di tutti i milanisti ma dopo i 6 punti tra Cesena e Empoli e i due con la Fiorentina è ora di fare basta di buttare punti via come se fossero carte stracce.
Con quei punti eri secondo, e lo sai meglio di me.
Basta sbagli.
Basta esperimenti.
Basta Menez punta e Abbiati in porta.
Basta Jack in panca.
Prendiamo le cose buone e ripartiamo la nostra cavalcata perché ancora la classifica ci sorride e abbiamo ancora parecchie partite da giocare.
Compreso il derby.

E tanto per sottolineare un ultimo punto: i cambi, caro Pippo mio.
Non farli quando è tutto deciso, falli prima.
All’inizio del secondo tempo, per esempio.
Al 60’.
Se no soo inutili per i giocatori, per il modulo, per il Milan e per la partita.
So che puoi esaudire questi desideri.
So che puoi migliorare e piano piano ce la farai.
Forza Pippo, non fare gli errori di Allegri.

E forza Milan, sempre!

MargheritAxen

Posted by MargheritAxen