Triplo Gomez e il Napoli è KO

Nonostante l’inaspettato pareggio con il BATE, a salvarci e qualificarci è il Barça: una tripletta di Messi e un gol di Fabregas stendono il Viktoria Plzen e fanno sì che anche il Milan, per via degli scontri diretti con i bielorussi, possa qualificarsi agli ottavi. Come secondi, presumibilmente: ma non si sa mai, le sorprese nel calcio ci possono sempre essere… Anche il terzo posto UEFA verrà deciso la prossima giornata: a questo punto, spero nel BATE, giusto per far sì di non perdere l’ultima anche volendo.

Andando a ritroso, troviamo il girone G: i campioni della coppa UEFA in carica, il Porto che fu di Vilas Boas, la squadra del calcio spettacolo, rischia di trovarsi a difendere il titolo: finisse così, passerebbero il sorprendente APOEL (sogno recondito di ogni seconda nel girone, e che ce la mandino buona), giustiziere dei lusitani, e lo Zenit, che nell’altra sfida delle 18 di martedì sconfigge 1-0 lo Shakhtar con una rete di Lombaerts. Nel girone F, invece, il discorso si riapre: il pareggio tra Marsiglia e Arsenal riapre la strada al Borussia Dortmund, che con un facile 1-0 (gol di Großkreutz) si sbarazza dell’Olympiakos. Nel girone E, per concludere le gare di martedì, il Chelsea offre con un 1-1 il secondo punto del Genk, mentre il Valencia, sconfiggendolo 3-1 (Jonas, Soldado e Rami).

Mercoledì, invece, troviamo un terzo verdetto che si delinea: la qualificazione del Real Madrid, che, sconfiggendo 2-0 il Lione, fa anche un favore all’Ajax, che ora, dopo il 4-0 alla Dinamo Zagabria, vede sempre più vicino il passaggio agli ottavi. Nel gruppo C, invece, non si può capire chi abbia perso l’occasione: se il Basilea di portarsi al secondo posto ad un punto dallo United (che vince 2-0 col materasso Otelul con un Rooney schierato da quel grande allenatore che è Sir Alex Ferguson da regista, autore del secondo gol) o il Benfica di rimanere al primo posto da solo. Il gruppo B, quello dei cugini, vede la seconda squadra di Milano battere fortunosamente il Lille per 2-1 (tante occasioni sprecate e affanni nel finale), con lo stallo che continua tra Trabzonspor e CSKA Mosca, che fanno 0-0.

Il gruppo A vede l’afflosciarsi dei sogni di gloria europei del Napoli: il 3-2 subito dal Bayern Monaco ha rischiato di essere ancora più tondo, e così era verso la fine del primo tempo (3-0 con una tripletta di Mario Gomez), prima di segnare due gol non con Cavani, non con Lavezzi, ma con il difensore centrale (e panchinaro) Federico Fernandez. Il Napoli è dunque superato dal Manchester City, che sconfigge 3-0 il Villarreal (a segno anche Balotelli).

Le classifiche, dunque, si accorciano: a differenza di altri anni, si dovrà aspettare almeno un’altra giornata, per avere i verdetti. O, almeno, 13 su 16 verdetti: perchè tre squadre ce l’hanno già fatta. Real, Barça…e Milan. Sì, e Milan. La tanto vituperata squadretta.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.