Ventisei qualificate, sei spareggi. A parte la Russia, paese organizzatore del primo Mondiale europeo dopo Germania 2006, sono nove le europee già qualificate al massimo torneo di calcio; mancano quattro europee, due “intercontinentali” e tre africane, verdetti attesi per novembre.

Alle già note Belgio, Inghilterra, Germania e Spagna si aggiungono Polonia, Serbia, la sorpresa Islanda, Francia e Portogallo che colgono il primo posto all’ultimo, tutte grazie a vittorie all’ultima giornata. A rimanere fuori dagli spareggi è la Slovacchia, già giustiziera degli azzurri nel 2010; il successo agognato con l’Albania alla fine è arrivato, di pari passo con l’eliminazione del Galles e il primo posto della Francia, e l’Italia sarà quindi testa di serie tra sei giorni, nel sorteggio del playoff. Nella notte americana, a Sud la telenovela Argentina si conclude con la qualificazione di Messi e compagni, insieme a Uruguay e Colombia; il Perù andrà a sorpresa allo spareggio con la Nuova Zelanda, mentre nel Nord gli Usa escono clamorosamente, lasciando spazio a Panama (prima volta) mentre l’Honduras spareggerà con l’Australia.

Con gli azzurri Svizzera, Danimarca e Croazia; in seconda fascia Svezia, le due Irlande e la Grecia. Quest’ultima sarebbe praticamente un inedito, mentre bene o male le altre sono “note” nel passato azzurro. Della Svezia (ancora priva di Ibra, si parla del 2 dicembre come data del rientro) si sa, con un bilancio europeo che parla di un’eliminazione per parte tra il “biscotto” del 2004 e il successo azzurro firmato Eder del 2016. La repubblica d’Irlanda fu eliminata da Euro 2012 arrivando quarta nel nostro girone, prima di vincere 0-1 contro un’Italia già passata a giugno 2016; l’Irlanda del Nord è legata a un vecchio girone di qualificazione del 1958, dove passò a scapito degli azzurri, mentre tutto filò liscio per le qualificazioni a Euro 2012 (un 3-0 e uno 0-0).

Girone A: martedì Francia-Bielorussia 2-1, Lussemburgo-Bulgaria 1-1, Olanda-Svezia 2-0. Classifica: Francia 23, Svezia e Olanda 19, Bulgaria 13, Lussemburgo 6, Bielorussia 5

Girone B: martedì Lettonia-Andorra 4-0, Portogallo-Svizzera 2-0, Ungheria-Far Oer 1-0. Classifica: Portogallo e Svizzera 27, Ungheria 13, Far Oer 9, Lettonia 7, Andorra 4

Girone C: domenica Germania-Azerbaigian 5-1, Norvegia-Irl. del Nord 1-0, Rep. Ceca-San Marino 5-0. Classifica: Germania 30, Irl. del Nord 19, Rep. Ceca 15, Norvegia 13, Azerbaigian 10, San Marino 0

Girone D: lunedì Austria-Moldavia 2-0, Galles-Irlanda 0-1, Serbia-Georgia 1-0. Classifica: Serbia 21, Irlanda 19, Galles 17, Austria 15, Georgia 5, Moldavia 2

Girone E: domenica Danimarca-Romania 1-1, Kazakistan-Armenia 1-1, Polonia-Montenegro 4-2. Classifica: Polonia 25, Danimarca 20, Montenegro 16, Romania 13, Armenia 7, Kazakistan 3

Girone F: domenica Lituania-Inghilterra 0-1, Slovacchia-Malta 3-0, Slovenia-Scozia 2-2. Classifica: Inghilterra 26, Slovacchia (peggiore seconda) e Scozia 18, Slovenia 15, Lituania 6, Malta 1

Girone G: lunedì Albania-Italia 0-1, Israele-Spagna 0-1, Macedonia-Liechtenstein 4-0. Classifica: Spagna 28, Italia 23, Albania 13, Israele 12, Macedonia 11, Liechtenstein 0

Girone H: martedì Belgio-Cipro 4-0, Estonia-Bosnia 1-2, Grecia-Gibilterra 4-0. Classifica: Belgio 28, Grecia 19, Bosnia 17, Estonia 11, Cipro 10, Gibilterra 0

Girone I: lunedì Finlandia-Turchia 2-2, Islanda-Kosovo 2-0, Ucraina-Croazia 0-2. Classifica: Islanda 22, Croazia 20, Ucraina 17, Turchia 15, Finlandia 9, Kosovo 1

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche “Destinazione” da ottobre 2014

  • Mario De Magistris

    Dopo tutte le carrettate di melma gettate su Bonucci e Ventura…ora sento una vaga aria di gente che già tenta di salire sul carro dei vincitori come da sempre fanno ‘certi italioti’. Si sa gli juventini non perdonano due cose: la prima è quella che Ventura lo sentono come un torinista e la seconda è che non perdonano Bonucci perché li lasciali per andare in quello ‘schifo di società’ di quello che loro da sempre apostrofano essere un m…..: Silvio Berlusconi! Fossi in Ventura lascerei a casa tutti gli juventini così almeno avrei la grande soddisfazione di valutare appieno il lavoro che un maestro di calcio come lui sta facendo. Non se ne può più…tutti i media ‘prezzolati e di parte’ sparano a zero sul tecnico azzurro! Mi conforta che Ventura intenda chiamare Jack Bonaventura che io da sempre definisco il puntello indispensabile per il suo ‘giuoco’. Se il tecnico genovese avrà la forza di liberarsi dai lacci e lacciuli che da sempre strozzano la compagine azzurra quando un tecnico azzurro osa noni tingerla di bianconero. Se Ventura mostrerà coraggio, lasciando a casa i presuntuosi, allora l’Italia non soltanto andrà certamente in Russia ma sul Don,,e/o tra le steppe, farà un eccellente torneo mondiale magari facendo meglio di quel che fece negli Usa!

    • Vittorio

      Ti piace Ventura? Con quel 4/2/4 ? Non si va lontano, Mario, scoprendo cosi’ la difesa.

      • Mario De Magistris

        No Vittorio…Ventura è un brav’uomo e mi dispiace che tutti lo crocifiggano! Ventura è un po come Montella…gli è mancato il coraggio di mandare all’inferno tutti i soloni che straparlano senza aver mai capito (sin dai tempi di Rivera che osteggiavano ed offendevano) una ‘beata mazza’ di calcio. Rivera aveva ragione…questo ‘Palazzo’ fa schifo ed i media italiani sono penosi! Cosi il calcio italiano non crescerà mai un po’ come l’Italia politica ed economica!

        Il giorno 12 ottobre 2017 10:35, Disqus ha scritto:

        • Milanforever

          Mario, anche il mio vicino di casa è un brav’uomo, ma non credo che sarebbe un bravo ct.
          Rivera è stato geniale, ma ha finito per andare a fare il portaborse nella DC.
          L’Italia non crescerà mai perchè è fatta da persone che pensano che la colpa di tutto quello che succede è di altri e non anche sua. Tutti moralisti e perbenisti del c…o che guardano la forma e non la sostanza.

        • Mario De Magistris

          Le tue sono ‘pillole’ realismo è saggezza amico milanforever. Ma io ho sempre guardato prima la persona e poi le eventuali qualità che avrebbe potuto esprimere. Ventura aveva cominciato benissimo chiamando i giovani che meglio si erano espressi nel torneo italiano. Poi per me ha avuto la sfortuna di perdere per strada dei potenziali pilastri: Romagnoli, Bonaventura, De Sciglio, Andrea Conti e Rugani. L’unico appunto che faccio a Ventura è quello che, come fece Sacchi con Signori, non dovrebbe insistere nell’impiegare Insigne nel ruolo di esterno di centrocampo. Il piccolo napoletano è una delle migliori espressioni del calcio offensivo espresso dai giovani talenti italiani e deve fare l’attaccante!!! Questa nazionali è un po come il Milan attuale… avrebbe grandi potenzialità se i suoi dirigenti ed il suo tecnico dimostrassero più coraggio nel chiudere con le ingombranti eredità del passato. I ‘vecchi’ juventini hanno fatto la loro epoca in nazionale. Basta così!!! Ventura prenda esempio da quel che fece Bernardini! Abbiano tutti il coraggio di voltare pagina…tanto, come sta accadendo al Milan, le figuracce fatte ultimamente sono indipendenti dagli interpreti…Bonucci in testa! Come avrebbe detto ‘il Gianni Rivera dei miei tempi’…. la colpa è della mentalità del ‘Palazzo’ che proprio non riesce mai a cambiare soprattutto quando lo stesso viene okkupato da pletore di servi, più o meno prezzolati, di fede bianconera(anche se attualmente stanno insediandosi gli interisti ‘tavecchiani’ che forse sono peggiori di quelli di Torino)

          Il giorno 13 ottobre 2017 00:57, Disqus ha scritto:

        • Mario De Magistris

          Le tue sono ‘pillole’ realismo è saggezza amico milanforever. Ma io ho sempre guardato prima la persona e poi le eventuali qualità che avrebbe potuto esprimere. Ventura aveva cominciato benissimo chiamando i giovani che meglio si erano espressi nel torneo italiano. Poi per me ha avuto la sfortuna di perdere per strada dei potenziali pilastri: Romagnoli, Bonaventura, De Sciglio, Andrea Conti e Rugani. L’unico appunto che faccio a Ventura è quello che, come fece Sacchi con Signori, non dovrebbe insistere nell’impiegare Insigne nel ruolo di esterno di centrocampo. Il piccolo napoletano è una delle migliori espressioni del calcio offensivo espresso dai giovani talenti italiani e deve fare l’attaccante!!! Questa nazionale è un po come il Milan attuale… avrebbe grandi potenzialità se i suoi dirigenti ed il suo tecnico dimostrassero più coraggio nel chiudere con le ingombranti eredità del passato. I ‘vecchi’ juventini hanno fatto la loro epoca in nazionale. Basta così!!! Ventura prenda esempio da quel che fece Bernardini! Abbiano tutti il coraggio di voltare pagina…tanto, come sta accadendo al Milan, le figuracce fatte ultimamente sono indipendenti dagli interpreti…Bonucci in testa! Come avrebbe detto ‘il Gianni Rivera dei miei tempi’…. la colpa è della mentalità del ‘Palazzo’ che proprio non riesce mai a cambiare soprattutto quando lo stesso viene okkupato da pletore di servi, più o meno prezzolati, di fede bianconera(anche se attualmente stanno insediandosi gli interisti ‘tavecchiani’ che forse sono peggiori di quelli di Torino)

          Il giorno 13 ottobre 2017 00:57, Disqus ha scritto:

  • Lele Bastiancontrario

    Non c’è un cane che scrive qui… allora, anche da solo, permettetemi di fare una cosa…
    GOOOOODDDDOOOOOOOOOOOOOOOO COME UN PORCOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Vedere i gobbi perdere è uno sballo!

    • Milanforever

      Naturalmente ero io…