Prosegue la corsa “in retromarcia” verso l’Europa League. Stavolta a guadagnare uno striminzito punto è il Milan, mentre sorride la Lazio che ormai è di fatto in Europa e non ancora del tutto fuori dai giochi per la CL.

Il 2-2 tra Atalanta e Juventus (con un rigore mancante per i bianconeri che sa di “restituzione” a tempo scaduto) ha spianato la strada ai biancocelesti. Nel mezzo un anticipo; il tranquillo 1-1 tra Torino e Samp che apre la settimana di un derby che vale una stagione. Almeno per il Toro, tornato al successo due anni fa dopo un digiuno lunghissimo. Poi, come detto, la debordante vittoria nel derby di Roma da parte della Lazio di Simone Inzaghi; una stagione biancoceleste oltre ogni previsione con quarto posto vicino e finale di Coppa Italia.

I “dolori” sono iniziati nel pomeriggio, con il gol a freddo di Trotta allo Scida per Crotone-Milan. Gli ennesimi 80′ a inseguire di questa stagione, al termine dei quali arriva un punto che non fa felice nessuno. Ma che – incredibilmente – consente di allungare su Fiorentina e Inter con una gara in meno da giocare; il suicidio viola a Palermo e quello nerazzurro con il Napoli lasciano al palo la settima e l’ottava in classifica. Nel mezzo, le vittorie di Chievo, Sassuolo, Cagliari e Bologna per un turno con soli due pareggi, proprio quelli di Atalanta e Milan. Se proprio si vuole tirare in ballo le tournée estive, è bene ricordare che il quinto posto (che evita i preliminari di EL) prima di oggi era ancora a tiro e che c’è ancora uno scontro diretto a Bergamo.

Risultati 34^ giornata: venerdì Atalanta-Juventus 2-2; sabato Torino-Sampdoria 1-1; domenica Roma-Lazio 1-3, Bologna-Udinese 4-0, Cagliari-Pescara 1-0, Crotone-Milan 1-1, Empoli-Sassuolo 1-3, Genoa-Chievo 1-2, Palermo-Fiorentina 2-0, Inter-Napoli 0-1

Classifica: Juventus 81, Roma 72, Napoli 71, Lazio 67, Atalanta 64, Milan 59, Inter 56, Fiorentina 55, Torino 49, Sampdoria 46, Udinese 43, Cagliari e Chievo 41, Sassuolo 39, Bologna 38, Genoa 30, Empoli 29, Crotone 25, Palermo 19, Pescara (retrocesso) 14

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

7 Comments

  1. Borgofosco
    Mario De Magistris 1 Maggio 2017 at 12:32

    Mah….il Milan contro Empoli e Crotone ha mancata l’occasione per portarsi in una dignitosa posizione di classifica. In questo gioco al ‘ ciapa no’ forse il Milan rimarrà coinvolto pur tra i mugugni di giocatori che pensano già alle vacanze e si ‘impippano’ della vita grama dei tifosi che vanno allo stadio magari dopo aver passato giornate a scaricare cassette di frutta all’ortomercato. Loro pensano alle vacanze e non vogliono rinunciare nemmeno a qualche giorno di ‘ferie’. L’impressione è questa e così si vedono squadre come la Fiorentina e l’Inter fare partite indecorose quanto quella che ha fatto il Milan con l’Empoli. Non saprei dire ma questa volta la scusa ‘Berlusconi/Mediaset’ non vale. La nuova proprietà vuole arrivare in Europa League qd ogni costo. Alcuni salteranno qualche giorno di vacanza? Beh credo che per tornare a pensare da ‘grandi’ qualche sacrificio bisogna farlo e non pretendere soltanto ingaggi da nababbi. Allora osserviamo questo finale di campionato del ‘ciapa no’ e staremo a vedere chi e quali e quanti giocatori dell’attuale rosa saranno nel Milan la prossima stagione. Per meritare d’essere giocatori da Milan il primo passo dovrà essere quello di raggiungere il quinto oppure il sesto posto per l’Europa.

    1. Milanforever
      Milanforever 1 Maggio 2017 at 18:02

      Fare l’EL passando dai preliminari è un suicidio per la stagione successiva. Il Sassuolo quest’anno ne è l’esempio più eclatante. Se comunque vai a vedere anche gli anni precedenti trovi che le squadre che hanno anticipato la preparazione sono poi arrivate in campionato sempre dietro rispetto all’anno prima.
      Non ti da un beneficio economico (per avere un qualche riscontro bisogna almeno arrivare in finale), non ti da visibilità e non è un appeal per i top players.

      1. Borgofosco
        Mario De Magistris 2 Maggio 2017 at 12:35

        Credo che la nuova proprietà la pensi diversamente! Fassone. Mirabelli e Montella a parole vogliono la partecipazione alla competizione europea anche partendo dall’Europa League. A questo punto non rimane che vincere la ultime quattro partite e giocarsi il 5° posto a Bergamo. Questo consentirebbe di non fare i preliminari. Per quel che riguarda il budget mi pare che l’Uefa abbia incrementato le quote di partecipazione. Cmq rimane sempre la soddisfazione di partecipare, per cercare di vincerla, ad una competizione che non ti permette soltanto di incrementare i trofei in bacheca ma che ti restituisce dignità e visibilità anche per incentivare i numerosi sponsor che vogliono un Milan vittorioso in Europa.

        1. Milanforever
          Milanforever 2 Maggio 2017 at 14:52

          Se vuoi sapere il budget di quest’anno leggi qui:
          http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/news/newsid=2398877.html
          Ma per farla breve “l’importo totale disponibile da distribuire ai club partecipanti nel 2016/17 è di 1,7187 miliardi di euro, di cui 399,8 milioni alle squadre di UEFA Europa League.”
          Vedi un po’ la differenza…

  2. Brutta giornata da convivere con quella gente vittoriosa e gongolante.
    Brutta, ma istruttiva. Se lo capiscono Fassone e Mirabelli. Senza una vera e grande punta non si primeggia mai. CR7 e Higuain lo provano. Io non so se Bacca con un altro tipo di gioco, magari in contropiede, avrebbe segnato qualche gol in piu’. So per certo che non sara’ mai un centravanti all’altezza delle tradizioni del Milan, quindi ci vuole ben altro. Deve essere fortissimo, altrimenti niente.

    1. Milanforever
      Milanforever 4 Maggio 2017 at 09:04

      Vittorio, su questo ha ragione Diavolo, difficile, molto difficile acquisire top player senza fare la Champions.
      Prova ha ripensare come sono partiti i gobbi dopo il ritorno in A e rivedi anche la prima squadra di Conte.

      Certo che abituarsi al triplete che faranno sarà molto dura. Sarà dura anche abituarsi agli sberleffi perchè diranno che loro e le merde sono superiori a noi non avendolo mai fatto…

      1. OK. Allora che provino a prendere un futuro Top-player. Da troppi anni non azzecchiamo un acquisto fortunato. Sarebbe ora.

Comments are closed.