Un punto perso in due gare con calendari un tantino diversi. I risultati del fine settimana sorridono al Milan che si riavvicina alla quinta posizione e può ancora sperare nonostante due scontri diretti in trasferta.

Finisce 2-2 la sfida inaugurale della giornata tra Torino e Inter, nonostante due regali di Hart; sgambettando l’Atalanta e andando a pareggiare al Comunale i nerazzurri non riescono a piazzare l’allungo sperato sul Milan. Del successo rossonero con il Genoa si è già detto; manca il killer instinct di una squadra che crea molto soprattutto con gli esterni ma non chiude le partite. Vince l’altra sfidante per l’Europa, l’Atalanta che ora è al sesto posto visti gli scontri a sfavore con l’Inter. 3-0 a un Pescara in cui evidentemente l’allenatore è l’ultimo dei problemi, mentre soffre maggiormente il Napoli che però tiene a Empoli e passa 2-3.

Nel resto del pomeriggio la Juventus vince ma si trova costretta a fare catenaccio a Marassi negli ultimi minuti, pareggia 0-0 invece la Lazio a Cagliari. Un doppio risultato favorevole in chiave Europa, tra Inter e Lazio; vince solo l’Atalanta che però non ha guadagnato punti e ne avrebbe anzi perso uno senza la pantomima finale del rigore allo Stadium della scorsa settimana. Vincono anche Fiorentina, Bologna, Udinese e soprattutto Roma che stende in rimonta il Sassuolo e mantiene il -8 dalla capolista. Ora il campionato si ferma per la doppia sfida della nazionale contro Albania (qualificazioni mondiali) e Olanda (amichevole). Convocati per il Milan Donnarumma, Romagnoli e De Sciglio, mentre nell’Under 21 trovano posto Calabria e Locatelli.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014