Due rimonte vanno a buon fine. E questa settimana sono proprio le due sfide che lasciavano trasparire una possibilità di tornare sotto a mantenere alto il livello dello spettacolo.

A partire da Leicester-Siviglia; la sfida praticamente attesa da tutti vede gli andalusi sbagliare anche un rigore, prima della sceneggiata Nasri-Vardy e del raddoppio inglese. Con un risultato del genere Craig Shakespeare si guadagna la conferma “definitiva” dopo 8 anni da assistente; da traghettatore designato dopo l’esonero di Ranieri, i quarti sono il miglior risultato della storia dei blues (anche se una squadra che si comporta in questa maniera meriterebbe una tranvata ai quarti, Juve a parte). Poco da segnalare proprio sulla sponda Juve; i bianconeri si limitano ad amministrare dopo lo 0-2 dell’andata, battendo il Porto su rigore di Dybala.

Poco da segnalare anche dalla terza sfida, dove l’Atletico Madrid pareggia in casa con il Bayer Leverkusen. Il 2-4 dell’andata consegna agli spagnoli i quarti di finale; molte più emozioni arrivano dal principato di Monaco dove ancora una volta la capolista della Ligue 1 vola ai quarti. 3-1 il punteggio a danno del Manchester City, ancora una volta fuori anticipatamente dalla Champions. Passano in vantaggio i monegaschi con Mbappé, e alla mezz’ora sono già sul 2-0 con Fabinho. Decisivo un super Subasic, finché Sané a porta vuota accorcia le distanze, ma alla fine è Bakayoko sugli sviluppi di una punizione a dare la qualificazione ai biancorossi.

Ottavi di finale: martedì 7 marzo Arsenal-Bayern Monaco 1-5 (agg 2-10), Napoli-Real Madrid 1-3 (agg 2-6); mercoledì 8 marzo Barcellona-Psg 6-1 (agg 6-5), Borussia Dortmund-Benfica 4-0 (agg 4-1); martedì 14 marzo Juventus-Porto 1-0 (agg 3-0), Leicester-Siviglia 2-0 (agg 3-2); mercoledì 15 marzo Monaco-Manchester City 3-1 (agg 6-6, gol in trasferta), Atletico Madrid-Bayer Leverkusen 0-0 (agg 4-2).

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014