Tra la seconda delusione cocente consecutiva che ormai rischia di essere realtà per Olanda e Turchia, le difficoltà azzurre e le rivelazioni Lituania e Azerbaigian (!) le qualificazioni mondiali proseguono. Qualche polemica per gli infortuni con le nazionali.

Di certo nessuno rimpiangerà un 2-3 con la Macedonia, che peraltro poteva finire molto peggio. Ma tant’è, tecnicamente siamo ancora alla pari con la Spagna e a novembre c’è il Liechtenstein per allungare sul duo Albania-Israele che giocherà lo scontro diretto. Alla fine, nonostante la grande paura, non va neanche male sul piano della classifica. Negli altri due gironi “della domenica” sono Irlanda e Serbia a tentare la prima fuga: si fermano Austria e Galles che vengono scavalcati nel gruppo D; mentre nell’I fuggono le favorite Croazia e Islanda, solo l’Ucraina riesce – per ora – a opporre un po’ di resistenza.

Nelle partite di venerdì e lunedì il primo gruppo di scena era l’A: anche qui continua il copione della coppia in testa con 7 punti. Vincono due volte Francia e Svezia, proprio i bleus battono l’Olanda che ora è ferma a 4 punti ma ha un calendario più agevole da qui al giro di boa. Nel gruppo B troviamo la prima squadra a punteggio pieno: è la Svizzera che supera Ungheria e Andorra. Secondo il Portogallo che pone fine brutalmente (0-6) alla “favola” delle Far Oer che erano in seconda piazza. Nel gruppo H invece c’è una coppia a punteggio pieno formata da Belgio e Grecia, seguite dalla Bosnia a 6 punti. Gli ultimi gruppi restanti del sabato sono: il C, dove la Germania è in testa con 9 punti e dietro a sorpresa c’è l’Azerbaigian; l’E, il gruppo forse più equilibrato con la coppia Montenegro-Polonia in testa a 7 punti seguita dalla Romania a 5 e la Danimarca a 3; l’F almeno altrettanto equilibrato dove l’Inghilterra guida ma per ora 4 squadre potrebbero ambire al secondo posto.

Girone A: venerdì Francia-Bulgaria 4-1, Lussemburgo-Svezia 0-1, Olanda-Bielorussia 4-1, lunedì Bielorussia-Lussemburgo 1-1, Olanda-Francia 0-1, Svezia-Bulgaria 3-0. Classifica: Francia e Svezia 7, Olanda 4, Bulgaria 3, Bielorussia 2, Lussemburgo 1

Girone B: venerdì Lettonia-Far Oer 0-2, Portogallo-Andorra 6-0, Ungheria-Svizzera 2-3, lunedì Andorra-Svizzera 1-2, Far Oer-Portogallo 0-6, Lettonia-Ungheria 0-2. Classifica: Svizzera 9, Portogallo 6, Far Oer e Ungheria 4, Lettonia 3, Andorra 0

Girone C: sabato Azerbaigian-Norvegia 1-0, Germania-Rep. Ceca 3-0, Irl. del Nord-San Marino 4-0, martedì Germania-Irl. del Nord 2-0, Norvegia-San Marino 4-1, Rep. Ceca-Azerbaigian 0-0. Classifica: Germania 9, Azerbaigian 7, Irl. del Nord 4, Norvegia 3, Rep. Ceca 2, San Marino 0

Girone D: giovedì Austria-Galles 2-2, Irlanda-Georgia 1-0, Moldavia-Serbia 0-3, domenica Galles-Georgia 1-1, Moldavia-Irlanda 1-3, Serbia-Austria 3-2. Classifica: Irlanda e Serbia 7, Galles 5, Austria 4, Georgia 1, Moldavia 0

Girone E: sabato Armenia-Romania 0-5, Montenegro-Kazakistan 5-0, Polonia-Danimarca 3-2, martedì Danimarca-Montenegro 0-1, Kazakistan-Romania 0-0, Polonia-Armenia 2-1. Classifica: Montenegro e Polonia 7, Romania 5, Danimarca 3, Kazakistan 2, Armenia 0

Girone F: sabato Inghilterra-Malta 2-0, Scozia-Lituania 1-1, Slovenia-Slovacchia 1-0, martedì Lituania-Malta 2-0, Slovacchia-Scozia 3-0, Slovenia-Inghilterra 0-0. Classifica: Inghilterra 7, Lituania e Slovenia 5, Scozia 4, Slovacchia 3, Malta 0

Girone G: giovedì Italia-Spagna 1-1, Liechtenstein-Albania 0-2, Macedonia-Israele 1-2, domenica Albania-Spagna 0-2, Israele-Liechtenstein 2-1, Macedonia-Italia 2-3. Classifica: Spagna e Italia 7, Albania e Israele 6, Macedonia e Liechtenstein 0

Girone H: venerdì Belgio-Bosnia 4-0, Estonia-Gibilterra 4-0, Grecia-Cipro 2-0, lunedì Bosnia-Cipro 2-0, Estonia-Grecia 0-2, Gibilterra-Belgio 0-6. Classifica: Belgio e Grecia 9, Bosnia 6, Estonia 3, Cipro e Gibilterra 0

Girone I: giovedì Islanda-Finlandia 3-2, Kosovo-Croazia 0-6, Turchia-Ucraina 2-2, domenica Finlandia-Croazia 0-1, Islanda-Turchia 2-0, Ucraina-Kosovo 3-0. Classifica: Croazia e Islanda 7, Ucraina 5, Turchia 2, Kosovo e Finlandia 1

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014