Una classifica che non vorremmo certo vedere ma che purtroppo è realtà. Certo, sono passate solo 3 giornate e il campionato è ancora lungo, ma il 15° posto con 2 punti sulla zona retrocessione farebbe rabbrividire chiunque.

Andando per ordine, la giornata che si è giocata tra sabato e ieri ci consegna l’ennesima rimonta nel finale di un eterno Francesco Totti che se va avanti così potrebbe candidarsi a diventare il nuovo Stanley Matthews, con tutti i limiti del caso. Vincono Juve e Napoli, rispettivamente contro Sassuolo e Palermo; male l’esordio sulla panchina rosanero del bresciano Roberto De Zerbi, allenatore (malcapitato) numero 26 del Palermo di Zamparini. Un’ora di sospensione per pioggia, poi la Roma – anche con un rigore dubbio – vince contro la Samp. Si forma quindi un trio davanti, con la Juve a 9 punti e il duo Napoli-Roma a 7.

Più complicate le cose dietro: la sorpresa Atalanta supera in rimonta (2-1) il Torino di Mihajlovic dopo essere andata sotto, stesso punteggio alle 12.30 di domenica per Bologna-Cagliari. Pareggiano Chievo e Lazio, mentre Genoa e Fiorentina dovranno giocare i 62′ restanti (più recuperi) forse a dicembre, a causa del maltempo di domenica e degli impegni in EL dei viola. Capitolo Milan: ok la traversa, ok il rigore negato, ok le assenze pesanti di Kucka e Niang ma alla fine quello che conta è il punteggio che è 0-1. Non puoi regalare queste partite in casa, un vizio che ci trasciniamo dietro da troppi anni. Va meglio ai cugini, che in rimonta e con una certa dose di fattore C superano 1-2 il Pescara che durante il vantaggio momentaneo era addirittura secondo in classifica. A chiudere il turno è stata Empoli-Crotone ieri sera: 2-1 per i toscani che raggiungono proprio il Milan e le altre squadre a 3 punti.

Risultati 3^ giornata: sabato Juventus-Sassuolo 3-1, Palermo-Napoli 0-3; domenica Bologna-Cagliari 2-1, Atalanta-Torino 2-1, Chievo-Lazio 1-1, Genoa-Fiorentina sospesa sullo 0-0, Milan-Udinese 0-1, Roma-Sampdoria 3-2, Pescara-Inter 1-2; lunedì Empoli-Crotone 2-1.

Classifica: Juventus 9, Napoli e Roma 7, Genoa, Sampdoria, Udinese e Bologna 6, Pescara, Chievo, Lazio e Inter 4, Torino, Fiorentina, Atalanta, Milan, Empoli e Sassuolo 3, Cagliari e Palermo 1, Crotone 0. Genoa e Fiorentina una gara in meno

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014