Finisce qui la Serie A 2015/16, e lo fa nella maniera che tutti alla partenza pensavano ma che a ottobre sembrava vacillare. Vince la Juventus, che dopo una partenza traballante sorpassa tutti e prende il tricolore, con molti meno punti di vantaggio del solito ma una superiorità giustificata.

Il 5-0 finale con la Samp non toglie e non aggiunge niente: cadono invece Milan e Inter, non un bel biglietto da visita per sabato. Ma mentre l’Inter va in EL il Milan butta via 11 punti con le retrocesse (le uniche con cui Inzaghi faceva bottino pieno) e arriva 7º: si parla di repulisti totale anche in caso di mancata cessione. La Roma vince 1-3 in un San Siro spettrale dove si sentono solo gli ospiti, stesso punteggio per il Sassuolo sull’Inter.

Ma il dato più importante dell’ultima giornata è il record di Higuain che arriva a quota 36 gol e senza il raptus di Udine probabilmente ne avrebbe fatti altri; bravo Sarri a sfruttarlo al meglio e ad arrivare secondo davanti a una Roma rientrata troppo tardi. In fondo alla classifica il Palermo è salvo: sia i rosanero sia il Carpi vincono ma gli emiliani restano con un punto in meno. 2-4 per la Fiorentina sulla Lazio, per il resto c’è poco da dire a campionato ormai finito.

Risultati 38^ giornata: sabato Juventus-Sampdoria 5-0, Milan-Roma 1-3, Napoli-Frosinone 4-0, Sassuolo-Inter 3-1, domenica Chievo-Bologna 0-0, Empoli-Torino 2-1, Genoa-Atalanta 1-2, Lazio-Fiorentina 2-4, Palermo-Verona 3-2, Udinese-Carpi 1-2.

Classifica: Juventus 91, Napoli 82, Roma 80, Inter 67, Fiorentina 64, Sassuolo 61, Milan 57, Lazio 54, Chievo 50, Empoli e Genoa 46, Torino e Atalanta 45, Bologna 42, Sampdoria 40, Palermo e Udinese 39, Carpi (retrocesso) 38, Frosinone  31, Verona 28

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

4 Comments

  1. Iranoff-Bulianoff-Kopalski 16 Maggio 2016 at 15:32

    Buli.
    Sabato mi sono rifiutato di andare a vedere la partita.
    Immaginavo.
    Per la prossima la nostra unica soddisfazione è pensare che abbiamo tante speranze noi di portare a casa la coppa italia quanti i gobbi di vincere la prossima coppa dei campioni.

    Detto questo. L’epilogo della stagione è stato veramente sconcertante.

    Non voglio partecipare al gioco del dare la colpa: in primo luogo si tratterebbe di un tiro al bersaglio troppo facile; tutti sono partecipi allo sfascio attuale.
    Purtroppo credo che alcuni siano colpevoli per motivi patologici e altri per motivi colposi.

    Il mio sogno è che questo sia il punto più basso della attuale gestione rossonera. Io non aspiro alla proprietà cinese. Voglio ricordare che con la miserrima gestione Farina il posto in coppa Uefa era quasi sempre garantito.

    Mi basterebbe questo: una società seria, con l’ambizione di non fare brutte figure.

    A mio parere, dire il nome, il peccato è entrato in società quando ormai 6/7 anni fa hanno cominciato a girare nello spogliatoio persone che non hanno nulla a che fare con la professionalità: dai Ronaldinho per passare ai Cerci e Balotelli.

    Ecco: il mio contributo potrebbe essere questo
    FACCIAMO TABULA RASA

    Il primo compito della società dovrebbe essere ELIMINARE TUTTI GLI ELEMENTI NOCIVI.

    RIMETTERE IN SOCIETA’ UN DIRETTORE SPORTIVO

    Purtroppo non ne avremo il coraggio e continueremo a seguire questa strada da storditi: un passo avanti e tre indietro.

    Terremoo da bordone ai soliti Agenti che proporranno al nostro AD il slito carrello di Bolliti e Lessi.

    Finiremo ancora per comprare a Zero lire elementi tutto fumo e poca sostanza.

    Buli, da solo ma sicuro che anche Ira e Kopa siamo d’accordo

    1. Diavolo1990

      Voglio ricordare che con la miserrima gestione Farina il posto in coppa Uefa era quasi sempre garantito.

      Anche in mitropa cup.

    2. “Purtroppo credo che alcuni siano colpevoli per motivi patologici e altri per motivi colposi”

      Purtroppo lo credo anche io. E molti miei amici quaggiu’.
      Non condivido invece il discorso su chi avrebbe poca professionalita’ .
      Il calcio e’ uno sport dove fanno la differenza ragazzi talentuosi da formare . La professionalita’ e’ mancata e manca a tutti i livelli tecnici. Vedere gli allenamenti del Milan fa vomitare. La parte medica e’ stata ed e’ un disastro. L’unica persona di carisma ed intelligenza chiamato ad allenare, Clarence Seedorf e’ stato tradito. Gli acquisti non corrispondono ai bisogni.
      I colpevoli sono i traditori , non certo il tradito e questo lo testimoniano i passati 30 anni.
      Cosi’ e’ per chi vuol vedere,

  2. Borgofosco

    Mah più che assistere all’ultima giornata dove era chiarissimo che si sarebbe trattato di gare di Wretsling e non di partite di calcio, ho curato le mie rose in giardino. Almeno quelle non mi deludono. Bellissime. Tutto scontato forse anche la vittoria della Fiorentina. Tutto deciso così come l’esibizione di calcio- Wretsling fornita da un Milan ben oltre l’indecente. Sperare di vincere la Tim Cup? Impossibile è da due settimane che hanno designato Rocchi e con lui la ‘giuve’ non perde mai ed il Milan perde quasi sempre. ps L’unica cosa che ha girato storto sabato sera, nell’esibizione di calcio-Wretslin, è stato un intruso tedesco che, forte dell’appoggio dell’inguardabile Rizzoli(in una partita del genere ha avuto il coraggio di ammonire cinque milanisti e nessun romanista mettendosi sullo stesso piano di quei giocatori che hanno preso per il c@lo gli spettatori). Mi spiace per Abbiati e sono offeso dal commento del gentleman De Rossi che ha richiamato uno squallido episodio dove, l’ho sempre detto, non tutta la responsabilità era stata dei tifosi. Con un minimo di intelligenza si sarebbe potuto evitare il tutto. Ma l’intelligenza non sta di casa al Milan e tanto meno tra i giocatori e gli ex calciatori. De Rossi? Ha dimostrato d’essere quel che è sempre stato…Perché non si è fatto i c@zzi suoi? Dopo che il loro giocatore di colore aveva dimostrato che forse c’è del vero nelle critiche, incluso quelle al romano biondo, su di loro(hanno un solo neurone). Tiremm innanz e speriamo che non si faccia la fine del Milan di Farina(ricordo a tutti che fu Gianni Nardi, vero cuore rossonero, a rinunciare alla messa in mora e sotto tutela giudiziaria di quel Milan). Farina non aveva tirato fuori neppure una lira e stava per vendere Baresi e Maldini. E’ inquietante sentir parlare di cedere i migliori giovani. Questo si mi ricorda il Milan di Farina(El Shaarawy mi ha garantito un anno di pizze e birra pagate da chi. milanista, aveva scommesso che alla Roma avrebbe fallito ancor più che non al Milan…ho vinto tutte le scommesse).

Comments are closed.