La giornata del post-Fiorentina vede sempre una squadra toscana opporsi al Milan: sarà l’Empoli di Marco Giampaolo, sconfitto alla prima giornata da un sorprendente Chievo.

Alle 18 il derby emiliano Bologna-Sassuolo, la storica big della regione contro la squadra di mister Mapei, e alle 20.45 quella che per certa stampa pronta a dare in pasto il Milan ai titoloni è già una mezza ultima spiaggia. Neanche il tempo di metabolizzare la sconfitta, che il solito ritornello di Preziosi-procuratori amici-Giannino è già ricominciato. A 37 giornate dalla fine. Milan che a quanto pare cambierà solo in difesa, con Zapata al posto dello squalificato Ely: per il resto fiducia, nonostante la sconfitta di 6 giorni fa, all’undici tipo. Diego Lopez; De Sciglio, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Bertolacci, De Jong, Bonaventura; Honda; Bacca, L. Adriano. 4-2-3-1 per l’Empoli, con: Skorupski; Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui; Zielinski, Diousse; Croce, Saponara, Pucciarelli; Maccarone.

Domenica, invece, si apre con Roma-Juventus, di diritto il big match della giornata. Miglior occasione possibile per la Juve di dimostrare che non è quella delle tante occasioni sbagliate contro l’Udinese, con tanto di ritorno di Morata davanti. La Roma, con 0 italiani titolari (!) dovrà farsi perdonare il mezzo scivolone di Verona. 7 le partite in serata: spiccano Napoli-Sampdoria e Torino-Fiorentina, ma c’è spazio anche per le due neopromosse, con la prima storica del Carpi in “casa” (Modena) contro l’Inter, e con Atalanta-Frosinone. Poi Chievo-Lazio, il ritorno di Mattiello tra i convocati quasi 6 mesi dopo l’incidente con Nainggolan, e le restanti Genoa-Verona e Udinese-Palermo. Il primo passo per arrivare più tranquilli al derby, comunque, è già stasera.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014