Tre big match, due di sabato, uno di lunedì. Nel mezzo, la solita sfida a distanza per l’Europa League, e chiaramente la partita del Milan che ospita in casa il Torino nel posticipo di domenica.

Inzaghi contro Ventura, una discreta pattuglia di ex in campo e in panchina. Fuori per infortunio all’ultimo Maxi Lopez, in panchina Cerci, nelle file del Torino ci sarà l’ex primavera rossonero Darmian. Partita dai tanti assenti, il già citato Maxi con Quagliarella, Bovo, Farnerud e Maksimovic nel Torino; gli squalificati Menez, Bonaventura e Suso, più Antonelli nel Milan. Questa ecatombe tra gli esterni unita alla stagione no di Cerci potrebbe riportare addirittura El Shaarawy tra i titolari. 4-3-3 confermato per Inzaghi, con: Diego Lopez; Abate, Alex, Paletta, Bocchetti; Poli, De Jong, Van Ginkel; Honda, El Shaarawy (Cerci), Destro. 3-5-2 per il Torino, con: Padelli; Glik, Jansson, Moretti; Darmian, Benassi, Gazzi, El Kaddouri, Bruno Peres; Martinez, Amauri.

Ma la giornata inizia già stasera, con Juventus-Napoli e Genoa-Inter, i due anticipi. I bianconeri freschi di double potrebbero essere l’ostacolo tra gli azzurri e la loro disperata ricerca del terzo posto (data dal derby romano di lunedì). Genoa-Inter, invece, si ritrova ad essere decisiva per la corsa EL, visto anche che la squadra di Gasperini si è vista rifiutare la licenza Uefa -e potrebbe non partecipare all’EL liberando un posto-. Domenica pomeriggio 6 partite, a partire da Empoli-Sampdoria alle 12.30; alle 15 tocca a Chievo-Atalanta, Parma-Verona, Cesena-Cagliari e Udinese-Sassuolo (senza più obiettivi per le squadre in campo) mentre la Fiorentina deve cercare gli ultimi punti per il quinto posto a Palermo. Lunedì sera, invece, la partita che vale una stagione. La Lazio reduce dalla sfortunata finale di Coppa Italia ospita tra le polemiche per lo spostamento a lunedì -5 giorni dopo la finale, si potrebbe tranquillamente giocare dopo 4- i rivali della Roma. Che hanno due risultati a disposizione, visto che il gioco dei continui sorpassi e controsorpassi tra le romane li ha lasciati avanti di un punto a due gare dalla fine. In caso di sconfitta una delle due squadre, come detto, potrebbe rischiare il sorpasso a opera del Napoli in caso di miracolo a Torino: il derby vale una stagione, mai come lunedì.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014