La 21ª giornata di campionato porta con sé lo stop di quasi tutte le squadre nelle prime 8 posizioni. A parte il Napoli, infatti, nessuna delle attuali big del campionato va oltre il pareggio.

Si è partiti sabato con un doppio 1-1 che sa tanto di occasione sprecata per due delle squadre in campo. Prima, alle 18, il pari tra Genoa e Fiorentina, con i rossoblu che possono recriminare per il gol del pareggio viola; in serata, poi, la Roma non riesce ad aver ragione dell’Empoli “italiano” di Sarri, sedicesimo a 20 punti ma mai domo specie contro le grandi. I toscani passano addirittura in vantaggio, per poi subire l’1-1 di Maicon, ma è una Roma in difficoltà; la gara dell’Olimpico sa tanto di occasione persa. Anche in parità numerica (10 contro 10), i giallorossi pagano l’infortunio di Iturbe, tornato per pochi minuti quello di Verona. All’ora di pranzo di domenica si consuma l’ennesima caduta dell’Inter, questa volta a Reggio Emilia contro il Sassuolo. 3-1 per gli emiliani; la media punti di Mancini (1 secco a partita) è più bassa di quella di Mazzarri, incolpato perfino delle guerre puniche in casa nerazzurra, e questo nonostante i colpi a effetto di gennaio.

Non riesce ad approfittare del passo falso romanista la Juventus, bloccata sullo 0-0 a Udine. Il distacco tra prima e seconda resta quindi di 7 punti. Colpo casalingo per il Cesena, che stende a sorpresa la Lazio per 2-1 e riapre clamorosamente il discorso salvezza; Defrel e un’autorete di Cataldi beffano i biancocelesti, Klose nel finale non basta. Non è da meno il Torino, tornato in una posizione tranquilla; 5-1 a una Sampdoria in stato confusionale, tripletta di Quagliarella. Il Napoli scaccia i fantasmi dell’andata e batte 1-2 la “bestia nera” Chievo al Bentegodi, dopo due autogol ci pensa Gabbiadini; impressionante forcing per gli uomini di Benitez, ora a soli 4 punti dalla Roma. A impressionare è ancora la sorpresa Palermo: Iachini e soci continuano la loro cavalcata, stavolta la vittima è il Verona, sconfitto per 2-1; successo importante in chiave salvezza per l’Atalanta che piega 2-1 ilCagliari. In serata, arriva il momento tanto agognato della prima vittoria del 2015 per il Milan. Un 3-1 al Parma ultimo e derelitto che non soddisfa sul piano del gioco, ma regala due ottime prestazioni di Cerci e Menez. 3 punti che fanno brodo e soprattutto morale, in attesa di vedere come andranno i -tanti- nuovi acquisti a partire da Suso e Destro.

Risultati 21^ giornata: sabato Genoa-Fiorentina 1-1, Roma-Empoli 1-1; domenica Sassuolo-Inter 3-1, Atalanta-Cagliari 2-1, Cesena-Lazio 2-1, Chievo-Napoli 1-2, Palermo-Verona 2-1, Torino-Sampdoria 5-1, Udinese-Juventus 0-0, Milan-Parma 3-1.

Classifica: Juventus 50, Roma 43, Napoli 39, Lazio e Sampdoria 34, Fiorentina 32, Palermo 30, Milan e Genoa 29, Torino, Sassuolo e Udinese 28, Inter 26, Verona 24, Atalanta 23, Empoli 20, Cagliari 19, Chievo 18, Cesena 15, Parma 9.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014