Comincia male il 2015 milanista. La sconfitta casalinga per 1-2 con il Sassuolo costringe i rossoneri a fare 6 punti nelle ultime due gare del girone di andata, contro Torino e Atalanta, per non perdere il “treno” per il terzo posto.

Ma andiamo con ordine. La Lazio fugge via, battendo per 3-0 una Sampdoria in vistoso declino (8 punti nelle ultime 7 giornate, uno in meno del Milan ma con un calendario più facile specie per il fattore campo) grazie ad uno show di Felipe Anderson. La domenica è iniziata con lo 0-1 della Roma a Udine, viziato da un mancato rigore per i bianconeri oltre che dal discusso gol fantasma di Astori, con il pallone che sembra parzialmente sulla linea di porta. L’inutilità del giudice di porta stavolta è data dal fatto che il suo “consulto” è stato bellamente ignorato dall’arbitro Guida, che ha concesso il gol. Pozzo dichiara che Garcia “raccoglie i frutti” delle precedenti lamentele, mentre fa specie il silenzio assordante di Stramaccioni, così solerte nell’accusare il Milan davanti alle telecamere il 30 novembre (un errore per parte e quindi non decisivo per il risultato) e stranamente posato oggi contro la squadra di cui è stato allenatore delle giovanili.

Oltre alla caduta del Milan in casa, in chiave coppe europee il pomeriggio di ieri ha visto il pareggio in rimonta per 2-2 del Genoa con l’Atalanta e la sorprendente sconfitta della Fiorentina in casa del Parma. 1-0 per i ducali, con tanto di errore dal dischetto a corredare la giornata da incubo di Mario Gomez. Si è visto poco in Chievo-Torino e Empoli-Verona, un doppio 0-0 che allontana tutte e quattro le squadre dal Cagliari, sconfitto con un rotondo 5-0 da un Palermo che a questo punto può sognare l’Europa, avendo scavalcato Fiorentina e Udinese e agganciato il Milan a quota 25 punti. Tutto facile anche per il Napoli corsaro a Cesena, per il secondo 1-4 casalingo subito dai romagnoli in breve tempo. In serata, spazio all’ormai ex Derby d’Italia, terminato 1-1. Bella e intensa partita, il risultato migliore per i “nemici” di entrambe le squadre, anche perché non consente all’Inter di rinvenire da dietro; al gol iniziale di Tevez risponde nel secondo tempo Icardi.

Risultati: lunedì Lazio-Sampdoria 3-0; martedì Udinese-Roma 0-1, Chievo-Torino 0-0, Empoli-Verona 0-0, Genoa-Atalanta 2-2, Milan-Sassuolo 1-2, Palermo-Cagliari 5-0, Parma-Fiorentina 1-0, Cesena-Napoli 1-4, Juventus-Inter 1-1.

Classifica: Juventus 40, Roma 39, Lazio e Napoli 30, Genoa e Sampdoria 27, Milan e Palermo 25, Fiorentina 24, Sassuolo 23, Inter e Udinese 22, Empoli, Torino e Verona 18, Chievo 17, Atalanta 16, Cagliari 12, Cesena e Parma 9.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014