Bilancio così così anche quest’anno per le italiane in Champions League. Se l’anno scorso era stato proprio il Milan derelitto e costantemente nella seconda metà di classifica a passare il turno con 9 punti, con Juventus e Napoli relegate in EL, in questa stagione sono proprio i bianconeri ad avanzare agli ottavi.

Nell’unico ambito in cui Allegri ha dimostrato un rendimento migliore di Conte, e cioè quello europeo, la Juventus ha portato a casa 10 punti, il giusto per passare il turno. Il girone, a parte l’Atletico Madrid, non era poi difficilissimo, essendo più o meno simile a quello del Milan dell’anno scorso; e l’1-0 subito in Grecia sembrava aver minato le certezze bianconere, ma l’Olympiakos ha buttato via la qualificazione andando a perdere in Svezia. Un pareggio e i greci sarebbero arrivati secondi. Lo 0-0 di ieri valeva il primo posto per l’Atletico e la qualificazione per la Juventus, logico -come nelle nostre serie maggiori, verso fine campionato; e come teorizzò proprio il portiere bianconero- che le due squadre abbiano portato a casa la pelle. Atletico a 13 punti, Juventus a 10, Olympiakos a 9, ma l’ottavo di finale sarà contro una delle 7 prime in classifica degli altri gironi. A parte il Monaco e forse il Porto, le altre 5 sono sfide proibitive.

Delude -e molto- la Roma del “progetto”. Molti di voi ricorderanno le scene di giubilo del grosso dei romanisti dopo la nostra eliminazione con l’Atletico -prendendo 3 legni e dominando l’andata contro una delle finaliste-; beh, sinceramente la loro discesa in Europa League mi lascia indifferente. Il 5-0 iniziale con il Cska aveva illuso molti, anche me; dopo il bel pari in Inghilterra è arrivato il crollo casalingo con il Bayern. Ma fino alla quarta giornata la Roma poteva guardare ancora con una certa serenità alla classifica. Dopo il pari in extremis a Mosca (a porte chiuse) sono crollate quasi tutte le certezze, e lo 0-2 di ieri non si può chiamare semplice colpo di sfortuna. Dopo la sconfitta con il Bayern la Roma che avrebbe meritato il pari a Torino nello scontro diretto è stata sostituita da una squadra molto più insicura, che anche in campionato non è riuscita ad avvicinarsi e ha mantenuto il -3 solo con un rigore discusso con il Sassuolo. E perfino un City non irresistibile come quello visto in campo nel girone di CL, dopo i primi 20 minuti dove la Roma aveva giocato meglio, ha avuto vita facile. Iturbe, l’acquisto dell’anno “soffiato al Milan” (a parte Gervinho e Manolas, più o meno tutti sono ex seguiti dal Milan per cui la Roma ha offerto di più), non rende come si pensava; costato 29 milioni, l’argentino ex Verona ha fatto ancora molto poco. La pattuglia di italiane in EL si allarga così a 5 squadre.

Negli altri gironi, martedì sera il Basilea è uscito imbattuto da Anfield, e approda agli ottavi, con il Liverpool in EL; la differenza reti globale consente al Borussia Dortmund di mantenere il primo posto, nonostante l’1-4 dell’Arsenal in casa del Galatasaray (per gli amanti delle pagine “ignoranti”: doppietta di Ramsey, ma l’unico vip morto è stato la mattina prima della partita). Monaco primo nel gruppo C, davanti al Bayer Leverkusen; nelle gare di ieri sera il Barcellona (gruppo F) ha riguadagnato il primo posto, a spese del Psg; Ajax terzo. Nel G lo Schalke riesce nell’impresa di scavalcare lo Sporting, nel gruppo H l’unico verdetto mancante era il terzo posto, che va all’Athletic Bilbao. Risultati e classifiche dei gironi:

Gruppo A: Juventus-Atletico Madrid 0-0, Olympiakos-Malmoe 4-2. Classifica: Atletico Madrid 13, Juventus 10 (agli ottavi), Olympiakos 9 (in Europa League), Malmoe 3.

Gruppo B: Liverpool-Basilea 1-1, Real Madrid-Ludogorets 4-2. Real Madrid 18, Basilea 7, Liverpool 5, Ludogorets 4.

Gruppo C: Monaco-Zenit 2-0, Benfica-Bayer Leverkusen 0-0. Monaco 11, Bayer 10, Zenit 7, Benfica 5.

Gruppo D: Galatasaray-Arsenal 1-4, Borussia-Anderlecht 1-1. Borussia Dortmund (primo) e Arsenal 13, Anderlecht 6, Galatasaray 1.

Gruppo E: Roma-Manchester City 0-2, Bayern Monaco-Cska Mosca 3-0. Bayern Monaco 15, Manchester City 8, Roma (in Europa League) e Cska Mosca 5.

Gruppo F: Barcellona-Psg 3-1, Ajax-Apoel Nicosia 3-1. Barcellona 15, Psg 13, Ajax 5, Apoel Nicosia 1.

Gruppo G: Chelsea-Sporting 3-1, Maribor-Schalke 04 0-1. Chelsea 14, Schalke 8, Sporting 7, Maribor 3.

Gruppo H: Porto-Shakhtar 1-1, Athletic Bilbao-Bate Borisov 2-0. Porto 14, Shakhtar 9, Athletic Bilbao 7, Bate 3.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014