La decima giornata era terminata con il crollo casalingo del Milan contro un Palermo mai domo. La reazione c’è sicuramente stata, ma per aver ragione delle avversarie ancora non basta.

Dopo il pareggio pomeridiano tra Sassuolo e Atalanta, che inguaia più gli orobici degli emiliani, è arrivata la sfida di Marassi. Partita vera, con il giusto rigore per il mani di Mesbah a ristabilire quello che forse era il risultato più giusto. Torna al gol El Shaarawy, Menez ancora troppovenezia“, e senza il gol nel recupero del primo tempo forse si sarebbe anche vinto. L’1-1 tra Cagliari e Genoa di ieri alle 12.30 ha chiuso la prima parte della giornata. Il 7-0 con cui la Juventus ha liquidato il Parma ricorda da vicino i due dell’Inter col Sassuolo e fa differenza reti, utile in caso di testa a testa fino alla fine con la Roma.

Nel resto del pomeriggio di serie A il Chievo ha la meglio in un sofferto scontro salvezza con il Cesena grazie anche al rientro di Pellissier (doppietta). 1-1 tra Palermo e Udinese; la Lazio è sconfitta a Empoli per 2-1, altalenante ma sicuramente in grado di salvarsi la squadra di Sarri; alle 18 è andata in scena la sfida di Firenze risolta da Higuain. 0-1 e grande recupero dei partenopei che scavalcano Sampdoria e Lazio. In serata, doppio posticipo; la Roma liquida senza troppi problemi per 3-0 il  Torino, mentre l’Inter si fa rimontare nel finale da un Verona sempre combattivo e anche quest’anno a centro classifica. Gli scaligeri possono recriminare per un rigore sbagliato è una traversa, e Mazzarri traballa. L’importante è che la squadra non reagisca per il derby.

Classifica: Juventus 28, Roma 25, Napoli 21, Sampdoria 20, Lazio e Genoa 19, Milan e Udinese 17, Inter 16, Verona 14, Fiorentina e Palermo 13, Torino e Sassuolo 12, Cagliari, Atalanta e Empoli 10, Chievo 8, Cesena 7, Parma 6

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014