https://i0.wp.com/www.digital-sat.it/img/primo_piano/foto_grandi/1291849419_champions_pp.jpg?resize=325%2C118Poche gare vere: due, e una squadra che nel suo piccolo ha fatto la storia. E’ il Copenaghen che si qualifica per la prima volta agli ottavi, facendo nel suo piccolo la storia del calcio Danese. I pronostici dopo la quinta giornata sono tutti rispettati.

LE PARTITE VERE – La prima di queste era il big match della 6° giornata, andato in scena ad Old Trafford tra Utd e Valencia. Spagnoli che spezzano un altro record, quello dello Utd che poteva essere la prima squadra a passare il girone senza subire un gol. E’ Anderson a salvare lo United dal secondo posto nel girone, secondo posto che va al Valencia, che però eviterà proprio i Red Devils, insieme a Barcellona e Real Madrid. L’altra, forse ancora più decisiva andava in scena in Ucraina con lo Shakhtar che vince (2-0: Rat e Adriano) la quinta partita su sei gare e passa il girone, anche se il Braga per passare doveva fare l’impresa.

VINCE CHI HA BISOGNO DI PUNTI … – Per il resto quasi tutto come da copione, con squadre che riescono a far i punti di cui avevano bisogno. Li fa lo Schalke per la vittoria nel girone del gruppo B (uno dei più scarsi della storia di questa competizione), li fa il Copenaghen (3-1) al Panathinaikos (delusione? solo due anni fa chiudevano un girone al primo posto…), l’Ajax che si garantisce l’Europa League, l’Arsenal (anche se non bastano per il primo posto) e il Partizan, per finire con Roma e Tottenham che si garantiscono qualificazione e primo posto con due pareggi.

… MA ANCHE NO – C’è chi invece ha giocato comunque per l’onore, e chi ha perso contro avversari che non avevano nulla da dire. Esempio eclatante l’Inter di Brema, meno gravi le vittorie di Barça e Real (scontate?) che hanno visto le due big spagnole affrontare la partita con due mentalità diverse. Canterani il Barça, titolari il Real con Cr9 in campo seppur diffidato (a proposito di diffide, vi entrano due giocatori del Real Madrid Albiol e Diarra… quando si dice il contrappasso…?), manca il girone perfetto (18 punti) il Chelsea che perde contro il Marsiglia

PRIME E SECONDE – Arrivare primi conta? Fino a un certo punto. L’anno scorso la Champions League la vinse la peggiore seconda. Come al solito sarà l’urna di Nyon di venerdì prossimo a svelare tutto. Meglio prendere lo Schalke che arrivare primi e pescare l’Arsenal, ad esempio. Ma mai come quest anno c’è equilibrio: Bayern, Schalke, Shakhtar e Tottenham sono quattro prime abbordabili contro le proibitive Real, Barça, Man Utd e Chelsea, così come Milan, Roma Valencia e Arsenal sono tutt’altra cosa rispetto a Lione, Inter, Marsiglia e Copenaghen. Ma i Danesi, a meno che non andranno contro il Real Madrid, saranno la sorpresa dei quarti di finale. Ma del sorteggio ne parleremo venerdì prossimo. Per ora limitiamoci ai pronostici.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.