zlatan-ibrahimovic-wechsel-geruechte-star-transfer-voting-real-madrid-y25-UOBLDicevano che Zlatan Ibrahimovic non incidesse in Champions. Ieri il campione svedese ha smentito tutti i suoi critici, con 4 gol (e sono ancora pochi – tra cui Simone Inzaghi – ad esserci riusciti) nel perentorio 5-0 esterno del PSG sull’Anderlecht (di Cavani l’altro gol). I parigini sono sempre più sicuri della qualificazione, anche a causa del pareggio 1-1 tra Benfica e Olympiakos, evidentemente falsato da un nubifragio che ha reso il terreno del Da Luz quasi impraticabile per buona parte del secondo tempo. Altra grande che è andata in scioltezza è il Bayern Monaco, che ha regolato per 5-0 il Viktoria Plzen: la qualificazione, per i bavaresi e per il Manchester City (2-1 esterno in rimonta sul CSKA), è sempre più vicina in un girone dall’esito all’apparenza scontato.

Anche il Real Madrid non ha problemi con le piccole, ma si limita ad una vittoria con un gol di scarto: la Juve viene infatti regolata 2-1, con un gol di Llorente ad inframezzare la doppietta di Ronaldo e una sacrosanta espulsione di Chiellini a fungere da ciliegina sulla torta. 7 gol in 3 partite per l’alfiere della squadra di Ancelotti: l’unico precedente del genere è da attribuire a Pippo Inzaghi nel 2003, sempre con Ancelotti in panchina, e sappiamo tutti com’è andata a finire. Il discorso qualificazione si fa difficile per i bianconeri: nell’altra partita del girone, infatti, il Galatasaray di Mancini ha sconfitto per 3-1 il sempre più materasso Copenhagen, superando la Juve. Qualche difficoltà in più per il Manchester United, che anche a causa della strepitosa prestazione del portiere spagnolo Bravo non è andata oltre l’1-0 contro la Real Sociedad (ancora a 0 punti). Le gerarchie del girone cambiano, con la squadra di Moyes prima davanti al Bayer Leverkusen, capace di annichilire la resistenza dello Shakhtar con un perentorio 3-0 (anche il secondo gol è arrivato per un rigore quanto mai dubbio).

Per quanto riguarda le gare del martedì, pesante sconfitta per lo Schalke 04 sul terreno della Veltins Arena: il Chelsea si è imposto con un secco 3-0 e un Fernando Torres sugli scudi. Lo Schalke riesce però a rimanere al secondo posto, grazie al pareggio 1-1 tra Basilea e Steaua Bucarest. Tre squadre a sei punti, invece, nel gruppo F, grazie alle vittorie esterne, entrambe per 2-1, del Borussia Dortmund all’Emirates Stadium e del Napoli (gol dei nuovi acquisti Callejon e Duvan Zapata) al Velodrome di Marsiglia. Per concludere il discorso, nel gruppo G è continuata, con un secco 3-0 esterno contro l’Austria Vienna, superata insieme allo Porto dallo Zenit (vittoria 1-0), ora al secondo posto con 4 punti.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.