PORTIERI: Diego Lopez, Abbiati, Donnarumma*

DIFENSORI: Zapata, Alex, Mexes, Ely, Romagnoli*, Antonelli, Abate, De Sciglio, Calabria*

CENTROCAMPISTI: De Jong, Bonaventura, Bertolacci, Poli, Montolivo, Nocerino, Suso, Josè Mauri*

ATTACCANTI: Menez, Honda, Cerci, Balotelli, Bacca, Luiz Adriano, Niang*

Premessa. Sono deluso dal mercato del Milan quanto lo siete voi. Se però cercate un luogo di sfogo questo non è il post adatto e vi consiglio di ripassare domani mattina prima di leggerlo.

In questo post cercheremo di analizzare in maniera oggettiva il mercato del Milan 2015. Che per noi è un mercato sufficiente ma non eccelso e vi spiegheremo il perché.

Innanzitutto vanno fatte alcune premesse di background su come questo mercato è stato affrontato dalla società. Va detto che è errato calcolare a priori il budget e pensare di poter fare “x” al posto di Bertolacci. Il Milan non è una società come le altre che stanzia il budget ad inizio mercato: il budget del Milan è stanziato operazione per operazione da Fininvest in base all’umore del momento di Berlusconi. Questa rimane, ovviamente, una situazione inaccettabile che va risolta al più presto.

In secondo luogo il mercato del Milan, con la maggior parte dei soldi spesi nella prima parte, è sembrato chiaramente indirizzato a favore di una chiusura di Bee ad inizio Agosto. Troppo netta l’inversione nella seconda parte di mercato, con il solo Romagnoli “pagato” e in cinque rate più i soliti affari con Preziosi e Raiola a tappare qualche falla. Del budget di 150 milioni sbandierato se ne sono visti 90 – che diventano 70 con la cessione di El Sharaawy e 40-50 se consideriamo un abbassamento notevole (di 20-30 mln) sul monte ingaggi rispetto alla scorsa stagione. Ovviamente il mantra del monte ingaggi misteriosamente scomparirà a differenza degli ultimi anni in cui veniva ripetuto a livello di libretto rosso di Mao, ma ce ne faremo una ragione.

A questo livello è stato fatto principalmente il mercato chiesto da anni – ovvero quello di giocatori che prendono un ingaggio basso e sono rivendibili: è così per Romagnoli e Bertolacci ma anche per Rodrigo Ely. Meno per Bacca e Luiz Adriano che restano due giocatori pronti che al Milan servivano in attacco. Non spostano ovviamente nulla gli affari Kucka e Balotelli – da vedere se quest’ultimo costituisce un upgrade al posto di Matri per la stagione a venire.

Il risultato del mercato è che il Milan indubbiamente ne esce rinforzato in difesa ed in attacco. Restano lacune a centrocampo che non era il reparto prioritario. Le priorità erano un acquisto per reparto: se fosse arrivato Witsel e non Romagnoli parleremmo di difesa da rinforzare, se fosse arrivato Witsel e non Bacca di attacco. Sia chiaro. Il Milan che ne esce è un Milan che può lottare, da sfavorito, per il terzo posto: non accettabile visti i milioni spesi sul mercato.

Il Milan deve quindi ripensare se stesso alla luce della trattativa Bee. Inaccettabile continuare con budget non definito. Inaccettabile continuare con placet presidenziali. Inaccettabile rifugiarsi ad andare a fare affari con i soliti Preziosi e Raiola quando finiscono i soldi. Su questo punto Berlusconi e Galliani sono colpevoli in egual modo: il primo non volendo approvare la spesa per Witsel ha vanificato quanto speso finora, il secondo ha fatto mosse marginali totalmente inutili per mantenere rapporti personali. Sia chiaro, la teoria delle mazzette la lascio a quella fogna che è twitter, sia perché se c’è un ammanco rispetto al bilancio questo viene notato – sia perché nelle due trattative è stata spesa una miseria rispetto al budget.

Delle “figure di merda” in salsa Doyen e no, non mi importa, sinceramente, nulla. Il mercato si giudica su chi arriva, non su chi poteva arrivare e non è arrivato. E’ importante avere alternative ottime. Bacca lo è per Martinez – non c’è stata quella di Kondogbia e nemmeno quella di Ibrahimovic. Si sono illusi i tifosi? Non mi importa. Chi si è illuso su trattative impossibili come quella di Ibra (perché tali erano) si è fatto male da solo. Se quelle, però, erano le aspettative è questa è la realtà è evidente che c’è stata una riduzione del budget in corso d’opera, non preventivata a Giugno ed è questo, principalmente, ad aver deluso i tifosi.

MA

C’è un ma. Il Milan si è rinforzato è non poco. Altre si sono rinforzate di più e meglio (Inter) ma il Milan ad oggi non è una squadra scarsa. Il centrocampo va risolto tatticamente, non sarà da top, ma verosimilmente il Milan oggi è la quarta forza del campionato. Non accettabile con 90 milioni spesi, soprattutto quando bastava una pedina (Witsel) per diventare la terza.

Il forte rischio è che la delusione si trasmetta in campo e il dissenso svaluti la rosa e gli acquisti. Il finale fallimentare, senza mezzi termini, non deve costituire alcun alibi. In questo la società deve farsi sentire in maniera forte soprattutto su Bertolacci, già bocciato e preso di mira al 30 Agosto ma che Conte convoca in nazionale e per giocare da titolare. Il rischio di assistere ad un nuovo giocatore demolito dalla pressione di San Siro dopo Montolivo e Saponara è fortissimo.

Detto questo ora la palla passa al campo, nella speranza che finisca come il 2013-14, con la Roma passata dal sesto al secondo posto dopo la prima rifondazione. Vedo, e mi spiace, che i tifosi del Milan sono diventati un po’ come gli interisti, più desiderosi di vincere fuori che dentro il campo. Manca il piacere di giocarcela poi sul campo e non sulla carta, di voler smentire i colpi dell’Inter come si faceva dieci anni fa. Io il derby spero di vincerlo, magari con gol di Bertolacci e Luiz Adriano o Balotelli. Non di perderlo per poter dire “lo avevo detto”.

Al di là di questo la trattativa “finale” sfumata per Witsel rimane un po’ l’emblema di questo mercato e di un modus operandi nel Milan che non è accettabile. Non è accettabile non avere un budget fisso, non è accettabile dipendere dall’umore presidenziale su ogni maledetta trattativa. Il “sì” per Witsel sarà doloroso e si cumulerà con quelli di Tevez e Nainggolan che avrebbero potuto, con un sacrificio economico, risolvere molti problemi. Siamo arrivati sempre lì, anche nell’estate in cui si è speso tanto. A quel sì, a quell’ultimo sacrificio che avrebbe cambiato probabilmente tutto. E questo rimane inaccettabile, a qualsiasi livello, con qualsiasi DS e qualsiasi amministratore delegato.

La speranza è che con Bee si possa arrivare un giorno ad essere una squadra seria. Che stanzia un budget, fisso, ad inizio mercato e non a gettone. La mia grande paura è che la trattativa possa non chiudersi e la società rimanere così com’è. A Berlusconi e Galliani (che su Witsel si è giocato la faccia, finendo ed uscendo male dal mercato) chiedo a questo punto un passo indietro, con la pacatezza che mi ha sempre contraddistinto, non pontificando da alcun pulpito.

Da questo mercato ne esco deluso – ed è la delusione di chi non ha visto adeguatamente rinforzata la squadra come si aspettava. La delusione è doppia nel vedere chi, professandosi tifoso del Milan, non aspettava altro che una situazione del genere. Bene, il Milan non si è rinforzato adeguatamente e Galliani ha sbagliato il mercato. Avevate ragione? Siete contenti? Cosa avete ottenuto? La gestion’s league? Vi hanno nominati AD in qualche squadra di Lega Pro? Ora cosa fate? Vi mettete lì sul trespolo a tifare per un’altra stagione di merda così alla fine potete sorridere? 

Ora vi dico, invece, cosa faremo noi. Ci metteremo qua, come sempre, a tifare per sovvertire questi pronostici, a voler conquistare il rispetto sul campo e non negli hotel. E non per dire che “avevamo ragione”, ma per cercare di volere il bene della squadra che consiste nel realizzare più punti possibili. Lo faremo analizzando le partite e non per questo daremo attenuanti se ci saranno errori tattici come quello di Suso e Nocerino – che il mercato non trasformi un allenatore in un totem intoccabile come l’ultimo Allegri e che sia usato lo stesso metro di giudizio riservato a Pippo Inzaghi. Lo faremo e lo faremo a partire dal derby, contro quelli là, che mi piacerebbe vincere, per la terza volta quest’anno. Magari con gol di Bertolacci.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

22 Comments

  1. Post di cui si può solo andare orgogliosi. E si all’ inizio si pensava di poter fare affidamento sul closing di agosto. A questo punto pure io aspetto di vedere se realmente la trattativa si chiuderà. Fermo restando che per chi sa di calcio il calcio mercato non è un ossessione. L’ Empoli ci ha insegnato calcio mi pare senza nemmeno un nazionale. Non è una questione di rosa ma di gioco ed organizzazione. Se Miha non riesce a dare un gioco sarà l’ ennesimo mezzo allenatore.

    Che poi sta cosa di fare il mercato sugli umori di Berlusconi…ah be. Il Milan va ceduto, ma come ho sempre detto perché è finito un ciclo societario.

    Ma niente contestazioni. Il milan lo si ama sempre a prescindere

  2. Borgofosco

    La passione sportiva per il Milan va al di la della delusione d’aver constatato che l’era Berlusconi-Galliani è finita. La ciambella di salvataggio Witsel è stata clamorosamente mancata. La musica è finita e gli amici se ne vanno in pensione! Fininvest ha vinto e le troppe spese del ‘vecchio’ non saranno più coperte se non si vedrà il colore degli ‘euro gialli’. Quasi quasi Silvio mi fa tenerezza che è un sentimento diverso dall’aver apprezzato l’orgoglio che ostentava difendendosi dalle numerose aggressioni in tutti i campi. Al vecchio leone hanno tagliato la cresta ed al Condor hanno tarpato le ali. Game over il gioco è finito ed ora si andrà nell’altro salone quello degli uomini e le donne con gli occhi a mandorla! Sapranno fare meglio del vecchio leone e del suo amico condor? Non credo la musica è finita e il menestrello di Fidel ha smesso di cantare perché gli hanno ‘segato le corde vocali’

  3. Caro Diavolo, sicuramente non ti ricorderai di me, però tempo fa ho polemizzato con te sopratutto sulla gestione societaria, sia su Galliani che su Berlusconi (che abbiamo sempre indicato come principale colpevole). Nota bene, non sono fra quelli che vogliono dire “te l’avevo detto”, anche perché, se avessi voluto farlo, sarei venuto a maggio, dopo una stagione che avevo previsto essere fallimentare e che, purtroppo, provocandomi non poche incazzature, si è rivelata tale.
    Ti scrivo adesso, solo perché per la prima volta da quando ti leggo, ho notato un VERO amore per il Milan e non solo per una parte di quest’ultimo. Per me la Squadra è più importate di qualsiasi cosa, dirigenti, presidente, ecc. Ho ritenuto estremamente puerile la polemica che c’è stata quest’anno su questo blog su “è colpa di Berlusconi”, “no è colpa di Galliani”: se ci troviamo in questa situazione è colpa di tutti, Galliani e Berlusconi in testa, in quanto “capi”.
    Comunque ovviamente, come da tre anni a questa parte, spero ardentemente di sbagliarmi e di sentirmi dire “te l’avevo detto”: sarebbero parole dolcissime.

  4. Qua nessuno spera di avere ragione se non tu in difesa di un Galliani indifendibile.
    La figura del cazzo con J.M. e Kondogbia, perché sono figure del cazzo al di là degli acquisti successivi, l’ha fatta l’uomo dalla cravatta gialla.
    Gli acquisti a occhi chiusi di Bertolacci e Romagnoli (45 mln) che hanno risanato le finanze della Roma che si è concessa due acquisti come Dzeko e Salah entrambi in prestito con diritto di riscatto nettamente inferiore ai nostri due, li ha fatti sempre lui.
    Luiz Adriano è un ottimo acquisto, ma è stato pagato 8 mln con il suo contratto che scadeva a fine anno. Da rilevare che nel 2007 lo Shakhtar lo aveva pagato 3 mln (quindi ha giocato per 8 anni e ci ha preso pure 5 mln in più a fine contratto!).
    La proprietà sarà anche schizofrenica nell’elargire le disponibilità di mercato, ma quello che le spende è diventato assolutamente inadeguato e patetico.
    Sapesse almeno vendere. Le merde hanno piazzato Kovacic al Real per 40 mln, pagato un anno e mezzo fa non più di 15, e Shaqiri per 17, pagato 15 otto mesi fa. Il nostro sono due anni che non riesce a piazzare Matri.
    Detto tutto questo io sarò lì sempre in prima fila (metaforicamente perché non posso più accollarmi le spese e la fatica di fare oltre 700 km) ha urlare e incitare la squadra e a esultare e gioire per ogni gol e ogni vittoria.
    Però che delusione questa sera.

    1. Caro Milanforever , commento questo mercato rispondendo a te che hai espresso ed anticipato le mie stesse sensazioni . Per quanto riguarda l’articolo di Diavolo basta vedere cosa scrive :
      ” Sia chiaro. Il Milan che ne esce è un Milan che può lottare, da sfavorito, per il terzo posto: non accettabile visti i milioni spesi sul mercato. ”
      Quindi i milioni sono buoni ed il modo in cui sono stati spesi no !
      Allora , e questo e’ il mio pensiero , meglio che non se ne siano spesi altri .
      Verranno buoni da spendere quando avremo un dirigente nuovo e sopratutto in sintonia e rapporto di fiducia esteso ai nuovi soci . Come e’ giusto che sia .
      La cosa incomprensibile di questo mercato , e speriamo non sintomo di fuga , e’ la sparizione dei fiduciari di Bee . Spero sia una sorta di canto del cigno concesso , come fosse un regalo finale , a Galliani , ma naturalmente co dei limiti massimi .
      Concludendo questo ciclo secondo la mia interpretazione ci sta pure la concessione a Montolivo di una occasione di riscatto . Dalla malasorte , dicono i suoi amici .
      Dalla sua mollezza penso io ed altri . Ma , come ho gia’ scritto , se dobbiamo dargliela questa occasione , bisogna farlo da sportivi e tifosi sostenendolo e mandandolo in campo . Io mi sento pronto a farlo . Mihailovich faccia come vuole e come deve , ma nessuno mi puo’ impedire di suggerirgli un 4/4/2 con Montolivo e De Jong centrali , Bonaventura sulla loro destra e , udite udite , Menez sulla sinistra . Mi sembra soluzione piu’ prudente per lo stesso Montolivo . Almeno fin quando la sua condizione atletica e le occasioni di gioco gli permetteranno di coronare il sogno di emulare Pirlo . Come detto . Non ci credo ma spero che ci possa riuscire visto che a godere saremmo noi .
      Durera’ fino alla fine dell’anno , penso , il canto del cigno . Poi con Bee presente , speriamo , verranno le rivoluzioni .
      Non dobbiamo essere pessimisti amici . Questo quadro era gia’ dipinto ed il centrocampista / regista non e’ stato mai trattato . Facciamone una ragione e guardiamo la cosa anche con gli occhi degli altri . Forza Monto : facci vedere chi sei e costringici a smentirci . Lo faremmo con tutto il cuore .

    2. Diavolo1990

      Vendere? E chi di preciso? Le figure del cazzo le ha fatte con doyen e valgono tanto quanto Draxler e Yaya Tourè. Le hanno fatte tutti ma solo al Milan processi.
      Il problema resta il budget tagliato all’improvviso a fine mercato

      1. Borgofosco

        Come al solito poche frasi e parole che valgono oro. Bravo. Poi voglio fare un plauso anche a Vittorio. Se Momtolivo è stato tenuto si deve interpretare che è lui il regista che questa proprietà vuole! Se Mexes è stato tenuto è lui che deve fungere da chioccia per i due ragazzini. Se De Sciglio è stato tenuto vuol dire che si crede che lui possa essere il futuro capitano del Milan. Bertolacci? Io penso sia un ottimo giocatore così come Bonaventura. Poi i Due fenomeni davanti e tiremm innanz. Il resto sarà tutto merito di Mihajlovic se riuscirà a fare miracoli costruendo una squadra e se sfiorerà la santificazione di far diventare Balotelli un calciatore.

  5. Ancora a credere alla favola di mr.bee.quello è un cameriere di qualche resort asiatico che è servito a riportare in italia i soldi di silvio. Fateci caso mr.bee, lo stadio, i fuoriclasse che dovevano arrivare, tutto sparito, e date retta anche le cifre spese sono state gonfiate per dare fumo negli occhi a noi tifosi.

    1. Borgofosco

      Beh si può credere che anche i pipistrelli hanno le ali e volano di giorno colme delle aquile reali…. Ma per favore dire cavolate è da incompetenti ma dire ca@@ate è da de…….

    2. Ma se i soldi non sono arrivati ! Scusa ma che minchia scrivi ?

    3. …e date retta anche le cifre spese sono state gonfiate per dare fumo negli occhi a noi tifosi.
      Passi la prima parte che è il tipico esercizio di spalare merda sempre, ovunque e qualunque cosa faccia SB, ma “gonfiare le cifre”? Questa non si può sentire. Oltre al bilancio del Milan toccherebbe truccare anche il bilancio dell’altra.
      Questo è parlare solo perchè si ha la bocca o scrivere perchè si ha una penna… in questo caso un pc.

  6. Mi tengo il demente e l’incompetente specialmente fin quando ci saranno tifosi che quando la propria squadra perde non trova di meglio che accusare la classe arbitrale, comunque tranquilli il tempo dirà chi ha avuto ragione.

  7. Adesso vedrai che arrivano i soldi non ti preoccupare.

  8. Le cose strane in Estate ci sono state eccome. Di fatti non ho mai commentato seriamente la questione closing, perché per me fino a quando non c’ è la firma e il rispettivo bonifico si discute giusto per il gusto di farlo

  9. I tifosi possono solo sperare che tutto si concluda nei tempi previsti e che tutto vada come da previsione. Ma ripeto trattasi solo di speranze fino al momento della firma

  10. Iranoff-Bulianoff-Kopalski 1 Settembre 2015 at 18:06

    Veniamo da 3/4 anni di de-milanizzazione.
    Allegri e la società hanno distrutto l’anima dello spogliatoio.
    Calma.
    A gennaio le correzioni.
    Per ora lavorare e impegno.
    Io non ho ancora capito chi fosse Witsel.
    Manco fosse Pelè… Pogba mr.150 milioni stiamo vedremo quanto vale realmente.
    Kopalski

    1. Diavolo1990

      Io non ho ancora capito se scrive Iranoff, Bulianoff o Kopalski.

      1. Iranoff-Bulianoff-Kopalski 2 Settembre 2015 at 10:05

        Iranoff e Bulianoff, beati loro sono ancora in ferie.

        Tornando a noi vi invito a riflettere sul fatto che il Inghilterra i diritti televisivi permettono spese da noi impossibili. Se e quando andranno in bancarotta potremo tornare – come calcio – a permetterci spese in competizione con loro.

        Seconda riflessione: Bee è un broker ? lavora in asia ? Le Borse asiatiche in questo periodo come vanno? Magari ha altri problemi?

        Terzo, abbiamo speso abbastanza.
        La prima qualità di una squadra è lo spogliatoio: prima dobbiamo ricostruire quello.

        Quarto: siamo veramente sulla strada per diventare piangina come gli nostri parenti poveri o state scherzando?

        Quinto: al netto degli errori del Mister per me il problema magiore a centro campo rimande DeJong: gioca sempre a due / tre tocchi.
        Signofica che “palla a de jong” sono 2-3 secondi persi.

        Sesto: Lezione di Arrigo 30 anni fa: un giocatore in partita tocca la palla da 4 a 10 volte – mediamente – non gli si chiede di essere un fenomeno. Nel 99% delle giocate gli si chiede di applicare VELOCEMENTE i fondamentali e per fare questo serve:
        condizione fisica, calma, personalità.

        La personalità è quello che Allegri ci ha totalmente tolto e più ci manca.
        Sembra che l’abbia tolta anche a noi tifosi

  11. ottimo post diavolino

    cosa dire mercato a due facce prima grandi nomi Ibra Martinez ecc che facevano ben sperare in un ritorno ad alti livelli , poi un mercato che portava in dote 2 ottimi attaccanti ed un ottimo centrale difensivo di prospettiva ma anche un centrocampista Bertolacci pagato almeno il doppio del reale valore

    il finale è stato da beffa
    niente Ibra e la grana Balotelli che nessun tifoso milanista sano di mente avrebbe voluto ed un centrocampista in scadenza di contratto con il Genoa

    risultato una marchetta a Preziosi ed una a Raiola ed una a Lotito Matri in prestito gratuito

    Viene il dubbio che ci sia un interesse personale a fare affari solo con alcune squadre e procuratori , la cosa non è casuale , è strano che Silvio non si ancora sia chiesto come noi tifosi perchè ?

    in conclusione voto 6 al mercato perchè sono arrivati due ottimi centroavanti ed un difensore centrale
    peccato che con quel tesoretto si poteva e si doveva fare meglio basta vedere cosa hanno fatto nelòla giornata di ieri i cugini interisti , non si sono fatti ricattare dalla Roma e dalle altre squadre nelle trattative

    complimenti ad Ausilio e Mancini

    1. Diavolo1990

      Sul paragrafo delle marchette ho già detto perché non ci credo.

      Non si trattano di marchette, bensì di favori tra squadre. Loro l’han fatto a noi (Kucka, Balo) e noi a loro (Matri). Si fanno quando non hai più soldi perché Fininvest ti ha richiuso i rubinetti.

  12. Si può avere anche uno Smart Phone. Comunque il punto è che delle cifre tirate in ballo per il momento il milan pagherà solo una piccola parte quindi prima di saldare si fa sempre in tempo a rivendere come successo con ibra, balo ed altri.

  13. Mi chiedo come Mancini abbia potuto rinforzare la Juve con un campione come Hernanes.
    Doveva essere nostro da tempo . Mancini come Allegri . Bravi davvero quelli della Juve ad approfittare dei coglioni .

Comments are closed.